Intesa: agroalimentare top nel mondo, sfide digitale e green (2)

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 07 OTT - Con la Direzione Agribusiness, Intesa si propone di accompagnare gli operatori delle filiere agroalimentari e zootecniche italiane in tutte le fasi del loro sviluppo, soprattutto per i progetti imprenditoriali attenti ai criteri della sostenibilità e della circular economy, in pieno allineamento con le indicazioni del Pnrr.

Nella quarta tappa del digital tour di Intesa Sanpaolo sono 14 le piccole e medie imprese vincenti per le strategie sviluppate in questo particolare contesto economico: Agras Delic (Milano), F.lli Passarella (Vicenza), G.E.I. (Torino), Integrus (Treviso), Italiana Confetti (Napoli), La Zootecnica Group (Pavia), LBG Sicilia (Ragusa), Molino Filippini (Lecco), Nutravant (Bari), O.R.T.O. Verde (Ancona), OP COPLA (Latina), Ponte Reale (Caserta), Surgital (Ravenna) e Urbani Tartufi (Perugia).

Due menzioni particolari vanno a Biotesoro (Matera) e a Boselli Nullo e Marcello (Parma), due piccole imprese selezionate da Coldiretti che ottengono due premi speciali, come riconoscimento ad imprese guidate da giovani e per l'innovazione della loro attività. Guardando ai dati di scenario, nel 2020 il sistema agroalimentare italiano ha generato un valore aggiunto di circa 64 miliardi di euro e ha occupato oltre 1,4 milioni di persone. In particolare, l'alimentare è stato tra i meno colpiti dalla crisi: il fatturato deflazionato è calato solo dell'1,4% nel 2020, anche grazie al contributo dell'export (+1,2%).

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie