Battle, il concetto di lotta secondo Violaine Lochu

La performance al Musée national Pablo Picasso fino al 27/9

Redazione ANSA VALLAURIS

VALLAURIS - Un video performativo prodotto in situ, un'installazione di oggetti e un brano sonoro da ascoltare tramite un codice QR, per esplorare in modo creativo il concetto di battaglia, dentro se stessi o contro l'altro: resterà aperta fino al 27 settembre la mostra performativa di Violaine Lochu dal titolo "Battle", in programma al Musée national Pablo Picasso - La Guerre et la Paix a Vallauris.
    Rievocando il dittico "La Guerre et la Paix", capolavoro di Picasso in cui il pittore denuncia gli orrori della guerra e promuove la pace, e con esso anche la questione dell'impegno, il progetto vede due donne e due uomini combattere: con la pelle blu e gli occhi ricoperti di kajal, vestiti con una gonna bianca e portando una corona in testa, i protagonisti eseguono una serie di misteriosi rituali catturando parole, trascrivendole su carta, per poi trasformarle in materia organica, ingerirle e rilasciarle cantando. Queste parole - da cui sono emersi temi quali i traumi della guerra d'Algeria, la lotta alle malattie, il lutto, la violenza familiare, lo sradicamento e la denigrazione - sono state raccolte a Vallauris da Violaine Lochu durante l'inverno del 2021, incontrando adulti e bambini per condividere la propria fantasia e la propria esperienza di combattimento. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie