Le mostre da Robert Capa al trio Jago, Banksy, TvBoy

Ad Aosta il Messico di Tina Modotti a Roma l'aragosta di Colbert

di Marzia Apice MILANO

  (ANSA) - MILANO, 09 NOV - La pioniera Tina Modotti accanto al trio trasgressivo Banksy, Jago e TvBoy, e poi Robert Capa con i suoi celebri reportage e il pop irriverente di Philip Colbert: sono alcune delle mostre di questa settimana.
    MILANO - Si intitola "Robert Capa. Nella Storia", la mostra del Mudec a cura di Sara Rizzo che racconta il grande fotografo in occasione dei 110 anni dalla nascita (il 22 ottobre 1922).
    Allestita dall'11 novembre 2022 al 19 marzo 2023, l'esposizione ripercorre i principali reportage di guerra e di viaggio di Capa attraverso oltre 80 stampe fotografiche, alcune delle quali mai esposte prima in una mostra italiana, accompagnate da una rara intervista rilasciata dal fotoreporter a una radio americana nel 1947 e da alcuni documenti d'epoca provenienti dalla collezione di Magnum.
    PALERMO - Apre il 10 novembre al Monte dei Pegni di Palazzo Branciforte la mostra di Andrea Di Marco dal titolo "Pegno", in occasione del decennale della prematura scomparsa del pittore.
    Il percorso, fino all'8 gennaio 2023, presenta al pubblico circa 30 lavori, anche di grandi dimensioni, selezionati dai curatori Sergio Troisi e Alessandro Pinto, opere in cui la memoria dei poveri oggetti consegnati in pegno si intreccia con quella delle semplici cose dipinte da Di Marco, in bilico tra attesa e abbandono.
    BOLOGNA - A Palazzo Albergati tre protagonisti della scena artistica contemporanea nella mostra "Jago, Banksy, TvBoy e altre storie controcorrente", dall'11 novembre al 7 maggio 2023.
    Questa tripla monografica, con l'esposizione di 60 capolavori, racconta alcune delle storie più estreme e trasgressive della public art italiana e internazionale attraverso il dialogo tra i tre artisti e le loro rispettive scelte tecniche, stilistiche e tematiche.
    AOSTA - Ci sono oltre 100 scatti originali provenienti dalla collezione dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia e dalla Fototeca Nazionale di Città del Messico nella mostra "Tina Modotti: La Genesi di uno Sguardo Moderno", dal 12 novembre 2022 al 12 marzo 2023 presso il Centro Saint Bénin. A cura di Dominique Lora, in collaborazione con Daria Jorioz, l'esposizione racconta il talento di Modotti e la sua pionieristica tecnica fotografica, focalizzandosi sul contributo dato dall'autrice nello sviluppo della fotografia in Messico.
    MONTECHIARUGOLO (PR) - "Massimiliano Galliani, il suo spazio, il suo tempo", a cura di Eleonora Frattarolo, è dedicata alla memoria dell'artista scomparso nel 2020 a 37 anni. Allestita a Palazzo Civico dal 6 novembre all'11 dicembre, la mostra presenta circa 25 opere che ben rappresentano la ricerca artistica di Galliani tra videoarte, disegni e sperimentazioni pittoriche.
    PARMA - Il Museo d'Arte Cinese di Parma ospita dal 13 novembre al 14 gennaio 2023 la mostra "Asia", nata dal grande progetto "Favole dei 4 continenti" prodotto dal Museo di Viale San Martino e dalla casa editrice EMI. Questo lavoro, attraverso la pubblicazione di 4 volumi, valorizza lavoro di raccolta, trascrizione e traduzione di favole dei popoli extraeuropei, compiuto dai Missionari Saveriani durante il loro operato centenario. Sono state chiamate quattro diverse artiste per dare forma e colore alle favole dei diversi continenti. Il primo volume, dedicato all'Asia, è illustrato da Valentina Bongiovanni.
    ROMA - Dal 9 novembre "The Lobster Empire", personale di Philip Colbert al Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro; fino all'8 gennaio 2023, un percorso di 18 opere tra scultura e pittura che raccontano il mondo pop di Colbert racchiuso nel suo personaggio più iconico: l'aragosta, "un cartone animato contemporaneo protagonista del Surrealismo", quasi un alter ego attorno al quale l'artista ha costruito un seguito globale, lanciando nei mesi scorsi un innovativo progetto virtuale sul metaverso, "Lobstars". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie