Piazza della Fotografia, un'estate di scatti a cielo aperto

Da 25/6 a Roma S. Maria in Trastevere diventa hub culturale

di Marzia Apice ROMA

ROMA - Le immagini suggestive delle missioni nello spazio profondo catturate dall'Agenzia Spaziale Italiana accanto a quelle del mondo che ci circonda scattate dai fotografi dell'ANSA. Ma anche gli attori più amati della commedia all'italiana, da Alberto Sordi a Monica Vitti a Vittorio Gassman, i cui volti sono custoditi nell'Archivio dell'Istituto Luce; e poi la Capitale con la sua bellezza e le tante contraddizioni, svelata da romani e turisti a zonzo per la città. Infine, il tema del viaggio fotografico come metafora della vita, per cogliere ogni sfumatura dell'esistenza. Sarà un racconto visivo emozionante a cielo aperto quello che "Piazza della Fotografia" offrirà per tutta l'estate, dal 25 giugno al 24 settembre direttamente a Piazza Santa Maria in Trastevere. A disposizione di cittadini e turisti per 13 settimane un grande LedWall montato in piazza che gratuitamente, tutti i giorni dalle 13 all'1 di notte, trasmetterà in loop le proiezioni di videoinstallazioni di progetti fotografici: obiettivo della manifestazione, a cura di Maria Cristina Valeri, Alex Mezzenga e Gilberto Maltinti, sarà far uscire la fotografia dagli spazi chiusi dei musei, trasformando Santa Maria in Trastevere un hub culturale, in cui al linguaggio dell'immagine si accompagneranno incontri di approfondimento, performance, musica, con una nuova videoinstallazione e un talk ogni settimana, dedicati di volta in volta a un tema diverso. Tanti gli sguardi che "Piazza della Fotografia" proporrà al pubblico: gli scatti realizzati in giro per il mondo dai curatori nonché fotografi Valeri, Mezzenga e Maltinti, in dialogo con il clavicembalista Luca Purchiaroni, per una narrazione dell'idea di viaggio che prenda spunto dal celebre 'Intervallo RAI' rendendolo contemporaneo. Ma anche la call internazionale gratuita 'Tutti gli sguardi portano a Roma' (dal 16 luglio), una videoinstallazione composta dalle fotografie fatte da romani e turisti in viaggio nella Capitale, per raccontare una città che riparte dopo gli anni drammatici della pandemia (per partecipare collegarsi a roma-fotografia.it/call-ROMA/ e inviare una foto entro il 6 luglio). In calendario anche 'Arte e fotografia' con un focus su Caravaggio primo fotografo (dal 24 luglio), 'Roma Sotterranea' (dal 30 luglio), videoinstallazione con le fotografie dell'archeologo, speleologo e fotografo Carlo Pavia, e poi 'ANSA. La più importante agenzia fotogiornalistica italiana' (dal 20 agosto) con le immagini degli avvenimenti italiani e internazionali di ieri e di oggi, 'LICIACube e ArgoMoon: i Primi Satelliti Italiani nello Spazio Profondo', viaggio per immagini tra le missioni spaziali dell'ASI - Agenzia Spaziale Italiana (dal 27 agosto) e 'I Mostri Sacri della Commedia all'italiana' (dal 17 settembre), omaggio a Gassman, Manfredi, Mastroianni, Sordi, Tognazzi, Vitti con foto di scena e rubate alla loro quotidianità a cura dell'Archivio Luce Cinecittà. "Con questo progetto proviamo a conquistare le piazze del centro storico con la cultura, per sottrarle a una modalità di fruizione confusa e spesso pesante", afferma Lorenza Bonaccorsi, presidente I Municipio, "possiamo contribuire a ricostruire un'identità più chiara in un quartiere come Trastevere, che sta soffrendo questa ripresa convulsa". "Vogliamo andare oltre la dimensione dell'Estate Romana, creando un presidio culturale in una delle piazze più belle del centro storico", prosegue Giulia Silvia Ghia, assessore alla Cultura, Scuola, Sport e Politiche giovanili del I Municipio di Roma.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie