L'omaggio dello Ied a 10 "absolute beginners"

Al Base progetto che ha coinvolto 150 studenti di varie sedi

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 08 GIU - Lina Bo Bardi, Eva Mameli Calvino, Ada Bursi, Rei Kawakubo, Cinzia Ruggeri, Laura Solera Mantegazza con Maria Montessori e Giuseppina Pizzigoni, Gala Eluard Dalì, Bélen Moneo, Carla Accardi, e Patricia Urquiola sono le 10 'absolute beginners' cui l'Istituto Europeo di Design dedica al Fuorisalone un progetto che ha coinvolto 150 studenti di varie sedi, italiane e internazionali.
    Gli studenti per sei mesi hanno lavorato in team lasciandosi ispirare dalle storie delle absolute beginners in uno scambio continuo all'interno del proprio gruppo di lavoro e con gli altri team e tutor. "Ied con Absolute Beginners mostra il risultato di una vera contaminazione progettuale - dichiara Fabrizia Capriati, Responsabile Comunicazione Gruppo Ied - Centocinquanta studenti delle nostre sedi del Gruppo hanno intrecciato culture e background diversi e per sei mesi hanno lavorato in team allo sviluppo del concept legato ad una delle absolute beginners. Da questo scambio, e poi dal confronto aperto con i colleghi, sono nati output progettuali straordinari e inaspettati che presentiamo a Base in un'installazione organica, che ha prima seguito questa imprevedibilità progettuale e ne poi ha preso la forma".
    Dalle 10 donne che con il loro genio creativo e la lotta di genere hanno lasciato una personale ma indelebile impronta nella storia, è nata l'ispirazione per dieci progetti di interpretazione. 'Labirinto: la quarta dimensione' ispirato a Patricia Urquiola, propone una struttura modulare per riflettere su come lo spazio si modifichi interagendo con le quattro dimensioni; 'Un cinguettio che rompe il silenzio', ispirato a Eva Mameli Calvino, è una composizione di casette per uccelli, animali cari alla scienziata, la prima donna sarda a laurearsi in Scienze Naturali. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie