Robert Capa, fotografie oltre la guerra nel padovano

Celebre reporter immortalò anche le star del cinema

Redazione ANSA PADOVA

PADOVA - Esplorare parti meno conosciute, ma non certo meno significative del suo percorso, attraverso un centinaio di immagini 'altre' di un gigante della fotografia come Robert Capa, il "più miglior fotoreporter di guerra del mondo", come fu definito nel 1938 dalla rivista inglese Picture Post. È questa una delle finalità della mostra dedicata a Capa "Fotografie oltre la guerra", a cura di Marco Minuz, in programma dal 15 gennaio al 5 giugno prossimi a Villa Bassi Rathgeb, ad Abano Terme (Padova).
    L'esposizione è stata presentata dal curatore con il sindaco Federico Barbierato e l'assessore alla cultura Cristina Polazzi.
    La mostra rientra nel vasto programma, avviato dall'amministrazione comunale, di promozione della città termale come punto di cultura oltre che di benessere, centrato sulla riapertura tre anni fa e lo sviluppo quale sede espositiva di Villa Bassi Rathgeb. Fino al 9 gennaio è in corso una mostra del pittore Luigi Pellanda. L'omaggio a Capa esplora il rapporto del fotografo con il mondo della cultura dell'epoca, come con i ritratti di Picasso, Matisse o Hemingway, ma affronta, attraverso varie sezioni, anche la frequentazione del mondo del cinema statunitense, derivante dal suo rapporto con Ingrid Bergman conosciuta a Parigi a fine guerra e protagonista del capolavoro di Hitchcock 'Notorius'. Qui, si cimentò come fotografo di scena. Tra i divi del cinema immortalati anche Gina Lollobrigida, Anna Magnani o Silvana Mangano, sul set di Riso Amaro. Tra le immagini, poi, quelle del "Diario russo" con lo scrittore Steinbeck del 1947, del Tour de France, del 1938, focalizzate sul pubblico più che sui ciclisti, o alla nascita dello Stato di Israele. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie