Dalla Toscana a Bruxelles la 'Via europea della fiaba'

Prossima tappa a Creta il 5 ottobre

Redazione ANSA

BRUXELLES - Una strada da percorrere per conoscere il folklore europeo alle nuove generazioni, a partire dalla Toscana di Pinocchio. È lo scopo della "Via europea della fiaba", una rete che riunisce associazioni culturali, fondazioni e centri di ricerca che si occupano di fiabe, autori e personaggi che fanno parte della letteratura e del patrimonio culturale europeo. Per questa via, passa la promozione di valori come l'uguaglianza di genere e il rispetto della natura.

"L'idea di un percorso mentale e pedestre delle fiabe europee nasce dal bisogno di ritrovare, nei 47 paesi del Consiglio d'Europa e nei 27 che ci rappresentano in quanto Commissione, un'identità comune che abbiamo ricercato nell'origine dei miti, gli archetipi delle leggende, delle storie e dei racconti fiabeschi", ha detto la professoressa Marina D'Amato, presidente della Via europea della fiaba. Individuare nei racconti fiabeschi gli elementi connettivi della nostra identità comune è l'obiettivo di questo lavoro".

L'iniziativa risale al 25 novembre 1995 quando il palco degli amici europei di Pinocchio a Collodi fu presentato alla Commissione: "il nucleo da cui poi è partita la Via europea", ha ricordato Pier Francesco Bernacchi, presidente della Fondazione nazionale Carlo Collodi.

La via della fiaba sarà presentata ufficialmente a Creta il 5 ottobre in occasione del Forum consultivo annuale degli itinerari culturali del Consiglio d'Europa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie