Lente dell'Antitrust Ue su salvataggio compagnia aerea portoghese Tap

Ri-approvati aiuti per 1,2 mld dopo annullamento Tribunale

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Antitrust Ue ha annunciato di avere aperto un'indagine per determinare se gli aiuti da 3,2 miliardi annunciati dal Portogallo per finanziare il piano di ristrutturazione della compagnia aerea Tap siano conformi alle norme Ue. Bruxelles ha inoltre riferito di aver autorizzato per la seconda volta un prestito a Tap da 1,2 miliardi di euro dopo che il primo via libera era stato annullato a maggio dal Tribunale della Ue per "insufficienza di motivazione" a seguito di un'azione legale da parte di Ryanair.

"La decisione adottata oggi riconferma l'aiuto al salvataggio e specifica ulteriormente le ragioni per la sua approvazione, in relazione alla situazione del gruppo Tap e dei suoi azionisti nel giugno 2020", precisa l'Antitrust. Lisbona aveva notificato lo scorso 10 giugno l'aiuto alla ristrutturazione della compagnia di bandiera per un totale di 3,2 miliardi di euro, compreso il prestito di 1,2 miliardi che verrà poi convertito in azioni. Il piano prevede una riduzione dei dipendenti, tagli salariali e della flotta. Un ulteriore sostegno di circa 512 milioni di euro, sotto forma di garanzia statale sui prestiti di mercato, potrebbe essere concesso a Tap a partire dal 2022.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: