Ue, la Cina agisca su dannose cyberattività dal suo territorio

Cyberspazio globale sia aperto, libero, stabile e sicuro

Redazione ANSA

BRUXELLES - "L'Unione europea e i suoi Stati membri denunciano con forza le attività informatiche dannose, intraprese. Continuiamo a sollecitare le autorità cinesi ad aderire alle norme e a non consentire che il suo territorio venga utilizzato per attività informatiche dannose". Lo afferma in una nota l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell a nome della Ue. L'Ue sollecita inoltre la Cina "ad adottare tutte le misure appropriate e quelle ragionevolmente disponibili e fattibili per rilevare, indagare e affrontare la situazione"

La nota ricorda che l'Ue ed i suoi Stati membri riaffermano il loro forte impegno a un comportamento statale responsabile per garantire un ciberspazio globale, aperto, libero, stabile e sicuro". Borrell precisa che "oggi l'Ue e i suoi Stati membri, insieme ai partner, hanno discusso delle attività informatiche dannose che hanno colpito in modo significativo la nostra economia, la sicurezza, la democrazia e la società in generale". Secondo la nota "l'Ue e i suoi Stati membri valutano che queste attività informatiche dannose siano state intraprese dal territorio della Cina".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: