Protezione civile, l'Ue continui a investire sui sistemi di prevenzione delle emergenze

Ue, grazie all'Italia per ruolo in protezione civile europea

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Ue "continui ad investire sui sistemi di Protezione civile nazionali e si ricordi che il sistema di Protezione civile non è solo il sistema di risposta all'emergenza, ma è il sistema di preparazione di tutto il ciclo dell'emergenza". Così il capo della Protezione Civile italiana, Fabrizio Curcio conversando con i giornalisti a Bruxelles dopo l'incontro con il presidente del Parlamento europeo David Sassoli. "Noi siamo abituati a pensare all'emergenza quando accade qualcosa - precisa -. L'Europa è nata come prima risposta a questo, adesso deve continuare ad allargare il proprio orizzonte sui temi di previsione, prevenzione e sull'aspetto tecnologico" e "quindi anche poi la risposta certamente". Domani Curcio incontrerà a Bruxelles il commissario europeo per la cooperazione internazionale, gli aiuti umanitari e la risposta alle crisi Janez Lenarcic.

"L'Italia in particolare e buona parte dei Paesi europei vivono in una costante situazione di rischio. Noi in Italia abbiamo dei rischi stagionali, dei rischi boschivi, dell'idrogeologico. Poi abbiamo" anche "dei rischi come quello sismico, vulcanico e altri legati alla presenza dell'uomo e alla sua tecnologia. Io credo che noi dobbiamo migliorare l'azione della cura del territorio", ha aggiunto Curcio conversando con i giornalisti a Bruxelles. "Gli aspetti dell'idrogeologico, del rimboschimento, delle piogge intense" vanno inquadrati in "due visioni diverse: una a lungo temine" legandola al tema dei "cambiamenti climatici", per fare in modo che "gli effetti che stiamo già vedendo oggi si possano mitigare nei prossimi anni", sottolinea Curcio. Quindi c'è il secondo aspetto: "Il problema della urgenza" legato alla "cura del territorio immediato e delle infrastrutture", aggiunge il capo della Protezione civile italiana, definendo infine importante "coniugare queste due visioni".

"Incontro positivo con il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, oggi a Bruxelles. Abbiamo parlato del ruolo cruciale della Protezione Civile nell'emergenza Covid e abbiamo ribadito l'importanza di procedere nella campagna vaccinale, per affrontare i prossimi mesi in sicurezza". Lo scrive su Twitter il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.

Il commissario europeo per la cooperazione internazionale, gli aiuti umanitari e la risposta alle crisi, Janez Lenarcic, ha "ringraziato l'Italia per essere un membro attivo e affidabile del meccanismo" di protezione civile dell'Unione europea. Lo riferisce lo stesso Lenarcic al termine di un colloquio "positivo" a Bruxelles con il capo del dipartimento della protezione civile italiana, Fabrizio Curcio, "sulle opportunità e le sfide in vista per il meccanismo di protezione civile Ue".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: