Borrell in Tunisia, ripristino della stabilità istituzionale

'Preservare conquiste democratiche'. Incontro con il presidente

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, nel corso della sua visita in Tunisia ha incontrato il presidente Kaïs Saïed al quale - pur sottolineando il rispetto della sovranità della Tunisia - ha ricordato l'attaccamento dell'Unione europea all'ancoraggio democratico del paese, oltre al rispetto dello stato di diritto e dei diritti e delle libertà fondamentali. Lo riferisce una nota del servizio di azione esterna della Ue (Eeas-Seae).

"Ho trasmesso al presidente le apprensioni europee riguardo alla conservazione dell'acquis democratico in Tunisia, che può garantire la stabilità e la prosperità del paese - ha precisato Borrell -. Il libero esercizio del potere legislativo e la ripresa dell'attività parlamentare fanno parte di questa conquista e devono essere rispettati". Borrell ed il capo di stato hanno anche discusso delle "sfide economiche, che stanno diventando sempre più pressanti e la pandemia di Covid-19".

Secondo il politico spagnolo, in questo contesto, "è importante guidare il Paese verso il ripristino della stabilità istituzionale preservando questi fondamenti democratici. E questo, pur restando attenti ai desideri e alle aspirazioni del popolo tunisino, nel quadro di un dialogo aperto e trasparente, che consentirà alla Tunisia di rimettersi in marcia sulla strada del consolidamento democratico".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: