Spagna, 3.600 ettari bruciati dalle fiamme nel sud

Velivoli al lavoro per contenerlo, alzato il livello di rischio

Redazione ANSA

MADRID - L'incendio scoppiato mercoledì sera nella Sierra Bermeja, zona montuosa della provincia di Malaga, nel sud della Spagna, ha già "attraversato" 3.600 ettari di terreno. Lo ha reso noto Carmen Crespo, assessora dell'Andalusia allo Sviluppo Sostenibile. In dichiarazioni ai cronisti sul posto, Crespo ha aggiunto che in mattinata sono ripartiti i lavori dei mezzi aerei per cercare di estinguere il rogo, approfittando del fatto che l'intensità del vento è calata.

"Sono ore decisive", ha detto. Nel frattempo, le autorità regionali hanno attivato il livello 2 di emergenza, il che permette di chiedere l'intervento di unità o mezzi dello Stato qualora fosse necessario. "Ciò che abbiamo di fronte è un mostro affamato", ha affermato ai media locali Alejandro García, vicedirettore del centro operativo regionale del piano antincendi dell'Andalusia, per dare l'idea della pericolosità di questo rogo. Ieri un pompiere 44enne è morto nel corso delle operazioni di spegnimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: