Ue, determinati a combattere il terrorismo

Borrell, 'Con i nostri partner strategici come gli Usa'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Venti anni dopo" gli attentati a New York, "gruppi terroristici come Al Qaida e Daesh rimangono attivi e virulenti in molte parti del mondo, ad esempio nel Sahel, in Medio Oriente e in Afghanistan. I loro attacchi hanno causato migliaia di vittime in tutto il mondo, enorme dolore e sofferenza. Tentano di distruggere vite, danneggiare le comunità e cambiare il nostro modo di vivere". Così l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell in una nota.

I terroristi "cercano di destabilizzare i paesi nel loro insieme, predano in particolare le società fragili, ma anche le nostre democrazie occidentali e i valori che difendiamo. Ci ricordano che il terrorismo è una minaccia con cui conviviamo ogni giorno", aggiunge Borrell, precisando che "ora, come allora, siamo determinati a combattere il terrorismo in tutte le sue forme, ovunque".

Il politico spagnolo sottolinea inoltre che "i recenti eventi in Afghanistan ci obbligano a ripensare il nostro approccio, lavorando con i nostri partner strategici, come gli Stati Uniti e attraverso sforzi multilaterali, anche con le Nazioni Unite e la coalizione globale contro l'Isis".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: