Austria, inimmaginabile cambiare i Trattati sul Patto di stabilità

Ministro finanze Bluemel: 'Con Paesi con alto debito reagire in modo più rigoroso'

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il Patto di Stabilità e crescita è "un fondamento della Ue" e la discussione per la sua revisione "è all'inizio", ma "un cambiamento ad esempio del tetto del debito o del limite del disavanzo sarebbe di fatto una modifica dei Trattati e non posso immaginare che ciò sia possibile così facilmente". Così il ministro delle Finanze austriaco, Gernot Bluemel, arrivando all'Ecofin a Bruxelles. "Sono convinto che negli ultimi decenni il Patto abbia ottenuto esattamente ciò che doveva per la stabilità e la crescita. Se alcuni Paesi non hanno rispettato i criteri e quindi hanno livelli di debito troppo elevati, allora si dovrebbe reagire in modo più rigoroso affinché questi livelli di debito siano ridotti" poiché, ha evidenziato Bluemel, "in ogni crisi degli ultimi 10 anni abbiamo visto che i Paesi che hanno avuto grossi problemi non avevano i conti in ordine e dovremmo essere preparati per la prossima crisi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: