Ministro esteri ungherese vede Di Maio, 'tener fuori i migranti dall'Ue'

'In disaccordo su quote. Bruxelles ci aiuti e non dia lezioni'

Redazione ANSA

BRUXELLES -  Con Luigi Di Maio "anche se la pensiamo diversamente sulle ripartizione delle quote obbligatorie, siamo d'accordo sul fatto che la partenza dei migranti verso l'Europa deve essere stoppata il più lontano possibile". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjarto dopo aver incontrato il capo della diplomazia italiana a Strasburgo nel corso del passaggio di consegne della presidenza del Comitato dei ministri del Consiglio D'Europa. "La protezione dei confini marittimi così come di quelli terrestri sono entrambi importanti e i Paesi che proteggono i confini esterni" dell'Europa "dovrebbero ricevere sostegno e non lezioni da Bruxelles", sottolinea su Fb il ministro ungherese che - spiega - con Di Maio ha anche parlato del progetto d'investimento "per lo sviluppo dell'area acquistata dall'Ungheria nel porto di Trieste che sarà completata il prima possibile". Italia e Ungheria, sottolinea infine Szijjarto, mantengono "una stretta cooperazione militare, visto che la missione Nato in Kosovo avrà un comandante ungherese e un vice italiano che lavoreranno assieme il prossimo anno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: