Coronavirus: consigliere comunale Milano, a Bruxelles senza controlli particolari

Pacente a Comitato Ue Regioni, strumenti europei insufficienti per città. Rafforzare agenda urbana

Redazione ANSA

BRUXELLES - Da Milano Linate a Bruxelles "senza alcun controllo particolare" per prendere parte ai lavori del Comitato europeo delle Regioni (CdR). E' quanto racconta il consigliere comunale di Milano Carmine Pacente, che oggi partecipa alla seduta congiunta delle commissioni Coter (coesione) del Comitato e Trasporti del Parlamento Ue. Nei giorni scorsi il CdR aveva "fortemente raccomandato" alle persone provenienti da Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto di non entrare nei propri edifici. "Mi sono consultato con la delegazione italiana e abbiamo deciso di partecipare normalmente ai lavori delle commissioni. Settimana scorsa era qui la vicesindaca della città metropolitana di Milano, Arianna Censi", spiega Pacente, "il clima qui mi sembra abbastanza disteso".

Durante il suo intervento, il consigliere comunale ha trattato il tema della mobilità nei centri urbani europei. "Per affrontare problemi complessi nelle nostre città come la mobilità sostenibile, la qualità dell'aria o la coesione sociale, troviamo poco conforto negli strumenti europei disponibili oggi. Solo la politica di coesione è in grado di darci un contributo reale, per questo va rafforzata", ha detto. "Abbiamo bisogno di un'Agenda urbana europea molto più ambiziosa, anche finanziariamente, per il 2021-2027 - ha continuato - Stati, regioni e istituzioni europee ci vengano incontro. A Milano e in Lombardia siamo da tempo in prima linea per questo obbiettivo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: