Sassoli-Tzitzikostas, l'Europa sostenga i territori colpiti dal coronavirus

Raddoppiare sforzi anche per la gestione della crisi migratoria

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Abbiamo concordato che la salute dei cittadini viene prima di tutto, quindi l'Ue deve mostrare un sostegno concreto e solidarietà con i Paesi, le regioni e le città più colpite dall'epidemia di coronavirus. Dobbiamo definire urgentemente un piano congiunto europeo per il coordinamento fra tutti i livelli di governo in modo da informare i cittadini, agire in maniera proporzionata e assicurare che siano disponibili i giusti servizi". E' quanto chiedono i presidenti di Parlamento europeo, David Sassoli, e Comitato Ue delle Regioni (CdR), Apostolos Tzitzikostas, dopo un incontro a Bruxelles.

I due presidenti lanciano un appello per "raddoppiare gli sforzi" anche per affrontare la nuova crisi migratoria al confine con la Turchia, adottare un "ambizioso" bilancio Ue per il 2021-27 e "rafforzare" la democrazia europea. "Siamo d'accordo sul fatto che gli Stati Ue debbano essere solidali e adottare rapidamente la proposta del Parlamento Ue per la riforma del regolamento di Dublino" sui richiedenti asilo, spiega Tzitzikostas in una nota, in cui sottolinea che la crisi migratoria sarà in cima all'agenda della prossima sessione plenaria del CdR.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: