Covid: Schmit, Regioni essenziali per vincere sfida ripresa

Risposte importanti da enti locali. Investire in competenze

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Non è solo il turismo ad essere stato colpito dalla crisi pandemica. Le incognite per imprese e lavoratori sono enormi, ma le risposte giunte da città e regioni sono state notevoli. E il sostegno dell'Ue è senza precedenti". Così il commissario Ue per il Lavoro, Nicolas Schmit intervenendo durante la plenaria del Comitato delle Regioni a Bruxelles. Oltre alla crisi, i territori Ue devono affrontare le sfide collegate alle transizioni verdi e digitali, in termini di formazione e di occupazione. "Il settore automobilistico, che coinvolge 14 milioni di lavoratori, dovrà passare alla mobilità elettrica e 62 sindaci di regioni minerarie, soprattutto del carbone, hanno firmato il mese scorso per sostenere la transizione verde, dimostrando coraggio", ha detto Schmit. "La nostra risposta deve essere adeguata a questo coraggio".

Il commissario ha ribadito che bisogna investire sulle nuove competenze dei giovani e delle donne anche per colmare il gap di genere."Abbiamo elaborato una seconda garanzia giovani, Youth employment support, - ha detto - su cui è stato raggiunto un accordo informale ieri al Consiglio, in attesa di quello ufficiale". Inoltre, con il programma Sure l'Ue ha finanziato 100 miliardi di euro per la cassa integrazione di 40 milioni di persone. Secondo il commissario ci sono però ancora troppe diseguaglianze a livello retributivo. "Un lavoratore su dieci resta povero anche se lavora, nelle prossime settimane presenteremo un quadro per rendere uguali tutti i salari minimi in Europa" ha detto il commissario. "Agire contro le diseguaglianze significa agire contro la disoccupazione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: