Regioni e città 'ambasciatrici' del Patto Ue per il clima

Lancio della piattaforma partecipativa

Redazione ANSA

BRUXELLES - Partecipare alla nuova rete climatica dell'Ue in qualità di 'ambasciatori del Patto per il clima'. È l'invito rivolto ai membri del Comitato delle Regioni (Cdr) dopo che la Commissione Ue ha lanciato la piattaforma partecipativa a sostegno del Green deal europeo, per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Città, Regioni, enti locali e singoli individui potranno prendere parte all'iniziativa con l'impegno politico o registrando un evento satellite per condividere esperienze e conoscenze. Il CdR sosterrà gli 'ambasciatori' nell'organizzazione di attività che contribuiscano a sensibilizzare la popolazione e accelerare il cambiamento a livello locale.

Il sindaco di Varsavia Rafał Trzaskowski (Ppe), relatore del parere del CdR sul Patto per il clima, è intervenuto durante l'evento di lancio ufficiale sottolineando la necessità di coinvolgere le città "non soltanto perché consumano molta energia e sono responsabili del 70-80% delle emissioni mondiali, ma perché è a livello delle città che i cittadini si stanno impegnando nell'azione per il clima. Ci sentiamo responsabili - ha aggiunto Trzaskowski - e abbiamo bisogno che i cittadini si uniscano al percorso verso la neutralità climatica". La fase iniziale del Patto Ue darà priorità alle azioni su aree, trasporti, edifici e competenze 'verdi' per poi espandersi nel tempo grazie a un mandato aperto e in evoluzione proprio con i contributi delle persone e delle organizzazioni che si uniranno all'iniziativa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: