Regioni Ue, intenzionati a cooperare con territori Gb

Preoccupazioni e incertezze per Brexit

Redazione ANSA

BRUXELLES - Sviluppare nuovi legami con i territori britannici di propria iniziativa, data "la mancanza di una dimensione regionale strutturata nell'accordo Ue-Regno Unito", è l'intenzione espressa dal gruppo di contatto sulla Brexit del Comitato delle Regioni (CdR) riunitosi online. Nonostante il "sollievo" per il raggiungimento dell'accordo, non bisogna saltare a conclusioni affrettate sulla base di 11 giorni relativamente calmi di scambi commerciali, hanno sottolineato i partecipanti alla riunione.

Secondo il presidente del Consiglio regionale della Bretagna e leader del gruppo di contatto, Loig Chesnais-Girard, "dovremmo aspettarci che emergano molti problemi pratici e politici". "Cercherò di assicurarmi con il signor Barnier e il Parlamento europeo che i colloqui in corso sviluppino la dimensione regionale di questa relazione molto importante", ha aggiunto Chesnais-Girard. Le preoccupazioni manifestate dal gruppo riguardano la protezione dei dati, l'impatto sulle comunità di pescatori e l'abbassamento degli standard ambientali nel Regno Unito, ma anche le scorte, la lotta al Covid e l'incertezza per le imprese. Tra le sconfitte più spesso citate, la fine degli scambi Erasmus e della cooperazione scientifica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: