8 marzo: donne in politica locale, in Ue solo una su tre

Al CdR, sindaca Ciampino ricorda ricatto subito nel 2019

Redazione ANSA

BRUXELLES - Le donne rappresentano appena un terzo del milione di politici locali in Europa. È quanto emerge dai dati dell'Istituto europeo per l'uguaglianza di genere presentati all'evento online "Per più donne in politica", organizzato dal Comitato europeo delle Regioni (CdR) in occasione della Giornata internazionale della donna. Nel complesso, nei parlamenti e delle assemblee regionali le donne sono il 34%, il 36% nei governi regionali e il 17% dei sindaci eletti.

"Per le donne è difficile fare politica in queste condizioni", ha detto Daniela Ballico (FdI), sindaca di Ciampino e relatrice generale della prossima strategia per le persone con disabilità, ricordando una vicenda accadutale durante la campagna elettorale del 2019. In quell'occasione, Ballico era stata ricattata con la diffusione di alcune sue foto private, diventando bersaglio di insulti.

"Non si può immaginare cosa si prova svegliandosi e scoprendo che le proprie foto sono finite in giro per tutta la città. Fortunatamente i cittadini mi hanno creduta", ha sottolineato la sindaca, ricordando la vicenda come "un momento molto difficile" della sua vita e ammettendo di essersi sentita "molto sola". "È importante parlarne, così possiamo superare questi problemi", ha aggiunto.

I rappresentanti locali hanno messo in luce l'impatto della pandemia sulle donne chiedendo all'Ue e agli Stati membri di mettere in atto maggiori sforzi per colmare il divario di genere in politica e di affrontare il problema della violenza sulle donne.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: