Regioni Ue, salario minimo è pilastro sociale Unione

Per combattere povertà lavorativa e crisi post-Covid

Redazione ANSA

BRUXELLES - "I salari minimi dignitosi sono un elemento costitutivo importante del pilastro sociale europeo" e "il contributo dei lavoratori a basso reddito alle nostre società durante la crisi del Covid 19 merita un riconoscimento, ma soprattutto azioni concrete". Così Peter Kaiser (Pse), presidente della regione austriaca della Carinzia, ha presentato il suo parere sul salario minimo, approvato dal Comitato delle Regioni.

"Affinché il lavoro nell'Ue sia remunerativo per tutti, è necessario un obiettivo vincolante di un salario minimo che rappresenti almeno" il 50% del salario nazionale medio lordo - ha spiegato Kaiser-. "Questo processo di convergenza deve rispettare gli attuali sistemi nazionali dei salari e l'autonomia delle parti sociali."

Il parere del Comitato invita anche ad affrontare la povertà lavorativa con un approccio multiforme che tenga conto di altri fattori, quali il sistema fiscale, le iniziative di formazione, il livello delle prestazioni sociali e le politiche occupazionali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: