Città e regioni laboratori viventi del nuovo Bauhaus Ue

Creatività territori cruciale per progetto della von der Leyen

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Al di là della scelta politica e del cambiamento di mentalità, intraprendiamo insieme un nuovo viaggio di trasformazione fisica dei nostri spazi abitativi, delle nostre case e dei luoghi pubblici". Così la commissaria Ue per la Coesione territoriale, Elisa Ferreira, intervenendo nell'evento promosso dal Comitato europeo delle Regioni (CdR) dedicato alla dimensione territoriale del nuovo Bauhaus europeo.

L'iniziativa, annunciata dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen nel discorso sullo stato dell'Unione 2020 e ora in fase di progettazione, mira a combinare design, sostenibilità, inclusione e investimenti per contribuire alla realizzazione del Green Deal europeo. Nel dibattito di oggi si è sottolineato come il successo dell'iniziativa si basi sullo sfruttamento del potenziale creativo di città e regioni.

"Si tratta di portare il Green Deal al livello locale. Le città e le regioni sono i laboratori viventi di questo movimento che è essenzialmente basato sui luoghi", ha spiegato il presidente del Comitato europeo delle regioni, Apostolos Tzitzikostas, suggerendo di associare un'apposita etichetta alla prima edizione del premio New European Bauhaus, sull'esempio di Horizon. "Vogliamo trasformare il Green deal europeo in un progetto concreto" ha spiegato la commissaria Ue per la Cultura, Mariya Gabriel, sottolineando il ruolo di istruzione, ricerca e innovazione nella ridefinizione delle comunità, nonché della partecipazione dei cittadini all'iniziativa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: