Fedriga, regioni alleate del Parlamento Ue, abbiano parere ad hoc sulle leggi

'Ambire ad un'interlocuzione di maggior peso con la Commissione'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Le regioni con potestà legislativa vogliono essere un alleato prezioso del Parlamento europeo, ovviamente attraverso il Comitato delle Regioni, perché questo può e deve far sì che l'Unione europea sia percepita dai cittadini con sempre maggior vicinanza e sempre maggiore capacità di ascolto e attuazione delle loro necessità".

Così il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ad un evento online della 'Conferenza sul futuro dell'Europa e il coinvolgimento degli enti locali' organizzato dal Comitato delle Regioni.

Fedriga ha quindi suggerito la creazione di "una sorta di parere ad hoc dato dalle regioni con potere legislativo quando si va verso decisioni che intaccano o incidono sulle loro competenze". Anche il rafforzamento dei meccanismi esistenti, come la stessa Conferenza delle Regioni, potrebbe andare nella stessa direzione: "coinvolgendo un più ampio numero di regioni" affinché "possano trovare un maggiore ascolto".

Ora, ha sottolineato il governatore, l'Ue "non può passare che attraverso strutture istituzionali intermedie come sono le regioni che rappresentano le esigenze dei territori e degli stakeholder (azionisti, ndr)" locali.

Alla domanda sul futuro dell'Ue, Fedriga ha infine risposto: "noi dovremmo ambire ad avere un'interlocuzione di maggior peso con la Commissione stessa", che gioverebbe tanto ai governi nazionali quanto alla Commissione europea e "ai cittadini che rappresentiamo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: