Conclusioni 27 leader allontanano vertice Ue-Russia

Il rammarico del Cremlino: 'Dispiaciuti, colpa di Baltici e Polonia'

Redazione ANSA

Il Consiglio europeo ha escluso la possibilità di un vertice con Putin. Il testo della dichiarazione finale si limita ad indicare che l'Ue "esplorerà formati e condizionalità di dialogo" con Mosca.

La discussione "è stata dura", ha ammesso il presidente lituano Nauseda, secondo il quale "è troppo presto" per un vertice "perché finora non vediamo cambiamenti di atteggiamento" da parte della Russia. Più possibilista il premier belga De Croo, che sottolinea che "la strada resta aperta" per l'iniziativa.

 "Affinché l'Europa sia un giocatore e non un campo da gioco abbiamo bisogno di un dialogo con la Russia. Ma l'idea di arrivare ad un invito per venire a Bruxelles, verrebbe visto come una ricompensa ed andrebbe troppo" oltre. Lo ha detto il premier olandese, Mark Rutte, da subito freddo sull'ipotesi, a margine nel vertice europeo.

Il Cremlino "si rammarica" del rifiuto dell'UE alla proposta di un summit con Putin. Lo riporta la Tass. "Purtroppo siamo stati informati che un certo numero di Paesi si è opposto a questo dialogo al vertice di ieri. Sappiamo che si tratta soprattutto dei cosiddetti 'giovani europei': i Paesi baltici e la Polonia. Ci dispiace che questo sia successo", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. "Nel complesso Putin rimane interessato a stabilire un rapporto di lavoro tra Mosca e Bruxelles". "La posizione concettuale del presidente Putin, secondo la quale siamo pronti a spingerci tanto lontano nello stabilire relazioni quanto lo sono le nostre controparti, rimane rilevante e Putin lo ha detto ripetutamente", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: