Italia-Slovenia: Pahor, intenso ricordo incontro Mattarella

'Fu segno di amicizia e fiducia', un anno fa insieme a Basovizza

Redazione ANSA TRIESTE
(ANSA) - TRIESTE, 10 LUG - "Quella stretta di mano con il Presidente Mattarella è stato un momento molto importante, che io ho sempre considerato come un segno di amicizia e di fiducia.

Ma quella stretta di mano è stato un qualcosa di più. Come abbiamo confermato entrambi, in diverse occasioni, si è trattato del momento più importante del nostro percorso politico". "In quella stretta di mano c'era la dimostrazione della nostra ferma volontà a voler far vincere quel senso di convivenza, amicizia, di futuro comune europeo e del profondo credo nei valori europei che porteremo avanti". Lo ha detto il presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor intervenendo nel Palazzo municipale nel corso di un incontro con il sindaco, Roberto Dipiazza. Pahor ha fatto riferimento alla sua visita, praticamente un anno fa, per la celebrazione e l'omaggio reso con il Presidente Mattarella sui luoghi simbolo delle tragedie di queste terre di confine, a Basovizza.

Pahor stamani partecipa a alcuni incontri sul Carso, dove si trova la maggior parte della comunità slovena di Trieste, in occasione dei 30 anni dell'indipendenza del Paese. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: