Lgbtiq: Lega, siamo contro ogni discriminazione

'Ue non usi diritti come arma politica'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 11 MAR - "Condanniamo tutte le forme di violenza e discriminazione fondate sul sesso o sull'orientamento sessuale delle persone: questo per noi è un punto imprescindibile, ben espresso anche nella nostra proposta di risoluzione a firma del gruppo Id. Spiace che, come purtroppo già avvenuto in passato, Bruxelles cerchi di utilizzare un tema nobile come quello dei diritti come strumento per colpire gli avversari politici dell'attuale maggioranza in Ue: questo è un modus operandi che non possiamo condividere".

Così in una nota le europarlamentari della Lega firmataria della proposta di risoluzione ID, Annalisa Tardino (coordinatrice ID in commissione Libe), Simona Baldassarre, Isabella Tovaglieri (componenti commissione Femm).

"l riferimenti all'articolo 7 in maniera strumentale per attaccare il popolo polacco, così come quelli all'immigrazione e alle corsie preferenziali per migranti Lgbtq ben poco hanno a che vedere con l'argomento in oggetto, ma fungono solo come strumenti di propaganda - prosegue la nota -. Per questo abbiamo presentato una nostra proposta di risoluzione, che condanna ogni forma di incitamento illecito alla discriminazione, all'odio o alla violenza nei confronti di chiunque, ribadendo altresì che l'Ue deve essere uno spazio di libertà per tutti e che ciò include anche il diritto alla non discriminazione e il diritto alla sicurezza, nel rispetto delle scelte politiche degli Stati membri".

Secondo le eurodeputate della Lega "se Bruxelles vuole strumentalizzare politicamente un tema serio e delicato come arma di ricatto e di propaganda, non possiamo essere a favore; se invece vuole combattere seriamente e concretamente le discriminazioni, la Lega c'è e ci sarà sempre". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: