Ciocca (Lega), l'Europa blocchi import riso da Myanmar'

Iniziativa europarlamentare Ciocca e assessore lombardo Rolfi

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 18 MAR - "L'Europa blocchi l'import di riso dal Myanmar": è questa la petizione online che l'europarlamentare pavese della Lega Angelo Ciocca, membro permanente della Commissione Agricoltura al Parlamento europeo, e l'assessore lombardo all'Agricoltura, Fabio Rolfi, chiedono che l'Europa in occasione del Consiglio Affari esteri di lunedì prossimo valuti di proporre la totale sospensione del regime agevolato Eba concesso al Myanmar in seguito al recente colpo di stato (https://www.angelociocca.eu/petizionerisomyanmar/).

"E' necessario che le istituzioni europee prendano una posizione netta a tutela del comparto risicolo europeo ed italiano circa il tema dell'import dal Myanmar di riso varietà Japonica - affermano gli esponenti politici -, dal momento che questa rappresenta la tipologia maggiormente importata in Ue e non coperta dalla clausola di salvaguardia.

Importazioni cresciute in modo significativo negli ultimi anni, + 80%".

"Lunedì il Consiglio Ue affari esteri valuterà una modifica al regolamento concernente misure restrittive nei confronti del Myanmar/Birmania - sottolineano Ciocca e Rolfi -. In seguito al colpo di Stato del 1 febbraio e alle ripetute violazioni dei diritti umani il regime agevolato Eba di cui gode il Myanmar deve essere sospeso e i dazi sulla varietà Japonica reintrodotti. L'Europa non può siglare accordi commerciali con chi non rispetta i diritti umani.

Agevolazioni tariffarie che dovrebbero infatti permettere a questi Paesi di creare opportunità di sviluppo, e di migliorare tra l'altro il rispetto dei diritti umani, appaiono nell'attuale quadro del tutto ingiustificate". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: