Evi,Tav incompatibile con Green deal, Ue fermi finanziamenti

Inviata lettera a Commissione, firmata da altri 20 eurodeputati

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 22 MAR - "Le proiezioni scientifiche in base a cui il Tav Torino-Lione continuerà a produrre emissioni oltre il 2050 confermano che questo progetto è un crimine ambientale, da fermare al più presto". Così Eleonora Evi, europarlamentare dei Verdi europei e titolare in commissione Ambiente, a commento di una lettera, da lei promossa e firmata da altri 20 eurodeputati, che è stata inviata a Frans Timmermans, vice-presidente esecutivo della Commissione europea con delega al Green Deal, e al Commissario all'ambiente Virginijus Sinkevicius.

L'iniziativa parlamentare - precisa la nota - segue una lettera aperta con cui un gruppo di scienziati, guidati da Luca Mercalli della Società Meteorologica Italiana, aveva denunciato l'insostenibilità del progetto di collegamento ferroviario.

"Come può la Commissione continuare a sostenere una maxi opera dall'impatto climatico e ambientale devastante mentre cerca di costruire un'economia neutrale rispetto al clima?", si chiede Evi. "O sono in possesso di stime delle emissioni incorporate del Tav che contraddicono queste proiezioni, e a questo punto occorre renderle pubbliche, oppure i finanziamenti europei alla Torino-Lione vanno fermati immediatamente", conclude la nota. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: