Covid: Sofo (Ecr), garanzie uso dati personali in green pass

'Interrogazione a Ue. No all'obbligo di vaccino per viaggiare'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 02 APR - "La proposta fatta dalla Commissione europea di un certificato verde digitale per rendere più sicura la libera circolazione all'interno dell'Ue durante il Covid necessita di un'ingente raccolta di dati personali dei cittadini europei sulla quali è necessario sorvegliare affinché ci sia un utilizzo corretto dei dati particolarmente sensibili (impedendo ad esempio utilizzi per finalità commerciali) e che non si verifichino violazioni delle libertà costituzionalmente garantite dagli Stati membri". Lo afferma in una nota l'europarlamentare Vincenzo Sofo di Fratelli d'Italia.

"Peraltro l'introduzione di un certificato di tale natura può essere percepito come il preludio di un processo volto a introdurre un vero e proprio obbligo vaccinale - prosegue Sofo -. Ho presentato dunque un'interrogazione al commissario europeo alla salute per chiedere di confermare che tale certificato non si traduca in un primo atto volto a introdurre successivamente un obbligo vaccinale e di spiegare quali soggetti realizzeranno il certificato e gestiranno i relativi dati personali".

Ma anche, spiega l'eurodeputato per chiedere in "che modo tali dati verranno raccolti, come verranno garantiti la privacy dei cittadini e il non utilizzo dei loro dati per altre finalità da parte dei soggetti gestori". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: