Recovery: Beghin (M5S),preoccupano ritardi da pochi paesi Ue

'Rischiano di danneggiare tutti'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 14 APR - "I ritardi di pochi Paesi europei nel processo di ratifica del piano Next generation EU rischiano di danneggiare tutti, in primis i cittadini che aspettano l'avvio di progetti e investimenti per far ripartire economia e lavoro. Far cadere nel vuoto l'appello ad accelerare, lanciato oggi dal Commissario europeo per il Bilancio Johannes Hahn, sarebbe grave e irresponsabile". Così in una nota Tiziana Beghin, capodelegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

"Ci auguriamo dunque che ci sia da parte di tutti una ulteriore assunzione di responsabilità affinché prevalga l'interesse generale. Apprezziamo, infine, la decisione comunicata oggi dalla presidente Ursula Von der Leyen di raccogliere il 30% delle risorse del piano Next generation EU attraverso l'emissione di green bond - prosegue la nota -. Siamo certi che questa forma di sostegno finanziario alle politiche ambientali rafforzerà il raggiungimento dell'obiettivo di un Continente a neutralità climatica entro il 2050". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: