Salario minimo: Rondinelli (M5s), bene avvio negoziati

'Ma su percorso insidie Paesi scandinavi ed Est Europa'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 06 DIC - "L'avvio dei negoziati europei per l'approvazione finale della direttiva sul salario minimo è sicuramente una bella notizia. La tempestività della risposta del Consiglio tuttavia non deve illuderci sulle difficoltà di un percorso che sarà pieno di insidie viste le posizioni di molti Paesi scandinavi e dell'Est Europa". Così in una nota l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle, Daniela Rondinelli.

"Il testo del Consiglio è infatti decisamente meno ambizioso di quello approvato dieci giorni fa dall'altro co-legislatore, il Parlamento europeo, ma noi confidiamo nella futura Presidenza francese dell'Unione europea che ha messo l'approvazione del salario minimo e di norme efficaci contro le delocalizzazioni e il dumping salariale in cima alla sua agenda", prosegue la nota.

"L'Unione europea deve dare una risposta chiara e forte alle grandi attese riposte dai lavoratori sottopagati, e in particolare dai giovani, in questo provvedimento che deve essere ambizioso. Come dimostrato da un sondaggio Quorum-Youtrend per SkyTg24, i giovani mettono il salario minimo al primo posto delle politiche da mettere in campo per valorizzare il loro contributo nella società del futuro, segno che la battaglia di civiltà per restituire dignità al lavoro è quella giusta da fare", conclude Rondinelli. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: