Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. Expo Dubai: Covid CXR, hackathon usa IA per lotta a pandemia

Expo Dubai: Covid CXR, hackathon usa IA per lotta a pandemia

Promossa da istituto Iit, Fondazione Bruno Kessler e Unimore

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 01 FEB - Applicare i software e i modelli di analisi più avanzati di Intelligenza artificiale e di machine learning alla risoluzione di un problema reale e urgente, ovvero l'interpretazione dei dati clinici legati a Covid-19, con l'obiettivo di facilitare il lavoro dei medici in corsia. E' la sfida lanciata alla comunità scientifica internazionale con l'Hackathon "Covid CXR", organizzata da Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), Fondazione Bruno Kessler e Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore) e presentata oggi a Expo 2020 Dubai, in occasione dell'evento internazionale "Artificial Intelligence & Cybersecurity for human health" organizzato da Italia, Israele ed Eau al Padiglione Italia.
    L'hackathon online - riferisce una nota - è aperto a studenti, dottorandi e team di ricercatori, durerà un mese ed è promossa dalle unità di Genova, Modena e Technion (Israele) della rete europea Ellis e dalla Fondazione Bruno Kessler, con il supporto di Cini Aiis (National Laboratory of Artificial Intelligence and Intelligence Systems), Bracco Imaging, Centro Diagnostico Italiano e Nvidia Uae.
    Covid CXR Hackathon vuole affrontare in maniera innovativa, attraverso l'IA, una delle principali questioni sollevate durante l'emergenza Covid-19, ovvero l'onere di cura aggiuntivo per le infrastrutture sanitarie, che spesso si avvicina o supera le capacità di trattamento. Le tecniche sviluppate grazie al machine learning potrebbero aiutare i medici a distinguere tra i pazienti che possono essere trattati in sicurezza a casa e quelli che potrebbero richiedere una terapia intensiva in ospedale, migliorando la pianificazione e l'allocazione più efficace delle risorse disponibili.
    I partecipanti all'hackathon dovranno sviluppare sistemi in grado di elaborare i dati reali riguardanti il primo ricovero di pazienti Covid e provenienti da diverse strutture sanitarie del Nord Italia attive durante i primi focolai. Si tratta, quindi, di immagini la cui qualità e formato è molto variabile e i cui dati clinici possono risultare incompleti. Le proposte vincenti saranno quelle che oltre a presentare sistemi intelligenti con una migliore accuratezza nella prognosi, saranno arricchite da caratteristiche di spiegabilità e trasparenza, tali da essere comprese e utilizzate dal personale medico non esperto di intelligenza artificiale. I contributi verranno valutati da un gruppo di medici e informatici.
    "Questa iniziativa, inserita nella prestigiosa vetrina di Expo Dubai, testimonia innanzitutto l'alto livello della comunità italiana nell'ambito dell'Intelligenza artificiale e sottolinea l'importanza della ricerca fondazionale in questo settore", ha detto Rita Cucchiara, direttore dell'Artificial Intelligence Research and Innovation Center di Unimore. "Solo attraverso la ricerca avanzata si possono ottenere soluzioni concrete e impatti significativi a vantaggio della salute di tutti e a supporto dell'industria della salute". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: