Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. Expo Dubai:Capossela,concerto su terra e paesi per sostenibilità

Expo Dubai:Capossela,concerto su terra e paesi per sostenibilità

Cantautore al secondo concerto alla manifestazione con Ex-Ponz

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 13 MAR - Vinicio Capossela torna all'Expo Dubai mettendo al centro la terra e i paesi dell'interno italiano, in un concerto "pensato soprattutto per parlare di sostenibilità in questo luogo, che mi pare il più insostenibile del pianeta come realizzazione in sé". Ma "allo stesso tempo, proprio perché è forse un luogo dove l'imprinting dell'uomo raggiunge forse il suo più alto picco, è adatto per interrogarsi sulla sostenibilità", ha detto il cantautore in conferenza stampa al Padiglione Italia, evidenziando come la riflessione su un mondo più sostenibile sia anche legato al tema del conflitto dell'Ucraina, "frutto della cultura del combustibile fossile che ha un ruolo determinante in moltissime guerre".
    Quella di oggi è la seconda esperienza all'esposizione universale per Capossela dopo l'appuntamento "emozionante" di novembre con il concerto Bestiale Comedia. Dopo la cultura scritta della Commedia dantesca, nel concerto di oggi al Millennium Amphiteatre protagonista è la cultura orale. "Nel girare il Padiglione Italia" a novembre "mi sono reso conto di avere il desiderio di sottolineare la dimensione dei paesi" dell'Italia, che "è un Paese di paesi che hanno subito un po' tutti una sorte simile, con il mutamento demografico, la perdita di servizi, e allo stesso tempo conservano una memoria ma anche una possibilità diversa offerta dai cambiamenti della società e quelli imposti dalla pandemia. Mi sembrava un po' il soggetto da mettere alla base di questo concerto", ha spiegato Capossela.
    L'appuntamento si intitola Ex-Ponz Dubai, un gioco di parole tra Expo e lo Sponz Fest, la manifestazione giunta quest'anno alla decima edizione "che di più mi ha permesso di approfondire questo lato" dell'Italia. Un tipo di esperienza "che ha messo al suo centro riflessioni su tematiche che riguardano l'ambiente, la sostenibilità" e quest'anno sarà "una riflessione sulla terra e soprattutto sulle terre dell'interno" del nostro Paese.
    L'esperienza 'esportata' a Dubai vede il supporto della proiezione delle immagini di quei paesaggi e luoghi italiani che sono stati protagonisti delle edizioni passate del festival, e musicalmente attinge al repertorio di Canzoni della Cupa e a Ballate per uomini e bestie, con il contributo di una band convenuta da diversi angoli d'Europa.
    "La musica è già scambio, qualcosa che non potrebbe prevedere il conflitto", ha poi detto Capossela, riflettendo su come la cultura possa contribuire al dialogo nella guerra in Ucraina, dove quanto sta accadendo "è terribile, ma nello stesso tempo ci sono altre decine di conflitti altrettanto terribili in corso.
    Se anche soltanto ci limitiamo a considerare il tema della sostenibilità, è una catastrofe sotto ogni punto di vista, pensando a questa corsa agli armamenti che sottrarrà sicuramente risorse a tutto quello che poteva essere la riconversione di questo mondo. Questa guerra è anche il frutto della cultura del combustibile fossile che ha un ruolo determinante in moltissime guerre". La musica "naturalmente può servire a tenere vive le coscienze così come ogni forma di cultura. Quello che è tragico e che in situazioni così divisive, le voci critiche sono le prime messe a tacere, la verità la prima a soccombere" e "le armi della cultura sono forse le uniche che bisogna implementare per impedire l'affermazione di ogni negazione di cultura, che è appunto la guerra", ha concluso. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: