Lazio
  • Beatrice Rana, che emozione riavere il pubblico a Santa Cecilia

Beatrice Rana, che emozione riavere il pubblico a Santa Cecilia

Star del pianoforte il 13/5 apre i concerti con gli spettatori

di Luciano Fioramonti (ANSA) - ROMA, 07 MAG - ''Sono stata la prima a fare i concerti senza pubblico a Santa Cecilia. Tornare ora per il primo degli appuntamenti con gli spettatori in sala è molto emozionante, una grande gioia''. Beatrice Rana, la giovane stella del pianoforte già da tempo al centro della scena per i successi e i riconoscimenti conquistati in Italia e all'estero, descrive così all'ANSA il suo stato d'animo in vista della serata del 13 maggio a Roma, quando aprirà la serie di concerti dell'Accademia Nazionale che segnano il ritorno a una sorta di 'normalità' dopo sei mesi di musica senza gli applausi e il calore di una platea vera e propria. Ai fedelissimi di Santa Cecilia proporrà Il concerto per pianoforte n. 1 di Brahms, con l'orchestra diretta dal maestro inglese Alpesh Chauhan, al suo debutto sul podio dell' Auditorium Parco della Musica.
    ''Ho eseguito il concerto di Brahms questa settimana a Copenaghen - dice al telefono dalla capitale della Danimarca -.
    E' un concerto che amo moltissimo perché è di una intensità incredibile, tra i più ampi della letteratura pianistica.
    Sicuramente è una bella impresa. Richiede una grande intesa con l'orchestra, a maggior ragione ho pensato di proporlo a Santa Cecilia con la quale c'è una bella conoscenza''. La serata restituirà anche agli appassionati della classica il piacere dell'incontro ravvicinato con la fuoriclasse della tastiera. ''Non vedo l'ora di rivederli - confessa Beatrice Rana -. In questi mesi mi è mancata moltissimo la presenza del pubblico.
    Sicuramente in questo anno e mezzo di emergenza sono cambiate tante cose. Una esperienza del genere è devastante dal punto di vista psicologico. Il rapporto con il pubblico si coltiva con il tempo. Non avere l' opportunità di farlo concretamente ma soltanto a distanza è davvero molto difficile. Tornare con gli spettatori in sala fa molto effetto perché cambia completamente il tipo di interazione''. A settembre uscirà il suo nuovo disco per Warner Classics registrato a Berlino e interamente dedicato a Chopin con gli Studi op. 25 e i Quattro Scherzi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma



        Modifica consenso Cookie