Lazio
  • Quirino, stagione per 150 anni, da Lavia a D'Abbraccio

Quirino, stagione per 150 anni, da Lavia a D'Abbraccio

Prologo dal 24/9 al 31/10. In cartellone anche Rea, Barba, Poli

(ANSA) - ROMA, 12 LUG - Il Teatro Quirino - Vittorio Gassman, festeggia, con qualche mese di ritardo, vista la pandemia, 150 anni di vita (è stato costruito a Roma nel 1871) e per la stagione 2021 /2022, al via il 2 novembre, confeziona una stagione con nomi come Gabriele Lavia, Mariangela D'Abbraccio, Leo Gullotta, Carlo Buccirosso, Elisabetta Pozzi, Alessandro Haber, Lucia Poli, Marco Paolini, Vanessa Gravina, Giuseppe Cederna, Paolo Bonacelli, Emilio Solfrizzi, Paola Quattrini, Enrico Guarneri, Maurizio Micheli, Geppy Gleijeses, Moni Ovadia, Guglielmo Ferro. Il sipario si riaprirà però quasi due mesi prima, con un un prologo di otto spettacoli, a prezzi speciali (per accedervi si potranno utilizzare i voucher delle passate stagioni), fino al 31 ottobre. Sarà "un pot-pourri di piccoli e grandi eventi, dalla ricerca alla nuova drammaturgia, al concerto, alla grande prosa - spiegano i direttori artistici Gleijeses (anche presidente onorario del teatro) e Ferro - anche in attesa e nella fondata speranza che le restrizioni finiscano del tutto e che la nostra capienza possa essere utilizzata in pieno e in sicurezza".
    Tra i protagonisti del prologo il maestro della sperimentazione teatrale Eugenio Barba con Lorenzo Gleijeses e Julia Varley (Una Giornata Qualunque Del Danzatore Gregorio Samsa); Claudio Di Palma con Danilo Rea al pianoforte per Maradona Concerto; Lucia Poli in La Pianessa, omaggio ad Alberto Savinio.
    A dare il via alla stagione è Le Leggi Della Gravità dal romanzo di Jean Teulé, con Gabriele Lavia (anche regista) e Federica di Martino. Si prosegue, fra gli altri con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina e Roberto Valerio (anche regista) in Tartufo di Molière; Carlo Buccirosso in una nuova edizione di Colpo di scena; Emilio Solfrizzi in Il Malato immaginario; Elisabetta Pozzi per Le Troiane; Mariangela D'Abbraccio E Daniele Pecci in Un Tram Che Si Chiama Desiderio. Leo Gullotta è mattatore in Bartleby Lo Scrivano; Alessandro Haber in Morte di un commesso Viaggiatore; Marco Paolini per Ulisse Filò. Moni Ovadia e Giuseppe Cutino dirigono Mario Incudine in Mimì Da Sud A Sud sulle note di Domenico Modugno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma



        Modifica consenso Cookie