Marche

Vezzali, sport sesta industria Italia ma non valorizzato

Messaggio sottosegretario a Conferenza Regionale Sport Marche

(ANSA) - ANCONA, 30 GIU - "Lo sport oggi rappresenta la sesta industria del Paese. Si fonda su un esercito di volontari e appassionati, ma soprattutto non è ancora valorizzato come agenzia educativa. Il rapporto con la scuola è deficitario e questa è una mia battaglia politica". Così la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali in un messaggio inviato alla prima Conferenza regionale Sport e Tempo libero delle Marche. "Il dato più preoccupante - si legge nel messaggio - è che l'Italia è al quint'ultimo posto in classifica tra i Paesi Europei per numero di praticanti di attività sportiva. Le cause, nelle Marche per esempio, riguardano anche l'indice basso di impiantistica sportiva. La migliore provincia è Fermo al 20esimo posto in Italia. Dobbiamo quindi ripartire dal territorio e dalla sinergia con gli enti locali". Vezzali ha ricordato che "proprio dalle mie Marche ho voluto lanciare un messaggio di ripartenza dello sport italiano. Con il presidente Acquaroli il mese scorso siamo stati a Monte Giberto per inaugurare un campetto sportivo, la cui rigenerazione è stata finanziata grazie ai fondi 'Sport e periferia'. Un piccolissimo impianto ma assai simbolico".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie