Percorso:ANSA > Nuova Europa > Macedonia > Balcani: S&D, ok adesione ma no compromessi su stato diritto

Balcani: S&D, ok adesione ma no compromessi su stato diritto

Il voto al Pe su Albania, Macedonia Nord, Kosovo, Serbia

26 marzo, 11:15
(ANSA) - BRUXELLES, 26 MAR - Sostegno all'allargamento ai Balcani, ma nessun compromesso su stato di diritto e democrazia.

Il gruppo S&D (socialisti e democratici) del Parlamento europeo prende posizione sulle quattro relazioni ieri al voto in plenaria relative al processo di integrazione europea di Albania, Macedonia del Nord, Serbia e Kosovo. Lo si legge in una nota del gruppo.

Per l'eurodeputato Tonino Picula, coordinatore per gli affari esteri e relatore del Pe sull'allargamento nei Balcani, il futuro della regione "resta all'interno di un'Ue forte e unita", esprimendo "sgomento per il continuo fallimento del Consiglio nell'avvio dei negoziati di adesione con Tirana e Skopje".

Picula, tuttavia, aggiunge che i Paesi dovranno continuare "il percorso di riforma verso le leggi, gli standard e i valori dell'Ue" e che il gruppo non scenderà a compromessi in merito.

A questo proposito Demetris Papadakis, negoziatore del rapporto sulla Serbia, sottolinea come Belgrado non abbia conseguito "risultati convincenti in ambiti come magistratura, libertà di espressione e lotta alla corruzione" e denuncia il tentativo "deplorevole" del gruppo del Ppe di annacquare le criticità presenti nella relazione.

Positivo, invece, il bilancio sul percorso europeo di Albania e Macedonia del Nord di cui si riconoscono i progressi compiuti nell'agenda delle riforme. Quanto al Kosovo, da una parte, si auspica la ripresa del dialogo con Belgrado e una maggiore stabilità politica, dall'altra si chiede all'Ue di fare la sua parte concedendo al Paese la liberalizzazione dei visti. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati