PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Grandi e piccole opere
  4. Aosta, 250.000 euro per riqualificazione teatro Giacosa

Aosta, 250.000 euro per riqualificazione teatro Giacosa

Obiettivo sanare problematiche della struttura

Redazione ANSA AOSTA

(ANSA) - AOSTA, 11 LUG - Un finanziamento di 250.000 euro è stato assegnato - nell'ambito del Piano nazione di ripresa e resilienza (Pnrr) - per l'intervento di riqualificazione energetica e tecnologica dello storico teatro "Giacosa" di Aosta. L'obiettivo è sanare le problematiche della struttura relative all'isolamento delle pareti perimetrali, provvedendo alla coibentazione della copertura, alla sostituzione dei serramenti e alla realizzazione della ventilazione meccanica controllata.
    Per quanto riguarda l'involucro esterno, è previsto l'isolamento termico delle pareti perimetrali dell'edificio che attualmente non risultano coibentate con pannelli di materiale isolante e lastre di finitura in cartongesso, mentre per la coibentazione della copertura verranno posati pannelli isolati e ventilati, composti da uno strato esterno in lamiera di acciaio zincato protetto nella faccia superiore da un rivestimento anticorrosivo e insonorizzante.
    Gli attuali serramenti a vetro singolo o a doppio vetro di vecchia tecnologia saranno sostituiti da nuovi elementi in Pvc dotati di vetrocamera con triplo vetro basso emissivo.
    Infine, la ventilazione meccanica controllata sarà realizzata attraverso una nuova Unità di trattamento aria del tipo a "tutt'aria" che abbinata a una pompa di calore per il riscaldamento della platea garantirà sia la portata di aria esterna, sia un salto in avanti in termini di efficienza energetica e quindi un ambiente più sano e sostenibile, oltre che la disponibilità, prima assente, del raffrescamento estivo.
    Gli interventi dovrebbero garantire una sensibile riduzione dei consumi di energia del teatro. In particolare, l'indice di prestazione energetica totale dell'edificio si ridurrebbe del 64,4%, con una netta diminuzione della quota di energia non rinnovabile (-71,0%) e un notevole aumento di quella rinnovabile (+250%). La prestazione energetica globale del fabbricato otterrebbe un vistoso incremento, riassunto dal miglioramento di classe energetica, che, a seguito degli interventi, passerebbe dalla classe "E" alla classe "A3". Inoltre, è prevista una diminuzione del livello di emissioni di CO2 emessa pari al 72,5%. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: