Veneto

  • Mutui sospesi per Comuni e Province, un accordo importante per il presidente di Anci Veneto
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Veneto

Mutui sospesi per Comuni e Province, un accordo importante per il presidente di Anci Veneto

ANCI Veneto

Anci Veneto comunica che è stato raggiunto tra Abi, Anci e Upi l’accordo per la sospensione di un anno della quota capitale dei mutui dei Comuni e delle Province. Gli enti locali potranno chiedere alle banche aderenti la sospensione per un anno delle rate dei finanziamenti in scadenza nel 2020. Tutto questo significa una liquidità aggiuntiva per le maggiori spese dovuti alla diffusione del Covid-19. E' quanto si legge in una nota congiunta.

L'accordo prevede, tra l'altro:

-la possibile sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei mutui in essere in scadenza nel 2020, per un periodo di 12 mesi;

-nessuna modifica alle condizioni economiche previste contrattualmente (il tasso di interesse al quale viene realizzata l'operazione di sospensione è quello originariamente previsto nel contratto e le banche aderenti non applicheranno alcuna commissione all'operazione di sospensione);

-la corresponsione degli interessi maturati nel periodo di sospensione alle scadenze contrattualmente previste;

-l'estensione della durata del piano di ammortamento originario di 12 mesi al termine della sospensione.

Il Presidente di Anci Veneto, Mario Conte, commenta con soddisfazione la sottoscrizione dell'accordo: “uno strumento utile e utilizzabile per i Comuni e una boccata d’ossigeno per le finanze delle amministrazioni comunali. I Comuni stessi, però, hanno bisogno di interventi muscolari per costruire il futuro. Le misure come queste ci permettono di superare l’emergenza, ma non di ripartire e mettere in campo azioni shock. Per un’emergenza straordinaria servono misure straordinarie”. 

L'accordo, conclude la nota, si applica ai Comuni, alle Province e agli altri enti locali che intendono aderire: città metropolitane, comunità montane, unioni di comuni e consorzi fra enti locali. Nell'accordo è previsto che le banche possano applicare misure di maggior favore per gli enti locali rispetto a quelle previste nell'accordo stesso.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie