Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Di corsa per 200 chilometri per malati sclerosi multipla

Di corsa per 200 chilometri per malati sclerosi multipla

Impresa 28enne per raccogliere donazioni per ricerca

 Di corsa ad aiutare chi deve combattere contro la sclerosi multipla e altre patologie aggressive. Di corsa nel vero senso della parola: Luca Schirru, 28 anni, partirà da piazza Yenne a Cagliari e raggiungerà piazza Italia a Sassari percorrendo a piedi oltre 200 chilometri. Unico aiuto, si fa per dire: una bici per un piccolo tratto di quindici chilometri vicino a Cuglieri particolarmente impervio. Una ultra maratona che ha un obiettivo: raccogliere fondi per le associazioni che si occupano dei malati di sclerosi multipla.

"Basta l'equivalente di un caffè - spiega Schirru all'ANSA - e si può fare tanto". La molla è nata proprio in ospedale: Luca è entrato in contatto con diversi pazienti. E ha deciso di voler fare qualcosa per loro. Come? Con quella che è la sua passione la corsa: "La sclerosi multipla non si conosce abbastanza - racconta - ed è importante una attività di sensibilizzazione proprio per richiamare l'attenzione su questa patologia e poter fare sempre di più per dare una mano a chi convive con questo problema".

La partenza è fissata da piazza Yenne alle 8.30 venerdì 9 luglio. Schirru proverà a raggiungere Sassari in tre giorni: domenica pomeriggio dovrebbe essere in piazza Italia. Il percorso è già nella testa del runner: solo strade provinciali e due pernottamenti. Prima tappa Oristano, seconda dalle parti di Sindia. E poi finalmente il traguardo. La corsa è il pane quotidiano di Schirru: "Nonostante il lavoro - spiega - riesco sempre a ritagliarmi del tempo per correre almeno per una quindicina di chilometri. Un'attività sportiva che fa bene al corpo e alla mente". Per le donazioni è importante seguire le indicazioni di Luca dai social. I fondi saranno utilizzati per aiutare la ricerca. Ma la maratona servirà a ricordare anche che tante persone soffrono e combattono per la sclerosi multipla. E che la scienza- mettendosi a correre anche grazie a donazioni e finanziamenti- può fare molto per aiutare i pazienti.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie