Violentata in una scuola a Roma, caccia all'uomo

La donna fa la cuoca nella mensa di un istituto della periferia sud della Capitale. Minacciata e rinchiusa in un ripostiglio. Poi dà l'allarme

E' stata violentata all'interno della scuola dove lavora mentre gli alunni erano in classe. Una mattina da incubo per una cuoca di un Istituto scolastico di Roma del Torrino, periferia sud della Capitale.
    Erano le dieci e la donna era intenta al suo lavoro nelle cucine della mensa dell'Istituto quando, ha poi lei stessa raccontato, uno sconosciuto è entrato e l'ha aggredita. L'uomo ha colto la dipendente dell'Istituto di sorpresa. L'ha minacciata con un coltello, presumibilmente preso dalla cucina, l'ha derubata e poi l'ha stuprata. L'uomo ha poi rinchiuso la vittima in un ripostiglio ed è fuggito da dove era entrato, ovvero da un ingresso secondario del grande complesso scolastico dove si stanno svolgendo le lezioni. Per questo nessuno lo avrebbe notato e ha potuto agire indisturbato.
    La donna, una volta accertatasi che l'aggressore non era più nei paraggi e benchè sotto shock, ha allertato la dirigente scolastica chiamandola col suo cellulare: la preside è arrivata e l'ha liberata.
    Poi la denuncia alla polizia. E' subito scattata una caccia all'uomo. La donna ha descritto l'aggressore come straniero e ha raccontato agli agenti gli attimi di terrore vissuti sempre sotto la minaccia di un coltello.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie