Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Arte
  4. Blu, l' universo liquido di Danilo Bucchi

Blu, l' universo liquido di Danilo Bucchi

A Roma le ultime tele dell' artista a Visionarea Art Space

(di Luciano Fioramonti) (ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il colore sinuoso scorre sullo sfondo bianco della tela. ''Un blu minerale e boreale, scivoloso tra anse che si allargano e stringono, tra rivoli che schizzano e compattano la densità cromatica, tra curvature elastiche che fanno pensare al Pianeta visto dal cielo ma anche al microcosmo che l'occhio nudo non percepisce''. Così ''l' universo liquido'' dell' artista Danilo Bucchi viene raccontato dagli smalti delle sue 14 grandi opere recenti riunite a Roma nella mostra 'Blu' dal 19 gennaio al 3 aprile a Visionarea Art Space - Auditorium della Conciliazione, finestra aperta sull' arte contemporanea.
    Per Gianluca Marziani, curatore dell' esposizione, ''è il nuovo regalo dell' artista alla Capitale, un regalo speciale che sancisce, nonostante l'animo cosmopolita e l'apprezzamento internazionale di Danilo Bucchi, il suo particolare rapporto con la città eterna''. Il nuovo ciclo del pittore, che è stato ospite nel 2015 della Biennale di Venezia e nel 2019 della galleria Pièce Unique a Parigi, propone ''una novità sostanziale verso un colore ad alta caratura simbolica, elaborato con la consueta e meticolosa attenzione al rituale cromatico, al suo incidersi sul bianco netto dei fondali. Una coscienza gestuale che affronta il ritmo e gli equilibri del segno, captando valenze liquide che solo il blu intuisce e sostiene con empatia mediterranea''.
    Bucchi torna a esporre nella sua Roma dopo ''Il paese dei balocchi'' del 2014, opera permanente presente al MAAM, il Museo dell' Altro e dell' Altrove di Metropoliz, nato nel 2012 in una ex fabbrica romana occupata e divenuto uno dei principali luoghi dell' arte contemporanea indipendente, e Assolo realizzato nel 2015 sull' intera parete di un edificio a Tor Marancia, che lo ha visto anche protagonista alla Biennale Architettura di Venezia. Negli ultimi 20 anni l' artista ha esposto in Europa, America ed Estremo Oriente e nel 2018 è entrato, a soli 40 anni, nella collezione permanente della Galleria Nazionale D'Arte Moderna e Contemporanea di Roma con l'opera Liquid. Dal 2020 il suo monumentale murale intitolato ''Per vivere si muore'' dedicato all' integrazione e all' unione tra i popoli campeggia lungo i 270 metri del molo di Giardini Naxos, in Sicilia.
    Achille Bonito Oliva, presentando nel 2017 Lunar Black, la mostra personale al Macro di Roma, lo ha descrtitto come ''un artista nomade che dipinge sulla pelle del mondo, con una pittura che va alla ricerca dell' immagine attraverso un segno che si sviluppo e cerca riconoscimento''.
    La mostra che presenta gli ultimi lavori del pittore romano apre l' attività del 2022 di Visionarea Artspace, progetto sostenuto per il sesto anno consecutivo dalla Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale, presieduta Emmanuele Emanuele. "Danilo Bucchi si conferma un magnetico unicum nell'attuale panorama pittorico - sottolinea Marziani -. La sua identità iconografica lo colloca in un territorio limbico che ibrida la figurazione nel suo opposto e viceversa. Non esiste una lettura diretta e univoca del suo universo liquido, semmai ci si muove per slittamenti e somiglianze, dentro un contesto semantico che si identifica nel proprio stilema estetico esaltando un processo autoreferenziale che è da sempre lo scopo ultimo della grande pittura, ovvero, la creazione di un proprio mondo''. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        In Collaborazione con

        Vai al sito del Maxxi

        Modifica consenso Cookie