Libri

'La cura' nuova collana La Nave di Teseo e Fondazione Meyer

Progetto unico. Primo titolo 'Medicina inedita'

 Unica in Italia e in Europa, debutta la nuova collana editoriale 'La cura' lanciata da La nave di Teseo di Elisabetta Sgarbi in collaborazione con Fondazione Meyer. Per la prima volta una casa editrice e un ospedale si uniscono per offrire ai lettori una prospettiva inedita sul concetto di cura. Il primo titolo è 'Medicina inedita. Uno sguardo nuovo su salute e malattia' (pp 208, euro 16) del pediatra Gianpaolo Donzelli, presidente della Fondazione Meyer e del sociologo Pietro Spadafora Nata da un'idea della Fondazione dell'Ospedale pediatrico Anna Meyer di Firenze in collaborazione con La nave di Teseo, la collana ha come filo conduttore l'antico detto "è più importante conoscere l'intera persona che ha quella malattia, piuttosto che riduttivamente la malattia di quella persona". Ne 'La cura' scienze medico-biologiche, umanistiche, letterarie e visive contribuiscono integrandosi a creare una nuova cultura per i pazienti, per i professionisti e i cittadini.
    "Questa collana nasce da una pluriennale collaborazione con la Fondazione Meyer e con Gianpaolo Donzelli, per avviare una profonda riflessione sulla medicina e sul senso della cura.
    Una riflessione che esca dai confini della medicina, e tocchi la letteratura, la filosofia, l'arte. Nella convinzione, già chiara nell'antichità, e come ribadiva spesso il filosofo Giovanni Reale, che 'la persona' è una realtà complessa e va colta nella sua interezza. 'La cura' dunque, non solo nel senso proprio della medicina ma anche in quello del prendersi cura, della attenzione, della comprensione" spiega Elisabetta Sgarbi "Occorre un nuovo strumento di conoscenze che rappresenti un riferimento per tutti coloro che sono coinvolti nell'assegnare un posto alla medicina nelle società democratiche e nella propria realtà esistenziale. Una 'scienza a due velocità', per un medico e per un paziente inediti dove tempo, parola e spazio siano privilegiati. La collana 'La cura' della Fondazione Meyer di Firenze in collaborazione con La nave di Teseo, vuole essere tutto questo" spiega Gianpaolo Donzelli "L'evidente disuguaglianza circa l'accessibilità alle cure per tutti, clamorosamente emersa nel corso della pandemia Covid 19, non potrà continuare. Si pone poi il problema, specialmente in Italia, della sostenibilità del costo economico del welfare state. Infine, la medicina, di fronte alla manipolazione genica, è posta davanti a dilemmi etici che condizioneranno la transizione in atto verso quella medicina inedita che è tutta da costruire e che il libro inizia a tratteggiare" sottolinea Pietro Spadafora. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie