Ferrari: utile netto sale a 939 milioni, ricavi +19,3%

Le consegne sono pari a 13.221, in aumento del 18,5%

Motori Industria
Chiudi Ferrari Purosangue (ANSA) Ferrari Purosangue

La Ferrari ha chiuso il 2022 con un utile netto di 939 milioni di euro, in crescita del 13% sull'anno precedente. Le consegne totali sono pari a 13.221 unità, in aumento del 18,5% rispetto al 2021, i ricavi netti ammontano a 5 miliardi, in aumento del 19,3%.

L'ebitda è pari a 1,77 miliardi, in crescita del 15,8% rispetto all'anno precedente, l'ebit a 1,2 miliardi, in aumento del 14,1% . Il margine dell'ebitda è pari al 34,8% e il margine dell'ebit al 24,1%. La generazione di free cash flow industriale è pari a 758 milioni di euro. L'indebitamento industriale netto al 31 dicembre 2022, pari a 207 milioni rispetto a 297 milioni al 31 dicembre 2021, riflette anche il riacquisto di azioni proprie per 397 milioni e la distribuzione di dividendi per 252 milioni. Nel portafoglio prodotti dell'esercizio sono compresi nove modelli con motore a combustione interna e tre modelli a motore ibrido, che hanno rappresentato rispettivamente il 78% e il 22% delle consegne totali. L'aumento delle consegne nel corso dell'anno è stato trainato dalla Ferrari Portofino M e dalla famiglia SF90, ma anche dalla fase di accelerazione della 296 Gtb e della 812 Competizione. Le consegne delle Ferrari Monza SP1 e SP2 sono diminuite rispetto all'anno precedente e sono terminate nel primo trimestre 2022. Nel quarto trimestre 2022 sono iniziate le consegne delle prime Daytona SP3. Tutte le aree geografiche hanno contribuito positivamente. La regione Emea ha registrato un aumento dell'8,5%, le Americhe sono cresciute del 21,8%, la Cina Continentale, Hong Kong e Taiwan hanno riportato un incremento del 72,6% e la regione Resto dell'Apac è cresciuta del 17,1%.

Vigna, domanda elevata nostri prodotti nel mondo

"Lo scorso anno si è concluso con risultati finanziari eccezionali che hanno raggiunto e superato la nostra guidance stabilendo nuovi record in tutte le metriche, come un utile netto di 939 milioni di euro e una generazione di free cash flow industriale di 758 milioni di euro. Questi dati pongono le basi per un 2023 ancora più forte, alimentato da una persistente domanda elevata dei nostri prodotti in tutto il mondo". Così Benedetto Vigna, amministratore delegato della Ferrari, commenta i risultati del 2022.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Corsa per mappare Dna capi bestiame prima che si estinguano

Contributo Unicatt a Linee guida FAO per maxi-censimento globale

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

Corsa contro il tempo per realizzare un super-censimento genomico degli animali d'allevamento a rischio di estinzione nel mondo: si stima che nell'ultimo secolo si sia già estinto il 10% delle razze, che il 30% sia ora a rischio e che di un altro 30% non si abbiano dati sufficienti per definire il loro grado di rischio. È quanto riferito da Paolo Ajmone Marsan dell'Università Cattolica di Piacenza, che, insieme a Licia Colli, ha contribuito a elaborare le linee guida FAO sul tema, con l'obiettivo di stabilire come usare l'informazione contenuta nel DNA degli animali allevati per ottimizzare i programmi di conservazione e miglioramento genetico delle razze d'allevamento, e identificare geni di interesse da usare per creare capi di bestiame più resilienti ai cambiamenti climatici.

"Grazie alla esponenziale riduzione di costi e tempi di sequenziamento genomico - sottolinea Ajmone - sarà possibile effettuare una caratterizzazione dettagliata del DNA di tutte le razze zootecniche esistenti, attraverso il sequenziamento completo del loro genoma. Ad oggi diverse migliaia di capi di più di 100 razze sono stati sequenziati, ma le razze sono più di 8000. Quanto ai tempi di questo mastodontico "censimento genetico", attualmente si pensa a dieci anni, ma la genomica è sempre andata più veloce di quanto pianificato, grazie a salti tecnologici continui, quindi i tempi si potrebbero accorciare".

Molte razze locali di specie animali allevate nel mondo stanno rapidamente scomparendo, spiega Ajmone, perché purtroppo non riescono a competere con le razze industriali, più produttive e anche a causa dell'abbandono dell'agricoltura in aree marginali del mondo, o semplicemente per instabilità sociali, guerre e carestie. "Perdere queste razze locali potrebbe essere un cataclisma per le comunità rurali nei paesi a basso e medio reddito e sarebbe un vero disastro dal punto di vista della conservazione genetica globale. L'estinzione di queste razze, infatti, sta portando alla perdita di geni fondamentali per l'adattamento a climi estremi, geni che potrebbero essere sfruttati trasferendoli nel Dna di razze allevate su scala industriale. Un giorno, quando paesi temperati come il nostro dovessero acquisire un clima più estremo, con caldo killer e aridità, questi "geni dell'adattamento" potrebbero tornare utili anche ai nostri allevatori, conclude Ajmone. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Leucemia mieloide acuta, con nuova cura balzo sopravvivenza

Svolta per i casi più difficili, studio italiano

Salute & Benessere Oncologia
Chiudi Leucemia mieloide acuta, con nuova cura balzo sopravvivenza (ANSA) Leucemia mieloide acuta, con nuova cura balzo sopravvivenza

Aumentata di 13 volte la sopravvivenza dei pazienti colpiti da leucemia mieloide acuta più difficili da trattare (ovvero quelli resistenti/refrattari ai farmaci, e anziani e fragili) - passando da 6 settimane a 18 mesi - grazie ad una nuova terapia, venetoclax (inibitore di BCL 2) in combinazione con azacitidina o decitabina.

È il risultato di uno studio tutto italiano (Avalon), pubblicato sulla rivista Cancer, la prima sperimentazione "real life" condotta in Europa. Il 75% dei pazienti ha ottenuto il controllo della malattia. Avalon, promosso e coordinato da Istituto Romagnolo per lo Studio dei Tumori 'Dino Amadori' Irst Irccs (Meldola, FC) e Istituto Europeo di Oncologia Ieo in collaborazione con la Rete Ematologica Lombarda e il patrocinio della Fondazione Gimema, ha raccolto i dati dei pazienti trattati off label dal 2015 al 2020 in 32 centri di ematologia italiani. Il lavoro di coordinamento è stato svolto da Chiara Zingaretti, e Elisabetta Petracci del clinical trial office dell'ospedale romagnolo. In totale sono stati arruolati 190 pazienti: 43 di nuova diagnosi ma anziani o fragili che presentavano altre malattie e non erano candidabili a chemioterapia intensiva, 68 refrattari/resistenti (che non hanno avuto benefici da precedenti terapie) e 79 recidivanti (in cui la patologia si è ripresentata). I risultati sono presentati oggi al convegno nazionale 'Post-New Orleans 2022 - Novità dal Meeting della Società Americana di Ematologia', a Milano.

"Migliorano le prospettive di cura per i pazienti con leucemia mieloide acuta, un tumore del sangue che colpisce ogni anno oltre 2.000 persone in Italia", afferma Giovanni Martinelli, Direttore Scientifico dell'Istituto Romagnolo. Si tratta di una malattia ematologica tra le più insidiose e difficili da trattare contro la quale è necessario un intervento tempestivo e terapie quanto mai mirate ed efficaci. Il nuovo studio interessa pazienti in condizioni peggiori rispetto a quelli coinvolti negli studi clinici. Per questo è molto importante che i risultati di Avalon confermino i dati dello studio registrativo di venetoclax Viale‐A, condotto negli Stati Uniti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Benzina: Gdf scopre impianto abusivo nel Foggiano

Il distributore è stato sequestrato, denunciati i due gestori

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - FOGGIA, 02 FEB - Un distributore di benzina abusivo è stato scoperto e sequestrato nel Foggiano dalla Guardia di Finanza. All'esterno del capannone a Cerignola era presente un cartello con l'indicazione "1,40", riconducibile secondo gli accertamenti, al prezzo di vendita del gasolio in euro al litro in corso nello stesso impianto. I due presunti gestori sono stati individuati e denunciati. L'impianto abusivo, che consisteva in tre pistole erogatrici collegate a due serbatoi da 1.000 litri ciascuno, è stato sequestrato unitamente a 2.000 litri di gasolio agricolo, all'incasso del giorno ed a 14 fusti metallici utilizzati per trasportare il carburante. Al loro arrivo i militari hanno scoperto un'autovettura in fase di rifornimento, ed altri veicoli che stazionavano fuori in attesa del proprio turno.
    Il movimento delle auto, inoltre, veniva gestito con radio ricetrasmittenti.
    In totale in provincia di Foggia sono stati eseguiti 68 controlli nei distributori di carburante; 22 sono state le violazioni riscontrate, che vanno dalla mancata esposizione dei prezzi a bordo strada all'omessa comunicazione degli stessi al Ministero delle imprese e del made in Italy. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Roma: per garantire campagna elettorale slitta domenica ecologica

Campidoglio, intesa con prefetto. Anziché il 5 sarà il 26 febbraio

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 02 FEB - La giornata di blocco totale del traffico veicolare prevista a Roma per domenica prossima 5 febbraio è stata posticipata al 26 febbraio al fine di garantire un regolare svolgimento della campagna elettorale per le prossime elezioni regionali del 12 e 13 febbraio. Lo rende noto il Campidoglio in una nota. Le domeniche ecologiche 2022/2023 sono istituite con Memoria di Giunta Capitolina n. 57 del 20 ottobre 2022. L'evento non prevedibile al momento della calendarizzazione ha richiesto la decisione, condivisa con il Prefetto di Roma, al fine di bilanciare l'interesse alla tutela ambientale con l'informazione ed il confronto elettorale, spiega la nota. L'ultimo appuntamento con le domeniche ecologiche è previsto per il 26 marzo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Benzina: Qe, prezzo medio self cala a 1,882 euro

Servito costa 2,022 euro

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 02 FEB - I prezzi medi dei carburanti sono in lieve ribasso: il prezzo medio praticato della benzina in modalità self è 1,882 euro al litro (1,883 il dato precedente), con i diversi marchi compresi tra 1,879 e 1,885 euro al litro (no logo 1,881). Il prezzo medio praticato del diesel self è 1,920 euro al litro (contro 1,923), con le compagnie tra 1,911 e 1,924 euro al litro (no logo 1,914). Sul servito per la benzina il prezzo medio praticato è 2,022 euro al litro (2,023 il dato precedente) con gli impianti colorati con prezzi tra 1,966 e 2,081 euro al litro (no logo 1,931). La media del diesel servito è 2,060 euro al litro (contro 2,063), con i punti vendita delle compagnie con prezzi medi compresi tra 1,994 e 2,125 euro al litro (no logo 1,964). I prezzi praticati del Gpl si posizionano tra 0,791 e 0,805 euro al litro (no logo 0,771). Infine, il prezzo medio del metano auto si colloca tra 1,994 e 2,246 euro al litro (no logo 2,091). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Razzo SpaceX lancia 49 satelliti Starlink e veicolo italiano

A bordo anche ceneri di esseri umani cremati

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi Il lancio è avvenuto con un razzo Falcon 9 il 31 gennaio alle ore 17,15 italiane, dalla base spaziale di Vandenberg in California (fonte: Brian Sandoval / Spaceflight Now) (ANSA) Il lancio è avvenuto con un razzo Falcon 9 il 31 gennaio alle ore 17,15 italiane, dalla base spaziale di Vandenberg in California (fonte: Brian Sandoval / Spaceflight Now)
Il razzo Falcon 9 della SpaceX ha lanciato 49 satelliti Starlink per l’Internet globale e un veicolo spaziale dell’azienda italiana D-Orbit, che ha trasportato in orbita diversi esperimenti insieme a resti umani cremati appartenenti a clienti di tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Germania, dalla Nuova Zelanda alla Svizzera.
Avvenuto alle17,15 italiane del 31 gennaio dalla base californiana di Vandenberg , è il settimo lancio della SpaceX dall’inizio del 2023.
Il veicolo della D-Orbit, chiamato Eclectic Elena, si è separato dal razzo a circa 57 minuti dal lancio, seguito 20 minuti dopo dai satelliti Starlink. Entrambi sono stati lasciati a circa 333 chilometri di altitudine: i 49 Starlink utilizzeranno i propri propulsori per raggiungere l’orbita operativa della SpaceX, compresa tra 539 e 569 chilometri, mentre il trasportatore italiano scenderà di quota, per svolgere i propri esperimenti più vicino all’atmosfera terrestre. Uno di questi, infatti, un simulatore per un nuovo sistema di rilascio dei satelliti che potrebbe essere incorporato nei futuri veicoli di lancio e rimorchiatori spaziali, è stato progettato per bruciare nell’atmosfera entro 4-8 settimane, per ridurre il rischio di produrre nuova spazzatura spaziale.
Il veicolo italiano trasporta anche un computer di bordo sviluppato da ricercatori e studenti della Scuola politecnica federale di Losanna (Epfl), una vela realizzata da un’azienda tedesca, che verrà dispiegata alla fine della missione per accelerare il rientro nell’atmosfera e, infine, ceneri di defunti, spedite in orbita per un ultimo volo spaziale commemorativo.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volkswagen: arriva la Polo per i neopatentati

Dotazione ricca e una formula d'acquisto dedicata

Motori Prove e Novità
Chiudi Volkswagen: arriva la Polo per i neopatentati (ANSA) Volkswagen: arriva la Polo per i neopatentati

La nuova Volkswagen Polo arriva nella variante destinata ai neopatentati. La Polo 1.0 EVO 80 CV Life risponde alle esigenze di una fetta consistente del mercato, visto che nel 2022 un terzo delle immatricolazioni del segmento ha interessato modelli per neopatentati.
    La dotazione di serie annovera diversi elementi, tra cui l'App-Connect wireless per Android Auto ed Apple CarPlay, i cerchi in lega da 15 pollici, la strumentazione digitale da 8 pollici, i fari a led, l'Infotainment predisposto alla navigazione satellitare Ready2Discover con schermo touch da 8 pollici, l'assistente al mantenimento di corsia Lane Assist, ed il Cruise control con limitatore di velocità.
    Il modello in questione è proposto, per il mese di febbraio, con rate da 149 euro al mese, mediante la formula finanziaria PVV 36 mesi, grazie agli incentivi statali e ad uno sconto dedicato agli under 30 che, al momento dell'acquisto, abbiano ottenuto la patente di guida da meno di un anno, oppure alle famiglie con un componente che soddisfi questo requisito.
    Inoltre, è offerto con una formula di noleggio, con rate di 299 euro al mese, ed anticipo di 4.935 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Radical: la SR10 XXR è ancora più estrema

Aerodinamica rivista e aggiornamenti disponibili per la SR10

Motori Prove e Novità
Chiudi Radical: la SR10 XXR è ancora più estrema (ANSA) Radical: la SR10 XXR è ancora più estrema

La Radical, dopo la SR3 XXR, ha realizzato la SR10 XXR. Una sportiva estrema che sfrutta un 2.3 sovralimentato da 425 CV. La carrozzeria presenta una pinna centrale, ispirata alla variante LMP della SR3 XXR, nuovi cerchi in lega leggera e gruppi ottici anteriori ad alta intensità. E per coloro che cercano una riduzione del peso ulteriore, è disponibile un pacchetto con splitter e diffusore in carbonio.
    Gli aggiornamenti della SR10 XXR saranno disponibili anche per agli attuali possessori della SR10, venduta in oltre cento esemplari dal 2020, attraverso un pacchetto denominato "XXR Evolution pack". Entrambi i modelli, SR10 XXR ed SR10 con l'Evolution pack, saranno ammessi ai campionati internazionali Radical Cup all'interno delle classi Platinum.
    La SR10 XXR è ordinabile attraverso la rete di concessionarie Radical Motorsport presente in più di 20 paesi, mentre la produzione inizierà nella primavera del 2023.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bizzarrini: arriva una nuova supercar, si chiama Giotto

Motore V12 aspirato e design firmato Giugiaro

Motori Prove e Novità
Chiudi Bizzarrini: arriva una nuova supercar, si chiama Giotto (ANSA) Bizzarrini: arriva una nuova supercar, si chiama Giotto

Una nuova supercar Bizzarrini è in fase di realizzazione, con i test che partiranno nel 2024. Il nome è Giotto, come quello di Bizzarrini, che ha dato vita al brand nel lontano 1964. La linea è invece firmata Giugiaro, colui che negli anni '60 disegnò la 5300 GT, vettura rimasta nel cuore degli appassionati.

 


    Sotto una linea filante e moderna, che reinterpreta gli stilemi classici di Bizzarrini, con una silhouette a motore centrale, c'è un corpo vettura in fibra di carbonio rivestito da una carrozzeria in materiale composito.
    Il motore, invece, sarà un V12 aspirato, che verrà abbinato ad un cambio a doppia frizione ad 8 rapporti. Una supercar di stampo classico, dunque, pensata essenzialmente per il piacere di guida.
    "Avere l'opportunità di progettare un'auto completamente nuova da Bizzarrini è un privilegio - ha detto il designer Giorgetto Giugiaro -. I nostri due nomi sono uniti in quasi sei decenni di storia e una serie di design ormai iconici. Con Giotto onoriamo il passato ma ci concentriamo interamente sul futuro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

ZF e Wolfspeed si uniscono per un progetto comune

Una collaborazione per i dispositivi al carburo di silicio

Motori Industria
Chiudi ZF e Wolfspeed si uniscono per un progetto comune (ANSA) ZF e Wolfspeed si uniscono per un progetto comune

ZF e Wolfspeed creano una partnership per realizzare un centro di Ricerca e sviluppo in Germania legato ai sistemi ed ai dispositivi al carburo di silicio.
L'intento è dare vita al più grande ed avanzato impianto produttivo al mondo, unendo le conoscenze di Wolfspeed, leader mondiale nella tecnologia al carburo di silicio, e ZF, azienda tecnologica a livello globale. La collaborazione prevede anche un investimento significativo da parte di ZF per supportare l'effettiva costruzione del sito produttivo, a Ensdorf in Germania, nel quale verranno costruiti dispositivi da 200 mm al carburo di silicio.
Si tratta di un'attività inserita nell'ambito degli Importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) per la Microelettronica e le Tecnologie della comunicazione che dipendono dall'approvazione da parte della Commissione europea degli aiuti di Stato. , ha dichiarato: "Queste iniziative rappresentano un passo significativo verso una trasformazione industriale di successo - ha detto Holger Klein, ceo di ZF -.
Rafforzano la resilienza dell'offerta europea e, allo stesso tempo, sostengono il Green deal europeo e gli obiettivi strategici del Decennio digitale europeo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Birra dell'Anno, è record di iscrizioni per la XVIII edizione

Cerimonia di premiazione si svolgerà il 19 febbraio

Terra & Gusto Fiere & Eventi
Chiudi  (ANSA)

E' record di iscrizioni per Birra dell'Anno, concorso organizzato da Unionbirrai che premia le migliori birre artigianali e incorona il miglior birrificio artigianale italiano dell'anno. Per l'edizione 2023 sono 2227 birre artigianali iscritte nelle 45 diverse categorie da 305 produttori. I degustatori, provenienti dall'estero e da tutta l'Italia, sono 80. Ad ospitare la giuria internazionale della XVIII edizione di Birra dell'Anno sarà la Fiera di Rimini, che sarà anche sede della premiazione in occasione della giornata di apertura della manifestazione "Beer&FoodAttraction", domenica 19 febbraio alle ore 14. Saranno 3 i premi assegnati per ogni categoria, a cui si aggiungerà "la proclamazione del Birrificio dell'Anno, il produttore che avrà ottenuto con le sue birre il punteggio più alto con i tre migliori piazzamenti in differenti categorie".

I premiati potranno prendere parte al progetto BdA on tour, "gli eventi che portano nei locali d'Italia le birre vincitrici con la volontà di promuovere e valorizzare le birre artigianali italiane" Ci aspettavamo- afferma Simone Monetti, segretario generale Unionbirrai- un'edizione importante, ma i numeri sono andati anche oltre le aspettative con ben 2227 birre iscritte alla XVIII edizione di Birra dell'Anno. Numero che supera di gran lunga quelli delle edizioni del 2021 e del 2022, ma anche quelli dell'ultima edizione pre pandemia, che nel 2020 impegnò la giuria nell'assaggio di 2141 birre. Questi dati ci riempiono di orgoglio, perché sono segno della fiducia e della stima che i produttori italiani nutrono nei confronti del concorso. Nella precedente edizione i birrifici italiani hanno dato prova di grandi capacità, mettendo d'accordo la giuria sul livello medio elevato delle birre assaggiate, ma sono certo che anche quest'anno le birre artigianali italiane sapranno stupire i giudici internazionali che con grande entusiasmo hanno deciso di prendere parte a questa edizione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Da vaccino Zoster a epatite, raccomandazioni per diabetici

Più rischi complicanze. Documento Società di Igiene e diabetologi

Salute & Benessere Diabete
Chiudi Da vaccino Zoster a epatite, raccomandazioni per diabetici (ANSA) Da vaccino Zoster a epatite, raccomandazioni per diabetici

Dal vaccino contro l'herpes zoster a quello contro l'epatite e la polmonite, le persone con diabete dovrebbero esser vaccinate perché più suscettibili alle complicanze di malattie infettive. A raccogliere le più recenti posizioni scientifiche sulle vaccinazioni del paziente diabetico è il documento pubblicato dalla Società Italiana d'Igiene e Sanità Pubblica (SItI), la Società Italiana di Diabetologia (Sid) e l'Associazione Medici Diabetologi (Amd).

Nel mondo sono più di 536 milioni, le persone affette da diabete nella fascia di età 20-79, a cui si aggiungono 1,2 milioni, tra bambini ed adolescenti, con diabete di tipo 1. In Italia secondo dati ISTAT del 2020, la prevalenza del diabete sarebbe pari al 5,9%, ovvero oltre 3.5 milioni di persone. Il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale (2017-2019, ultimo vigente) includeva già le persone con diabete di tipo 1 e 2 come categoria a rischio, in quanto questa condizione aumenta la suscettibilità, la gravità e la letalità di un'ampia gamma di malattie infettive. "Le vaccinazioni - dichiara Giovanni Gabutti, Coordinatore del Gruppo di Lavoro 'Vaccini e Politiche vaccinali' della Società Italiana d'Igiene - rappresentano un presidio fondamentale per la prevenzione primaria e sono una priorità per la Sanità pubblica. Esiste, in particolare, un elevato rischio derivante dalle malattie infettive e dalle loro complicanze nei pazienti affetti da co-morbosità, tra i quali, appunto, i soggetti diabetici. Per questo tipo di pazienti, la prevenzione deve essere un obiettivo di Salute pubblica ed individuale di fondamentale importanza". Di qui la necessità di implementare idonee strategie vaccinali: da quella antinfluenzale a quella anti-pneumococco (batterio che causa la polmonite), passando per la vaccinazione contro difterite, tetano e pertosse e per quella contro i vari ceppi di meningococco che possono provocare infezioni invasive.

Da non dimenticare l'anti-Herpes Zoster, l'anti-Epatite B, l'anti-Morbillo-Parotite-Rosolia e anti-Varicella e, infine, la vaccinazione contro il Covid-19. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

I tweet ridisegnano la mappa delle città con le emozioni

Potrebbe aiutare settori come la pianificazione urbana ed il turismo

Scienza & Tecnica Tecnologie
Chiudi 2 milioni di tweet fatti da 200mila utenti di Londra e San Francisco hanno permesso di ricostruire quali luoghi ed eventi sono più spesso associati a emozioni positive e negative (fonte: Buffik, Pixabay, CC0) (ANSA) 2 milioni di tweet fatti da 200mila utenti di Londra e San Francisco hanno permesso di ricostruire quali luoghi ed eventi sono più spesso associati a emozioni positive e negative (fonte: Buffik, Pixabay, CC0)
Tra bar, stazioni, hotel e negozi, i tweet scritti nelle varie location ridisegnano la mappa delle città seguendo le emozioni: in pratica, circa 2 milioni di tweet fatti da 200mila utenti di Londra e San Francisco hanno permesso di ricostruire quali luoghi ed eventi sono più spesso associati a tristezza, paura o rabbia, e quali invece a gioia, sorpresa e fiducia. Lo studio, pubblicato sulla rivista Plos One, è stato condotto da un gruppo di ricercatori guidati dall’Istituto Tecnologico giapponese di Kyoto e potrebbe rivelarsi utile in settori come la pianificazione urbana e il turismo.
Di recente, molte ricerche hanno cominciato ad esaminare i post pubblicati sui social media per esplorare il comportamento e le emozioni umane: ad esempio, per confrontare i livelli di felicità tra diverse regioni geografiche. Di solito, tuttavia, i lavori sono limitati a scale geografiche molto ampie e a valutazioni che comprendono una sola emozione per volta. I ricercatori guidati da Panote Siriaraya, invece, dimostrano che questa tipologia di analisi può essere portata ad un livello di dettaglio molto più accurato, utilizzando le informazioni twittate dagli utenti e quelle raccolte grazie alla piattaforma pubblica Open Street Map, che punta a raccogliere dati geografici su scala mondiale per realizzare mappe e cartografie.
Gli autori dello studio hanno usato strumenti di Intelligenza Artificiale (AI) che imitano il funzionamento delle reti neurali, per analizzare 2 milioni di tweet localizzati in due grandi metropoli: Londra e San Francisco. I risultati hanno mostrato che location diverse sono associate a emozioni diverse: in entrambe le città i tweet scritti nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e in altri luoghi per il trasporto tendono a esprimere più spesso disgusto, mentre quelli pubblicati in hotel e ristoranti sono associati a emozioni più positive. 
Lo stesso è emerso per particolari eventi: rabbia e tristezza hanno accomunato la marcia per i diritti delle donne, fatta a San Francisco nel 2017, e due attacchi terroristici avvenuti nella capitale britannica. Non è detto che i risultati ottenuti siano generalizzabili, anche perché l’analisi ha preso in considerazione solo i tweet scritti in inglese, ma possono comunque spianare la strada ad ulteriori ricerche in questo campo.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Carni Sostenibili, vademecum anti- spreco con chef Colonna

Spreco della carne è di 11 grammi a settimana per famiglia

Terra & Gusto In breve
Chiudi  (ANSA)

Arriva il vademecum anti-spreco di Carni Sostenibili in occasione della Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare del 5 febbraio. Il decalogo è realizzato con la consulenza dello chef Antonello Colonna anche alla luce del dato che l'Italia registra "una quantità di spreco domestico che si aggira in media sui 370 grammi a settimana per famiglia secondo i dati di uno studio Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) elaborati con la collaborazione di Ref Ricerche e il supporto di indagine e analisi di Gfk-Italia". Carni Sostenibili (associazione italiana che rappresenta tutte le filiere della lavorazione e trasformazione delle carni) segnala che il Waste and Resources Action Programme (Wrap) stima che entro il 2030 lo spreco alimentare raggiungerà i 2,1 miliardi di tonnellate, per un valore di 1.500 miliardi di dollari. L'associazione sottolinea che gli sprechi complessivi di carne e pesce "arrivano appena al 6% in peso dello spreco medio di una famiglia".

I risultati- aggiunge Carni Sostenibili- sono stati confermati da una recente pubblicazione dell'Osservatorio sugli sprechi alimentari del Crea in cui si riporta uno spreco domestico della sola carne stimato in appena 11 grammi a settimana per famiglia (3% dello spreco medio). Per combattere lo spreco alimentare lo chef Antonello Colonna consiglia di tenere sotto controllo gli acquisti, senza eccedere nelle quantità, al fine di scegliere solo ciò che è davvero necessario, andare al supermercato a "pancia piena" per evitare l'effetto compulsività e leggere bene le etichette, facendo attenzione agli ingredienti, data di scadenza e indicazioni per la conservazione. Lo chef consiglia anche la ricetta antispreco Involtino di verza, caciotta romana e guanciale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Papa a giovani Congo, non cedete a sporcizia corruzione

Cita Floribert Bwana Chui, "era cristiano, scelse l'onestà"

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - KINSHASA, 02 FEB - Il Papa, nell'incontro con i giovani a Kinshasa, chiede di dire sì all'"onestà" e no alla "corruzione". "Diciamo insieme: no alla corruzione", ha chiesto il Papa parlando in francese. Poi ha citato il caso di Floribert Bwana Chui che 15 anni fa venne ucciso a Goma per aver bloccato il passaggio di alimenti deteriorati che avrebbero danneggiato la salute della gente. "Poteva lasciare andare, non lo avrebbero scoperto e ci avrebbe pure guadagnato. Ma, in quanto cristiano, pregò, pensò agli altri e scelse di essere onesto, dicendo no alla sporcizia della corruzione. Questo è mantenere non solo le mani pulite ma il cuore pulito". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Uso indebito "Carta docente",sequestrati beni a imprenditore

Indagine Gdf Cosenza:acquistate Tv, smartphone e condizionatori

Legalità & Scuola Altre News
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - COSENZA, 02 FEB - I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Gip di Cosenza, nei confronti di un imprenditore. I sigilli sono stati apposti a disponibilità finanziarie e ad un bene immobile per un valore complessivo di 135 mila euro.
    Dalle indagini svolte dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria, su delega della Procura cosentina, è emersa infatti l'indebita percezione di erogazioni pubbliche legate alla "Carta del docente", da parte di una società che si occupa della vendita di elettrodomestici e dispositivi elettronici. Da quanto è emerso, l'imprenditore, rappresentante legale della società, avrebbe permesso ad oltre 300 docenti l'indebita spendita del bonus ricorrendo a diversi escamotage, grazie ai quali l'importo del "buono" veniva utilizzato indebitamente per l'acquisto di elettrodomestici, TV, condizionatori d'aria, smartphone e altri dispositivi. Il tutto attraverso una prima vendita di un prodotto consentito cui faceva seguito un "reso", a fronte del quale veniva creato un buono spesa utile per l'acquisto di un qualsiasi altro prodotto.
    La "Carta del docente" prevedeva l'erogazione di un bonus, pari a 500 euro annui, anche cumulabili, finalizzato all'aggiornamento professionale dei docenti di ruolo e, pertanto, spendibile in iniziative di arricchimento culturale quali, ad esempio, l'acquisto di software, hardware, libri di testo, o per l'ingresso in musei, per l'acquisto di biglietti per eventi culturali o per l'iscrizione a master e corsi di laurea. Il sistema di conversione attuato, secondo quanto ricostruito dalla Guardia di finanza, avrebbe determinato, tra il 2018 e il 2021, l'illecita percezione da parte della società di 135 mila euro.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vaiolo delle scimmie, 23 casi in Europa nelle ultime due settimane

Contagi in lieve aumento nel mondo, specie nelle Americhe

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Vaiolo scimmie, 23 casi in Europa nelle ultime due settimane (ANSA) Vaiolo scimmie, 23 casi in Europa nelle ultime due settimane

L'epidemia di vaiolo delle scimmie (mpox) in Europa si sta spegnendo. Secondo l'ultimo aggiornamento dei European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) dal 17 al 30 gennaio nel Vecchio Continente sono stati registrati soltanto 23 nuovi contagi: 6 in Spagna, 4 in Danimarca, 3, rispettivamente, in Svezia, Italia e Belgio, 2 in Francia, 1, rispettivamente, in Norvegia e Irlanda.

Dall'inizio dell'epidemia, in Europa complessivamente sono stati registrati 21.163 casi di vaiolo delle scimmie. I Paesi più colpiti sono stati Spagna (7.528), Francia (4. 127), Germania (3.676), Olanda (1.260) e Italia (954).

Su scala globale, invece, nei giorni scorsi l'Oms aveva rilevato un aumento dei contagi. Nella settimana tra il 23 e il 29 gennaio sono stati registrati nel mondo 403 nuovi casi, il 37,1% in più rispetto alla settimana precedente, distribuiti in poco più di 20 Paesi nel mondo. Il maggior numero di contagi è stato registrato in Messico (72 nuovi casi), Repubblica Democratica del Congo (69), Usa (42), Brasile (40), Guatemala (34). 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La nuova media supersportiva di Kawasaki è la Ninja Zx-4r

Arrivo in Europa in autunno. Entra nella famiglia Ninja Zx

Motori Due Ruote
Chiudi La nuova media supersportiva di Kawasaki è la Ninja Zx-4r (ANSA) La nuova media supersportiva di Kawasaki è la Ninja Zx-4r

Kawasaki ha annunciato l'introduzione di una nuova motocicletta nella classe delle medie supersportive. La nuova arrivata si chiama Zx-4r ed entra a far parte della famiglia Ninja Zx, portando in dote un telaio e un motore di nuova concezione.
    La nuova supersport di Kawasaki sarà affiancata anche dalle versioni Ninja Zx-4r Se e Ninja Zx-4Rr. L'introduzione sul mercato a livello mondiale è prevista per febbraio 2023 ma il modello arriverà poi nel mercato europeo in autunno. Nella sua versione più performante sarà dotata di un motore che eroga 80 Cv e che va ad equipaggiare un telaio leggero e compatto ispirato a quello della Ninja Zx-25r. Questa configurazione permetterà una percorrenza in curva e una sensazione di accelerazione proprie di una moto da corsa.
    La Ninja Zx-4r sarà anche l'unica supersportiva 400cc con un motore a quattro cilindri in linea nella sua categoria. Il cuore di questa piccola supersport è un motore Dohc a 4 cilindri in linea raffreddato a liquido da 399 cc di nuova concezione.
    Basato sulla tecnologia della serie Ninja Zx di Kawasaki, è in grado di erogare una potenza massima di 57 kW (77 CV) e con air box in pressione una potenza di 59 kW (80 CV).
    La nuova arrivata è dotata del sistema Ram Air di Kawasaki che aumenta la portata di afflusso dell'aria per migliorare le prestazioni del motore e la presa d'aria si trova al centro del cupolino. I condotti Ram Air si trovano sul lato sinistro della forcella anteriore, evidenziati dalla scritta 'Ram Air' in rilievo all'interno del cupolino. Il motore, in grado di raggiungere regimi superiori ai 15.000 giri/min.
    In termini di ciclistica, la configurazione scelta è stata pensata per sottolineare le doti di maneggevolezza, mentre il telaio è ispirato ad alcuni elementi ed al design della Ninja Zx-10Rr World Superbike. Dotata di un telaio a traliccio in acciaio ad alta resistenza e da un forcellone curvo di tipo lungo, la ciclistica punta a raggiungere una distribuzione ideale del peso anteriore-posteriore oltre ad un equilibrio tra rigidità e flessibilità, offrendo tanta agilità ed un feedback immediato al pilota.
    Anche l'elettronica ha un posto di rilievo su questa nuova motocicletta, vista la presenza di riding mode integrati che uniscono le funzionalità Kawasaki Traction Control al Power Mode, con scelta tra quattro diverse modalità: Sport, Road, Rain e Rider (manuale). Il dashboard della Ninja Zx-4r è costituito da uno schermo Lcd a colori completamente digitale da 4,3 pollici che offre un'elevata visibilità. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

All'asta una leggendaria Subaru Impreza di Colin McRae

È una delle auto guidate dal pilota e ha debuttato nel 1997

Motori Attualità
Chiudi All'asta una leggendaria Subaru Impreza di Colin McRae (ANSA) All'asta una leggendaria Subaru Impreza di Colin McRae

Una delle leggendarie Subaru Impreza da rally guidate da Colin McRae è in vendita. La storia nel mondo delle competizioni del celebre modello della casa delle pleiadi, è stata scritta negli anni Novanta, quando icone del rally come McRae l'hanno portata alla conquista di gare e titoli mondiali. Ora, proprio una delle auto guidate dal celebre pilota è offerta all'asta da Silverstone Auction.
   

La Subaru Impreza S5 Wrc P2 Wrc è quella che ha gareggiato per la prima volta al Rally di Monte Carlo 1997, guidato da McRae e dal suo co-pilota Nicky Grist. Utilizzata successivamente da un team privato, tra il 1998 e il 2000, l'Impreza ha raggiunto una serie di vittorie e guadagnato il titolo del campionato ungherese nel 1998 e 1999.
    Tra il 2001 e il 2002, l'Impreza oggi all'asta è tornata nel Regno Unito e il suo attuale proprietario l'ha utilizzata per un'altra manciata di gare, ottenendo buoni risultati anche messa a confronto di auto da rally decisamente più moderne. L'Impreza è anche stata convertita alla guida a destra per competere meglio nei rally sulle isole britanniche.
    Il motore e il cambio sono stati ricostruiti solo poche centinaia di miglia fa, e per gli ultimi sette anni, l'auto è stata preparata e gestita da Ejm Preperations. Nonostante la sua età, l'ex di McRae ha recentemente fatto numerose apparizioni pubbliche, tra le quali anche quella vittoriosa al Wethersfield Stages Rally nel 2016 e nel 2017.
    L'asta è prevista per il prossimo 25 febbraio allo Stoneleigh Park. La cifra stimata di vendita si aggira tra le 340.000 e le 380.000 sterline.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

L’assistente vocale entra anche in laboratorio, per fare il ‘lavoro sporco’

Protegge i ricercatori dal contatto diretto con Dna pericoloso

Scienza & Tecnica Tecnologie
Chiudi Il dispositivo che permette ai ricercatori di evitare il contatto con Dna pericoloso eseguendo le prime operazioni di estrazione e trattamento (fonte: Adapted from ACS Sensors 2023, DOI: 10.1021/acssensors.2c01849) (ANSA) Il dispositivo che permette ai ricercatori di evitare il contatto con Dna pericoloso eseguendo le prime operazioni di estrazione e trattamento (fonte: Adapted from ACS Sensors 2023, DOI: 10.1021/acssensors.2c01849)
L’assistente vocale varca anche le porte dei laboratori. Questa volta, non per riprodurre la propria musica preferita, ma per occuparsi del ‘lavoro sporco’: permette infatti ai ricercatori di evitare il contatto con Dna pericoloso, proveniente ad esempio da batteri e virus infettivi, eseguendo le prime operazioni di estrazione e trattamento. Il sistema, che si può controllare grazie ad un’app di riconoscimento vocale installata sullo smartphone, è stato messo a punto da ricercatori dell’Università sudcoreana di Kyung Hee, che hanno pubblicato i risultati ottenuti sulla rivista ACS Sensors. Il nuovo dispositivo, che può stare nel palmo della mano, aiuta a proteggere i ricercatori in prima linea allo scoppio di focolai di malattie e potrebbe anche aiutare quelli con disabilità a portare avanti più facilmente i propri studi.
I ricercatori coordinati da Tae Seok Seo hanno costruito un chip composto da diverse camere collegate da valvole, che vengono azionate da un micro-controllore e, parallelamente, hanno personalizzato un software di riconoscimento vocale: quando si pronunciano ad alta voce i comandi prestabiliti, l’app sullo smartphone invia un comando a distanza al micro-controllore, che dà il via alle operazioni di analisi dei campioni di Dna.
Nei test effettuati, il dispositivo è riuscito a estrarre il Dna dal batterio Salmonella Typhimurium, che può causare diverse forme di gastroenterite, in meno di un minuto e con un’efficienza del 70%. Il sistema, dunque, ha prestazioni inferiori rispetto ai tradizionali kit di estrazione del Dna utilizzati nei laboratori ma, secondo gli autori dello studio, i punti deboli sono ampiamente controbilanciati dai vantaggi, tra cui la comodità d’uso, la sicurezza e la rapidità. Lo strumento, inoltre, può essere alimentato con una classica batteria portatile o con un caricabatterie per smartphone. 
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Primi Led verticali, triplicano la qualità degli schermi

Tecnica applicabile a visori realtà virtuale

Scienza & Tecnica Tecnologie
Chiudi Rappresentazione grafica dei Led verticali (fonte: Younghee Lee) (ANSA) Rappresentazione grafica dei Led verticali (fonte: Younghee Lee)

Triplicare la densità dei Led presenti in uno schermo per migliorarne notevolmente la qualità delle immagini: è possibile grazie ad una nuova tipologia di micro-Led verticali, ottenuti impilando i diversi colori uno sull'altro, messa a punto da un gruppo di ricerca internazionale guidato dall'Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit). Il traguardo descritto su Nature potrebbe trovare applicazione soprattutto nei visori per la realtà virtuale.

In questi anni si è assistito a una rapida miniaturizzazione dei Led, oramai la tecnologia standard per la realizzazione di schermi di ogni tipo, dai TV agli smartphone, ma come avvenuto anche per i transistor i Led stanno ormai raggiungendo un limite oltre al quale non è possibile rimpicciolire ancora. Un limite che risulta problematico per quelle tipologie di schermi usati molto da vicino, come nei caschetti per la realtà virtuale, in cui gli osservatori sono disturbati dal cosiddetto 'effetto porta', ossia il vedere le strisce nere tra una fila di Led e l'altra.

Normalmente, a generare ogni punto luminoso di uno schermo è la combinazione di 3 Led, dei colori primari, posti molto vicini tra loro (lateralmente), ma la nuova idea dei ricercatori è stata quella di rivedere nel profondo questa architettura. I nuovi Led 'verticali' sono infatti composti dai vari microLed impilati tra loro, una soluzione che permette di aumentare, potenzialmente triplicare, il numero di Led nella stessa area. Usando Led 'verticali' si potrebbero realizzare dunque schermi con risoluzione molto più elevata, utili soprattutto per i visori per la realtà virtuale e garantire una migliore esperienza degli utenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Gimbe, l'autonomia è un 'colpo grazia a Ssn. Governo tolga la sanità'

'È legittimazione normativa diseguaglianze in tutela salute'

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Gimbe, l'autonomia è un 'colpo grazia a Ssn. Governo tolga la sanità' (ANSA) Gimbe, l'autonomia è un 'colpo grazia a Ssn. Governo tolga la sanità'

Il Regionalismo differenziato, che dovrebbe approdare oggi in Consiglio dei Ministri con il ddl Calderoli, rappresenta un "colpo di grazia al Servizio sanitario nazionale e la legittimazione normativa delle diseguaglianze nella tutela della salute". Lo afferma la Fondazione Gimbe che, nel report 'Il regionalismo differenziato in Sanità', chiede al governo di "espungere la sanità dalle richieste di autonomia differenziata".

"L'attuazione delle maggiori autonomie nella materia tutela della salute - afferma il presidente Gimbe Nino Cartabellotta - aumenterà le diseguaglianze regionali, violando il principio costituzionale di uguaglianza dei cittadini nel diritto alla tutela della salute". Inoltre, "alcune forme di autonomia rischiano di sovvertire gli strumenti di governance del Ssn aumentando le diseguaglianze nell'offerta dei servizi: sistema tariffario, di rimborso, sistema di governance delle aziende e degli enti del Servizio Sanitario Regionale, determinazione del numero di borse di studio per specialisti e medici di famiglia".

Altre istanze, rileva Cartabellotta, "risultano francamente 'eversive'. Una maggiore autonomia in materia di istituzione e gestione di fondi sanitari integrativi darebbe il via a sistemi assicurativo-mutualistici regionali sganciati dalla, seppur frammentata, normativa nazionale". Inoltre, la richiesta del Veneto di "contrattazione integrativa regionale per i dipendenti del Ssn, oltre all'autonomia in materia di gestione del personale e di regolamentazione dell'attività libero-professionale, rischia di concretizzare una concorrenza tra Regioni con migrazione di personale dal Sud al Nord, ponendo - sottolinea - una pietra tombale sulla contrattazione collettiva nazionale e sul ruolo dei sindacati". 

La richiesta di maggiori autonomie, continua Cartabellotta, "viene proprio dalle Regioni che fanno registrare le migliori performance nazionali in sanità". Infatti, dalla fotografia sugli adempimenti al mantenimento dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) relative al decennio 2010-2019 emerge che le tre Regioni che hanno richiesto maggiori autonomie si collocano nei primi 5 posti della classifica: rispettivamente Emilia Romagna (1a), Veneto (3a) e Lombardia (5a), mentre nelle prime 10 posizioni non c’è nessuna Regione del Sud e solo 2 del Centro (Umbria e Marche). Inoltre, l’analisi della mobilità sanitaria, sottolinea Gimbe, "conferma la forte capacità attrattiva delle Regioni del Nord, cui corrisponde quella estremamente limitata delle Regioni del Centro-Sud, visto che nel decennio 2010-2019, tredici Regioni, quasi tutte del Centro Sud, hanno accumulato un saldo negativo pari a 14 miliardi di euro. E tra i primi quattro posti per saldo positivo si trovano sempre le tre Regioni che hanno richiesto le maggiori autonomie".

"Tenendo conto della grave crisi di sostenibilità del Ssn e delle imponenti diseguaglianze regionali - conclude Cartabellotta - la Fondazione Gimbe invita il Governo a mettere da parte posizioni sbrigative e propone in prima istanza di espungere la tutela della salute dalle materie su cui le Regioni possono richiedere maggiori autonomie. In subordine, chiede che l’eventuale attuazione del regionalismo differenziato in sanità venga gestita con estremo equilibrio, colmando innanzitutto il gap strutturale tra Nord e Sud del Paese, modificando i criteri di riparto del Fabbisogno Sanitario Nazionale e aumentando le capacità di indirizzo e verifica dello Stato sulle Regioni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Svelati i segreti che hanno reso eterne le mummie egizie

Trovati gli ingredienti in 31 vasi in un laboratorio di 2.600anni fa

Scienza & Tecnica News Ragazzi
Chiudi Rappresentazione artistica di imbalsamatori dell'antico Egitto al lavoro (fonte: Nikola Nevenov) (ANSA) Rappresentazione artistica di imbalsamatori dell'antico Egitto al lavoro (fonte: Nikola Nevenov)

Cera d'api, olio di cedro, ginepro, bitume, resina di pistacchio, gomma damar e resina di elemi: sono alcuni degli ingredienti che hanno reso eterne le mummie dell'Antico Egitto. Mescolati in balsami e unguenti secondo ricette specifiche per trattare le diverse parti del corpo dei defunti, venivano importati da tutto il Mediterraneo, dall'Africa tropicale e dal Sud-est asiatico. A distanza di oltre 2.600 anni riemergono da un antico laboratorio di imbalsamazione scoperto a Saqqara e risalente alla 26esima dinastia (664-525 a.C.): al suo interno ben 31 recipienti di ceramica con residui delle sostanze in essi contenute e iscrizioni che ne riportavano il nome e le istruzioni per l'uso.

 

 

I vasi delle sostanze utilizzate per l'imbalsamazione scoperti in un antico laboratorio nel sito di Saqqara (fonte: Saqqara Saite Tombs Project, University of Tübingen, Tübingen, Germany. fotografo: M. Abdelghaffar)

 

Lo studio dei reperti, che riscrive le nostre conoscenze sulla chimica della mummificazione, è pubblicato su Nature da un team internazionale a cui partecipa anche l'Università di Torino, sotto la guida dell'Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera e dell'Università di Tubinga in collaborazione con il Centro nazionale di ricerca del Cairo. "Conoscevamo il nome di molti di questi ingredienti per l'imbalsamazione fin da quando sono state decifrate le antiche scritture egizie, ma finora potevamo solo immaginare quali sostanze ci fossero dietro a ciascun nome", commenta Susanne Beck dell'Università di Tubinga.

 

 

Rappresentazione artistica di un'imbalsamazione nell'antico Egitto, alla presenza di un sacerdote (fonte: Nikola Nevenov)



La scoperta del laboratorio di Saqqara, avvenuta nel 2016 vicino alla piramide di Unas, ha rappresentato una svolta e ha riservato agli archeologi molte sorprese. Ad esempio si è scoperto che la sostanza che gli egizi chiamavano 'antiu', e che solitamente veniva tradotta come mirra, è in realtà una miscela di ingredienti (come olio di cedro, ginepro e grassi di origine animale) che i ricercatori sono riusciti a separare con l'aiuto di tecniche quali la gascromatografia e la spettrometria di massa.

 

 

Il sito archeologico di Saqqara, dove sono stati condotti gli scavi (fonte: Saqqara Saite Tombs Project, University of Tübingen, Tübingen, Germany. Photographer: S. Beck)



Il confronto delle sostanze identificate con le iscrizioni sui recipienti ha consentito per la prima volta di determinare esattamente quali ingredienti sono stati utilizzati per imbalsamare specifiche parti del corpo. La resina di pistacchio e l'olio di ricino, ad esempio, venivano impiegati solo per la testa del defunto, mentre altre miscele venivano usate per lavare il corpo o ammorbidire la pelle.

"Ciò che ci ha davvero sorpreso è che la maggior parte delle sostanze usate per l'imbalsamazione non proveniva dall'Egitto", afferma l'archeologo dell'Università di Monaco Philipp Stockhammer, che ha finanziato la ricerca con lo Starting Grant ricevuto dal Consiglio europeo della ricerca (Erc). "Alcuni ingredienti sono stati importati dalla regione del Mediterraneo e persino dall'Africa tropicale e dal Sud-est asiatico".

Oltre alla resina di pistacchio, all'olio di cedro e al bitume (tutti probabilmente provenienti dal Levante), i ricercatori hanno trovato anche residui di gomma damar e resina di elemi: queste due sostanze, in particolare, mostrano come i rapporti commerciali fossero globalizzati già quasi 3.000 anni fa. "La mummificazione egiziana ha probabilmente svolto un ruolo importante nella nascita dei primi network globali", afferma Maxime Rageot dell'Università di Tubinga. "Grazie a tutte le iscrizioni sui vasi - conclude Stockhammer - in futuro saremo in grado di decifrare ulteriormente il vocabolario dell'antica chimica egizia che fino a oggi non comprendevamo a sufficienza". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ducati: sulla gamma arriva la navigazione Turn by Turn

Debutta su DesertX il sistema basato su Ducati Multimedia System

Motori Due Ruote
Chiudi Ducati: sulla gamma arriva la navigazione Turn by Turn (ANSA) Ducati: sulla gamma arriva la navigazione Turn by Turn

Nella gamma di moto Ducati arriva il nuovo sistema di navigazione Turn by Turn. Il primo modello della casa di Borgo Panigale a introdurre la novità è la DesertX nella versione 2023, due ruote pensata per l'esplorazione, il divertimento e le performance.
    Il navigatore integrato è basato sul Ducati Multimedia System, che sfrutta la strumentazione Tft della moto per visualizzare le indicazioni del percorso calcolato dalla Ducati Link App. In questo modo, si possono sfruttare le funzionalità di navigazione senza dotarsi di un dispositivo esterno.
    Si tratta di un accessorio ufficiale Ducati Performance e può essere acquistato nei Ducati Store assieme alla moto o anche in un secondo momento, permettendo così di essere utilizzato anche da chi possiede già una DesertX.
    Il sistema si appoggia alla connessione Bluetooth fra smartphone (iOS oppure Android) moto e auricolari sui caschi di pilota e passeggero attraverso il Ducati Multimedia System (accessorio da acquistare separatamente) che mostra sulla strumentazione le notifiche relative a telefonate, messaggi/email ricevuti e ascolto della musica presente sullo smartphone.
    Per utilizzare il sistema di navigazione Turn by Turn, è necessaria la Ducati Link App aggiornata alla versione più recente, e l'acquisto della licenza d'uso. Dopodiché, sarà sufficiente inserire una o più destinazioni perché l'applicazione calcoli il percorso secondo le preferenze impostate (il più rapido, il più efficiente, esclusione di strade con pedaggio, eccetera) e si possa avviare la navigazione.
    La navigazione avviene con il supporto di mappe che è possibile scaricare preventivamente per ridurre il consumo di traffico dati, oppure di trovarsi in difficoltà in zone di scarsa copertura del segnale. Mantenendo il telefono online è però possibile usufruire di indicazioni legate al traffico in tempo reale.
    Il sistema, che verrà costantemente evoluto nelle funzionalità nelle sue prossime versioni, sarà installabile anche sulla Diavel V4.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Chiavari potenzia servizio bus gratuiti

Nuovi collegamenti per il popoloso quartiere di Sampierdicanne

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Da oggi il servizio di bus gratuito del Comune di Chiavari collegherà anche il popoloso quartiere di Sampierdicanne. Tre le nuove fermate che sono state installate in piazza Salvo D'acquisto, in prossimità della chiesa di San Pietro e in via Franceschi. Sul bus questa mattina l'assessore Alessandra Ferrara, il direttore dei servizi provinciali di AMT Andrea Geminiani e il responsabile d'esercizio della rete provinciale Roberto Rolandelli. "La linea gratuita 902 è diventata un servizio essenziale per Chiavari. Insieme ad AMT abbiamo studiato una tratta che potesse accontentare il più possibile le esigenze dei cittadini e dei turisti per arrivare in ogni parte di Chiavari, dal centro fino ai quartieri di Sampierdicanne e Caperana", dichiara l'assessore ai trasporti e mobilità sostenibile Alessandra Ferrara.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Moto: Ancma, il mercato 2023 inizia con un +37,7%

'Italia leader in Ue per immatricolazioni e nella produzione'

Motori Due Ruote
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 01 FEB - Il 2023 delle due ruote a motore apre sotto i migliori auspici. I dati delle immatricolazioni di moto, scooter e ciclomotori di gennaio, diffusi in serata da Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), descrivono infatti un solido +37,7% sullo stesso mese dell'anno scorso.
    Il presidente dei costruttori e distributori italiani, Paolo Magri, ha sottolineato in una nota come "l'andamento del mercato sia in continuità con i numeri registrati negli ultimi due anni, che vedono il nostro Paese leader in Europa per numero di immatricolazioni e anche nella produzione. L'Italia si dimostra nuovamente epicentro della passione per le due ruote e i motocicli rilanciano anche il proprio ruolo decisivo nella mobilità individuale e urbana".
    Performance a doppia cifra quindi per il mercato delle due ruote nel primo mese dell'anno, con una crescita del 37,72% pari a 21.314 unità, anche per effetto degli incentivi statali, peraltro già esauriti. Il dato più significativo è dato dagli scooter che crescono del 77,4% e immatricolano 10.720 veicoli.
    Ottimo anche l'andamento delle moto, che spuntano un incremento del 22,36% e targano 9.482 mezzi. Unico dato in controtendenza è quello dei ciclomotori, che fanno segnare un calo del 33,97% e registrano 1.112 unità: si tratta tuttavia di un rimbalzo tecnico dovuto a una significativa commessa registrata nel corso del 2022. Infine, in territorio negativo il mercato elettrico (-17,10% e 868 unità), trascinato verso il basso dai ciclomotori. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Suzuki Jimny come elettrico finalmente via libera per Europa

Annuncio ufficializzato nella presentazione 'Sho-Sho-Kei-Tan-Bi'

Motori Prove e Novità
Chiudi Suzuki Jimny come elettrico finalmente via libera per Europa (ANSA) Suzuki Jimny come elettrico finalmente via libera per Europa

Da un'attenta rilettura dei documenti che Suzuki ha diffuso in occasione della conferenza di presentazione della strategia di crescita 'Sho-Sho-Kei-Tan-Bi' con obiettivo l'anno fiscale 2030 emerge una ghiotta novità per gli appassionati dell'introvabile fuoristrada Jimny.
    In Giappone, a partire dall'introduzione delle versioni elettriche delle mini-car commerciali già nel 2023, Suzuki prevede di introdurre 6 fra suv compatti e mini-car per passeggeri da lanciare entro l'anno fiscale 2030.
    Nella chart proiettata trattando questo tema, si riconosce la silhouette dell'amatissimo 4x4 - che in Europa non viene venduto come autovettura per non penalizzare la media dell emissioni - che verrà proposto anche in variante elettrica, quindi perfettamente in linea con le richieste legali del nostro Continente.
    Il debutto potrebbe essere vicino: Suzuki introdurrà in Europa modelli elettrici a batteria nell'anno fiscale 2024, espandendosi ai segmenti suv e B. Cinque di queste auto che saranno lanciate entro l'anno fiscale 2030. In India verrà lanciato nell'anno fiscale 2024 il suv elettrico annunciato all'Auto Expo 2023 oltre a 6 modelli che saranno presentati entro l'anno fiscale 2030.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ad Altaroma Saman Loira tra fate, dee pagane e sante

Ispirazione dalla tradizione celtica della Dea Madre Brigid

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

 Esistono fasi legate ai movimenti del sole, queste nella ruota dell'anno definiscono il ciclo naturale delle stagioni, attimi di potere che si tramutano in giorni di venerazione e festività. Nel punto mediano fra il solstizio d'inverno e l'equinozio di primavera si festeggia Imbolc, "in grembo", anche chiamato giorno di Santa Brigida. Secondo la tradizione celtica, la Dea Madre Brìgid torna sulla terra rinnovata dal suo viaggio. Le creature si risvegliano dal letargo, le giornate si allungano e si manifestano i primi segni della primavera. Ed è proprio in questa ricorrenza che il brand Saman Loira presenta con Altaroma nelle sale del PratiBus District, la collezione Fall/Winter 2023-24, che prende il nome dalla festività che celebra il ritorno della luce.
    Purificazione e rinascita: sono queste le parole chiave che definiscono la collezione "Imbolc" che, tra ricami, intarsi, plissé e lavorazioni dal gusto artigianale celebra la natura ispirandosi alla tradizione pagana, svelando così ciò che si cela nella data riportata nel logo del brand stesso. Una collezione manifesto che vede un passaggio dalle tenebre alla luce, declinando una palette di colori che dai neri passa ai toni sabbiosi di un deserto, per poi divenire un verde brillante che ricorda i rigogliosi prati primaverili. Felpe talismano certificate Gots sono decorate con incrostazioni in perle di ematite (minerale dalle molteplici proprietà benefiche) che con il denim in cotone broccato fa da cornice alle lavorazioni sul velluto ricamato. Abiti in tulle, maglie e lane opache si fondono fra piume e intarsi di pizzo chantilly, in un gioco di cromie che richiama i colori della pelle e della terra. A conclusione le nobili sete fluttuanti certificate Boreau Veritas color bianco latte evocano la Dea Madre Brìgid. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

L'Oriental fashion Award a Raffaella e Katerina Godi

Riconoscimento alla fine 50/a edizione della rassegna a Parigi

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

In occasione della 50/a edizione dell'Oriental Fashion Show sono stati assegnati a Parigi gli speciali Awards in collaborazione con l'Unesco e con il patrocinio dell'ambasciata della Repubblica dell'Uzbekistan.
    L'importante riconoscimento è andato a Raffaella Godi, presidente e direttore dell'azienda di comunicazione Guitar, e a sua sorella Katerina Godi, a capo delle pubbliche relazioni e della comunicazione di Guitar.
    La motivazione è "per aver contribuito a diffondere la cultura delle diverse etnie e i molteplici linguaggi della moda, supportando l'Oriental Fashion Show e i talentuosi stilisti che ne hanno preso parte". "Siamo felici di aver fatto conoscere, negli anni, il lavoro di oltre 50 stilisti, evidenziando le ricchezze e l'unicità del patrimonio culturale d'Oriente" sottolinea Raffella Godi. "I grandi nomi della moda orientale e la nuova generazione di giovani designer hanno una visione della moda senza frontiere, capace di unire tradizione e modernità, perfetta simbiosi che unisce l'Oriente all'Occidente" aggiunge Katerina Godi. L'Associazione "Via della Seta e Al Andalus", fondata da Hind Joundar nel 2004, organizza da 18 anni un evento itinerante, unico nel suo genere, l'Oriental Fashion Show, dedicato alle creazioni artistiche orientali per farle conoscere al di fuori dei confini nazionali e al contempo, per esaltare la ricchezza e il ricco patrimonio culturale da cui prendono vita. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercato auto, partenza sprint per l'Italia: +19% a gennaio

Sono state immatricolate - secondo i dati del ministero dei Trasporti - 128.301 auto

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

Partenza sprint per il mercato italiano dell'auto nel 2023: a gennaio sono state immatricolate - secondo i dati del ministero dei Trasporti - 128.301 auto, il 18,96% in più dello stesso mese del 2022. Non si ferma, quindi, la serie positiva iniziata nel mese di agosto dopo tredici cali consecutivi.

Il Centro Studi Promotor ricorda che rispetto al gennaio 2019, cioè alla situazione ante-pandemia, si registra però un calo del 22,4%, un dato che "ridimensiona ma non annulla la valenza positiva di questo inizio d'anno". L'Unrae mantiene per l'anno previsioni prudenti e conferma la stima già indicata nei mesi scorsi, di 1,4 milioni di immatricolazioni, con una leggera crescita del 6,3% sul 2022 pari a 83.000 veicoli in più.

Il gruppo Stellantis ha immatricolato a gennaio 43.342 auto, il 12,3% in più dello stesso mese del 2022, con una quota pari al 33,9% a fronte del 35,8% di un anno fa. In calo Peugeot, Ford, Opel e Honda, mentre il brand cinese Mg, in capo alla casa cinese Saic Motors, ha immatricolato oltre 1.300 auto rispetto alle 266 di un anno fa conquistando una quota di mercato pari all'1%. Che le cose per il mercato italiano vadano meglio lo dimostra anche la crescita dei visitatori nelle show room e l'aumento degli ordini acquisiti. Secondo il presidente del Centro Studi Promotor, Gian Primo Quagliano, "è legittimo attendersi che continui la serie positiva iniziata con la crescita dell'agosto scorso dopo tredici cali consecutivi, ma questo non significa che il mercato italiano stia per superare la gravissima crisi apertasi nel 2020 con la pandemia.

La ripresa è dovuta a un allentamento delle difficoltà generate dalla carenza di microchips e di altri componenti essenziali per la produzione di auto. Per tornare alla normalità (e quindi a un volume di immatricolazioni vicino a 2.000.000 di auto all'anno) occorre che vengano superati anche i fattori che hanno inciso negativamente sulla domanda e in particolare che finisca la guerra in Ucraina". Il Centro Studi Promotor conferma la previsione di 1.500.000 immatricolazioni con una crescita sul 2022 del 14%, ma con un vuoto da colmare rispetto al 2019 di oltre 400.000 auto. Un contributo significativo potrebbe venire da un nuovo intervento del Governo sugli incentivi che - spiega - stanno mostrando gli stessi difetti di quelli del 2022.

A oggi lo stanziamento per le auto ad alimentazione tradizionale con emissioni di CO2 da 61 a 135 grammi al chilometro è già stato prenotato per l'83,4%, mentre per le auto con emissioni di CO2 da 0 a 20 grammi per chilometro sono stati prenotati incentivi soltanto per il 3,3% e per le auto con emissioni di CO2 da 21 a 60 grammi per chilometro per il 2,8%.

L'Anfia sottolinea che l'apertura positiva dell'anno "fa seguito ai rialzi a doppia cifra registrati negli ultimi tre mesi del 2022, anche grazie ad un giorno lavorativo in più rispetto a gennaio 2022 (21 giorni lavorativi contro 20) e al confronto con un primo mese del 2022 in pesante ribasso (-19,7%)".

"Avvio promettente del nuovo anno per il mercato dell'auto". E' il commento dell'Unrae che mantiene per l'anno previsioni prudenti e conferma la stima già indicata nei mesi scorsi, di 1,4 milioni di immatricolazioni, con una leggera crescita del 6,3% sul 2022 pari a 83.000 veicoli in più. "Il mercato infatti - osserva l'Unrae - resta condizionato da prospettive economiche negative e, ancora, dalla carenza di prodotto almeno nella prima parte dell'anno. Il confronto con l'andamento depresso del primo semestre 2022 dovrebbe, comunque, garantire una crescita a doppia cifra nella prima parte del 2023 e una sostanziale stabilità nel resto dell'anno. Per l'anno in corso si prevede la tendenza a una lenta crescita dei veicoli elettrici e ibridi plug-in, con l'auspicio nel medio periodo di un'accelerazione".

"Il 2022 ha mostrato nella seconda metà dell'anno segnali di recupero che vengono confermati all'inizio del nuovo anno ma con una prospettiva in ombra per i veicoli elettrici, i cui volumi restano, infatti, estremamente bassi rispetto agli ambiziosi obiettivi europei al 2035". E' il commento di Adolfo De Stefani Cosentino, presidente di Federauto, la Federazione dei concessionari auto. 

Per le auto elettriche suona "il campanello d'allarme del mercato italiano". Lo afferma l'associazione Motus-E rilevando che a gennaio le immatricolazioni sono andate giù dell'8,7% su base tendenziale "e il confronto con gli altri big europei è impietoso" visti i "continui progressi". Per questo è "fondamentale e improcrastinabile il tanto atteso riordino degli incentivi". Francesco Naso, segretario generale di Motus-E, auspica che "il ministero delle Imprese e del Made in Italy convochi a breve il Tavolo Automotive e che arrivino buone notizie sul tanto atteso e improcrastinabile riordino degli incentivi", individuando anche nelle flotte aziendali "un canale che potrebbe contribuire a rivitalizzare il mercato nazionale della auto elettriche".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

A Roma raddoppio autovelox, interventi su 175 black point

Gualtieri, per Polizia Locale assumeremo mille agenti in 2 anni

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 01 FEB - "Ci saranno interventi su 175 black point, ora partiranno i primi dieci, la settimana prossima Nomentana e Via Colombo. Stiamo per chiudere il piano di fattibilita' tecnica di 710 attraversamenti pedonali luminosi in zone ad alto rischio che saranno chiuse nel 2023-2024, a breve si concludera' la sperimentazione del tutor nella Galleria Giovanni XXIII e raddoppieremo il numero degli autovelox tra mobili e fissi, da 22 a 50, ma vorrei andare oltre. Cosi' come le telecamere per i semafori saranno quadruplicate". Lo ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, a margine della cerimonia d'intitolazione dell'impianto sportivo comunale "Giovanni Castello" alla memoria di Francesco Valdiserri, parlando delle misure da mettere in campo per aumentare la sicurezza stradale.
    "Avremo 69 isole ambientali e le zone 30 su cui abbiamo messo 3,5 milioni di euro per la progettazione che si concludera' entro il primo semestre. I primi interventi sono partiti lunedi' a Montesacro e Acquasacra. Da Novembre sono stati piu' di 658 mila controlli sugli autoveicoli e 535 mila sulla velocita' con gli autovelox con 10 mila sanzioni - ha proseguito - Solo a gennaio 2023, abbiamo avuto 39 mila controlli e 5300 sanzioni.
    Sono numeri significativi, ma non bastano. Poi c'e' il tema della Polizia Locale, bisogna ridurre questa situazione di sottorganico perche' oggi sono 5800 e quindi sono un numero insufficiente. Purtroppo il concorso precedente ha prodotto meno idonei dei posti necessari, cosa assurda, quindi faremo un nuovo concorso. negli ultimi anni sono andati in pensione in 200 perche' l'eta' media e' alta, quindi non solo sono pochi ma si riducono gli agenti, quindi contiamo di assumerne 800-1000 nei prossimi due anni". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bmw Italia lancia i programmi di consolidamento

Il ceo Di Silvestre: 'Posizionamento premium più forte'

Motori Industria
Chiudi Massimiliano Di Silvestre presidente e ceo di Bmw Italia (ANSA) Massimiliano Di Silvestre presidente e ceo di Bmw Italia

Un innovativo progetto di comunicazione per raccontare il modo di Bmw Italia di vedere e interpretare l'elettromobilità, in modo emozionale e passionale, attraverso la musica, la creatività e l'arte. Ma anche la celebrazione dei 50 anni dalla nascita di Bmw Italia che aprì i battenti il 30 luglio 1973 a Palazzolo di Sona (Verona) e i 20 anni di Bmw Roma che aprì i battenti nell'ottobre 2003.
    Questi, e molti altri, gli appuntamenti che nel 2023 caratterizzeranno le attività della Casa di Monaco, così come è stato anticipato da Massimiliano Di Silvestre presidente e ceo di Bmw Italia durante un evento con la stampa a Courmayeur in Valle d'Aosta. "Del nostro progetto innovativo di comunicazione che stiamo finalizzando - ha detto Di Silvestre - avrete modo di apprezzarlo la prossima settimana durante la programmazione del Festival di Sanremo. Si tratta di qualcosa di straordinario ed emozionante che avrà anche uno sviluppo internazionale. Questa è l'Italian Bmw Way".
    "Lo scorso anno in Italia abbiamo confermato la leadership del mercato premium a livello di Gruppo con 65.287 unità vendute, in lieve flessione (- 6,2%) rispetto all'anno precedente per la scarsa disponibilità di prodotto che ci ha condizionato soprattutto nel terzo trimestre dell'anno".
    "Questo però a fronte di un'entrata ordini che è stata la migliore di sempre per Bmw Italia e che oggi ci consente di poter contare su un portafoglio molto importante per tutti i marchi del Gruppo. Confermata - ha sottolineato di Silvestre - anche la leadership di Gruppo nel segmento premium delle vetture elettrificate con una quota del 33% e 11.776 vetture vendute (+13,3% rispetto al 2021) dei marchi Bmw e Mini".
    Nel 2022, un anno in cui si attendeva il lancio de nuovo sav Bmw X1 avvenuto nel quarto trimestre 2022, l'azienda ha consolidato in Italia la leadership nei segmenti di ingresso del mercato premium con il brand Mini che ha avuto risultati eccellenti sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. "Con la marca Bmw - ha detto Di Silvestre - abbiamo rafforzato la nostra leadership nei segmenti medio-alti del mercato premium, dalla Serie 3 in su, a differenza dei competitor che hanno una penetrazione maggiore, cioè 6 auto su 10, della loro gamma nei segmenti d'ingresso dove noi operiamo prevalentemente con Mini".
    "Questo approccio ci ha consentito da un lato di rafforzare ulteriormente il posizionamento premium di marca ad esempio con il lancio della nuova Bmw Serie 7, per la prima volta a partire dalla versione full electric o del nuovo X7, e dall'altro - ha sottolineato il ceo di Bmw Italia - di incrementare significativamente la profittabilità della rete e di Bmw Italia.
    In sintesi, abbiamo venduto di più e meglio nei segmenti più prestigiosi del mercato premium presidiando con successo il settore delle piccole premium con il brand Mini.
    Risultati che nascono - ha voluto ribadire Di Silvestre - "anche dal grande lavoro fatto dal team di marketing che ha supportato la direzione vendite con iniziative di grande successo. Penso alla campagna di pre-lancio della X1 con circa 4mila ordini prima del debutto sul mercato, oppure l'XEV Roadshow con 61 tappe e oltre 5mila test drive. O ancora il Bmw M Town Tour che ha toccato 40 località, coinvolgendo 32 dealer e realizzando 3.500 test drive. Da ricordare anche le partnership con AC Milan e la Federazione Italiana Tennis, il campionato M2 CS Racing e il nostro impegno al fianco del team Ceccato Motors nel Gran Turismo. Queste attività e molte altre hanno rafforzato il brand e la reputazione della marca nel nostro Paese supportando la desiderabilità dei nostri prodotti".
    "Per il 2023 a livello globale e nazionale le nostre previsioni sono di consolidamento del percorso di crescita.
    L'attenzione sarà chiaramente rivolta a continuare a incrementare l'elettromobilità con l'obiettivo è di arrivare almeno al 15% di veicoli elettrici sul totale delle nostre vendite mondiali alla fine dell'anno". "In Italia, in linea con quanto avverrà a livello globale, vogliamo incrementare la nostra segment share nel mercato premium, consolidare la leadership nel mercato elettrificato grazie anche al lancio della Bmw iX1 e della nuova Serie 5 disponibile per la prima volta nella versione full electric e alla nuova Bmw i4 eDrive35 che va a completare l'offerta della gamma i4".
    "Vogliamo anche conquistare la leadership nel segmento delle supersportive potendo contare su prodotti straordinari come M2 Coupé ed M3 Touring particolarmente graditi dal pubblico italiano. Grande focus nostro e della rete - ha concluso il ceo di Bmw Italia - anche sulla X3 che ancora oggi è un benchmark del mercato, in attesa dell'arrivo delle nuove versioni di X5 e X6 da sempre molto apprezzate dai clienti italiani. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La profumeria artistica 2022 in Italia vale 310 milioni di euro

Dal 30 marzo a Milano torna Esxence - The Art Perfumery Event

Lifestyle Beauty & Fitness
Chiudi  (ANSA)

 A livello mondiale l'incidenza della profumeria artistica sul mercato globale del beauty è sotto il 2%, ma in Italia, dove nel 2022 si stima un volume di fatturato di oltre 310 milioni di euro, corrisponde al 2,7% del beauty business, a oltre il 14% del fatturato del canale profumeria e a poco più del 30% delle vendite di fragranze. Sono i dati svelati in attesa di Esxence - The Art Perfumery Event, la cui 13esima edizione si terrà dal 30 marzo al 2 aprile all' Allianz MiCo, Milano Convention Centre. Protagonisti saranno più di 280 brand, provenienti da 30 Paesi diversi come Kazakistan, Singapore, Ucraina, Romania, Croazia, oltre a Italia, Francia, Spagna, Grecia, Austria, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Svezia, Svizzera, UK, UAE, Giappone, Ungheria e Hong Kong. I brand vengono selezionati da un Comitato Tecnico, composto da esperti, in base alla qualità delle proposte e ai criteri della distribuzione. "Esxence è l'evento di riferimento a livello mondiale dove - afferma Maurizio Cavezzali, co-fondatore di Esxence - si fa cultura olfattiva ad alto livello, si incontrano i più importanti e strategici player del settore, si decidono le nuove tendenze ed esordiscono i brand emergenti più promettenti". La rassegna ha il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Milano ed è realizzata con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell'agenzia Ice. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Esperto, anche il Dna regola l'invecchiamento

Test per età biologica.Si studia come modificare azione negativa

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Nel Dna il segreto per invecchiare in buona salute (fonti: immagine del Dna di Pixabay, anziani di SHVETS production) (ANSA) Nel Dna il segreto per invecchiare in buona salute (fonti: immagine del Dna di Pixabay, anziani di SHVETS production)

Perché ci sono novantenni che dimostrano 60 anni e ballano il Tip-Tap e quarantenni che arrancano a fare due piani di scale? Non è solo questione di buona salute o di allenamento. Gioca infatti un ruolo importante il Dna, con l'azione epigenetica delle strutture molecolari che lo regolano: i gruppi metilici e il Metiloma. Lo afferma Claudio Giorlandino, Direttore Scientifico dell'Istituto di Ricerca Scientifica Altamedica, coordinatore dello studio 'Epigenetics clocks and age related disease' sottomesso alla rivista Epigenomes per la pubblicazione. Sulla base dei dati evidenziati dallo studio, l'istituto ha brevettato un test, da effettuare sul sangue o sulle mucose, che valuta la vera età biologica e non anagrafica, calcolando il ritmo di invecchiamento. I forti effetti dell'età sui livelli di metilazione del Dna sono noti dalla fine degli anni '60. "Oggi stiamo andando molto più avanti. Nuovi più sofisticati algoritmi - spiega Giorlandino - sono in grado di associare all'età cronologica i fattori che la influenzano in un soggetto rispetto all'altro, permettendo di correggere l'andamento epigenetico del singolo individuo al fine di rallentarne l'invecchiamento. Confrontando l'età di metilazione del Dna (età stimata) con l'età cronologica, si possono definire misure di accelerazione dell'età".
    "Studiare il metiloma - conclude Giorlandino - ci dice la nostra vera età, ma ora si sta procedendo con l'analizzare quali tecniche e trattamenti vengono proposti per modificare l'azione negativa del metiloma spegnendo gli interruttori sui geni codificanti per il benessere ed il ringiovanimento dell'individuo ed accendendo quelli positivi". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Carabinieri, nel 2022 scoperte frodi alimentari per 3,4 milioni

Da tutela qualità produzioni a stop fondi indebiti

Terra & Gusto In breve
Chiudi  (ANSA)

Frodi agroalimentari per un valore di 3,4 milioni di euro, sequestro di 5.400 tonnellate di prodotti, per un totale di 1.603 imprese del comparto agricolo controllate. Sono alcuni dei numeri dell'attività operativa 2022 a tutela della legalità e dell'efficienza del sistema agricolo nazionale da parte del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, alle dipendenze del ministro dell'Agricoltura della Sovranità Alimentare. Due gli obiettivi: salvaguardare la qualità delle produzioni del comparto da frodi, contraffazioni ed evocazioni a danno del Made in Italy e contrastare le truffe circa l'ottenimento indebito di contributi europei e nazionali destinati all'agricoltura. Tra i risultati portati a casa dal Reparto, 17 aziende per la sospensione degli aiuti comunitari, oltre 16 milioni di contributi verificati, 1,18 milioni di beni mobili e immobili sequestrati; e ancora sono state accertate 341 violazioni amministrative e 185 penali e contestate sanzioni per 858.774 euro, con la denuncia di 74 persone e una arrestata.

Di rilievo le attività investigative svolte sui fondi erogati a sostegno del comparto che hanno portato alla denuncia di 89 persone con sanzioni per 44 mila euro. Tra i reati più frequenti commessi dai titolari delle aziende, la falsa attestazione della disponibilità titolata di terreni di proprietà dello Stato (Ismea), nonché il possesso di requisiti previsti per la presentazione delle domande di aiuto, inducendo in errore le Agenzie per l'erogazione dei fondi in agricoltura, ottenendo percepimenti indebiti in ambito Pac per 5,717 milioni di euro.

Sul fronte dei controlli per la qualità agroalimentare, sono state verificate 1.132 aziende per reati che vanno dalla "contraffazione di strumenti destinati alla pubblica autenticazione e uso di sigilli contraffatti", "frode nell'esercizio del commercio", alla "vendita di prodotti industriali con segni mendaci". Nel comparto dei marchi di qualità (Dop/Igp), sono state controllate 312 aziende e denunciate 17 persone, contestando 105 sanzioni per 359.498 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Geometrici o incrostati, i trend dei nuovi occhiali

Novità settore al Mido, 1000 espositori da 154 Paesi, torna Asia

Lifestyle Moda
Chiudi Romeo Gigli Eyewear SS23 by Lucio Stramanre (ANSA) Romeo Gigli Eyewear SS23 by Lucio Stramanre

Geometrici per la massima funzionalità ma dall'estetica elaborata o 'incrostati' su montature ricoperte da un'ampia gamma di materiali, tra cui cristalli, perle, pietre semi-preziose e materiali riciclati.
    Gli occhiali del 2024 si alterneranno tra innovazione consapevole, stile funzionale, palette colori unconventional e fashion forward. Sono i trend elaborati da WSGN anticipati da Mido, rassegna dell'occhialeria mondiale, a FieraMilano (4-6 febbraio). Oltre mille gli espositori provenienti da 154 Paesi, il ritorno dell'Asia e l'arrivo di nuove aziende, con un mercato che ha ripreso i livelli prepandemia (preconsuntivo 2022 la produzione italiana è stata di 5,17 miliardi di euro, +24% rispetto al 2021, esportazioni +22,5%). Obiettivo la personalizzazione, l'unicità, i materiali e le forme degli occhiali, l'ispirazione gira attorno a cinque temi. Il primo, Metaverse Metals, dalla realtà virtuale immersiva, fantasiosa, che ispira toni metallici ipnotici, quasi psichedelici con saldature innovative, finiture futuristiche, ombre e sfumature suggestive. Encrusted si focalizza invece sul futurismo 'Hyper Texture', che dà vita a superfici incrostate fuse con forme solide, per un trend ornamentale, vezzoso. Il terzo tema, Volcanic, genera colori e materiali che ricordano le superfici vulcaniche, incandescenti, che si ispirano al deserto, al fuoco, al metallo fuso,le lenti colorate ricordano il fluire della lava, utilizzando pigmenti dal processo di produzione "earth-friendly" e sostenibile. Romantico ma grintoso il trend Pink Diamonds che incarna alla perfezione l'espressione "voir la vie en rose", vedere la vita attraverso lenti rosa: non gioca più sulle fredde trasparenze diamantine, ma su riflessi cangianti, fondenti del rosa, servendosi anche di diamanti naturali estratti responsabilmente, oppure pietre riciclate o coltivate in laboratorio. L'ultimo, Scavenged Beauty, esplora l'upcycling, ovvero il riutilizzo di materiali di scarto per realizzare nuovi oggetti di valore, come le conchiglie, traducendosi in materiali solidi e intricate decorazioni o adoperando valve o madreperle di provenienza etica, fuse poi con pietre e metalli. Che abbiano la forma Slim Racer Frame, con lenti sottili, sportive, che ricordano quelle da gara, o Fashion Shield, per modelli oversize, veri e propri 'scudi alla moda', gli occhiali saranno sempre più oggetto del desiderio innovativi, inconsueti e sorprendenti. E il Made in Italy, in particolare continua a conquistare il mondo, come dimostrano le esportazioni che sono cresciute maggiormente rispetto a quelle di altri Paesi europei. Sia per diversi fattori (come debolezza dell'Euro, la guerra) ma soprattutto per la robusta domanda di prodotti italiani dall'America che da sola ha assorbito più del 36% dell'intero export del comparto occhialeria, in particolare del sole-vista (+ 23,2%). Purtroppo, è il messaggio che arriva da Mido su basi dei dati dell'Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici, per il 2023 occorre essere molto cauti perché quel che terrà banco sarà l'aumento dei costi, per questo settore come per tutto il manifatturiero italiano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Latte: prezzo alla stalla 57,5 centesimi al litro Lombardia

Accordo tra Coldiretti e Italatte fino a giugno

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

Il latte costerà 57,5 centesimi al litro alla stalla fino al prossimo mese di giugno in Lombardia, che da sola vale quasi il 50% della produzione italiana. È quanto annuncia la Coldiretti regionale, che ha siglato un accordo con Italatte, società del gruppo Lactalis, principale industria casearia italiana. "L'accordo - precisa Coldiretti Lombardia - prevede il riconoscimento alla stalla di 57,5 centesimi al litro per i mesi da febbraio a giugno 2023, ma con l'impegno a ritrovarsi ad aprile per valutare la situazione del mercato". "Un'intesa positiva - commenta il vicepresidente di Coldiretti Lombardia Paolo Carra - che arriva in un momento delicato per le nostre stalle e che permette di continuare a garantire la produzione di latte per le famiglie e i consumatori". Coldiretti sottolinea che con circa 5 mila allevamenti la Lombardia produce oltre il 45% del latte italiano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Dai vaccini fatti da bimbi una nuova via contro i tumori

Studio italiano, si sfrutta la memoria immunitaria per risvegliare immunità

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Una nuova tecnica contro i tumori sfrutta la memoria immunitaria dei vaccini (ANSA) Una nuova tecnica contro i tumori sfrutta la memoria immunitaria dei vaccini

 Per smascherare e colpire le cellule tumorali, abilissime nel 'nascondersi' al sistema immunitario, arriva un nuovo approccio: si punta ad utilizzare la memoria che l'organismo ha delle precedenti vaccinazioni, fatte quando si era bambini. Il meccanismo è semplice: si inietta nel tumore un antigene legato ad un vaccino già fatto, in questo modo il sistema immunitario lo riconosce ed attacca le cellule neoplastiche 'portate allo scoperto'. E' l'immunoterapia del futuro, suggerita da uno studio condotto dall'Irccs Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Università del Piemonte Orientale, Università di Genova e Istituto di Tecnologie Biomediche del Cnr di Segrate, appena pubblicato sul Journal for Immunotherapy for Cancer.
    Lo studio mira dunque a reindirizzare la risposta immunitaria contro i tumori che si 'nascondono' alle cellule-sentinella dell'organismo, sfruttando potenzialmente la memoria dei vaccini già ricevuti. Lo studio è stato condotto sui topi: si è utilizzato un modello di vaccino basato su una proteina non tumorale, l'ovalbumina. I topi sono stati precedentemente vaccinati contro l'ovalbumina, quindi una volta che il tumore si è sviluppato sono state iniettate nella neoplasia nanoparticelle contenenti ovalbumina. Il risultato è che è stata così reindirizzata contro il tumore la potente risposta immune anti-albumina. Con questo approccio è stato possibile arrestare la crescita fino, in alcuni casi, alla scomparsa di due tumori sperimentali del melanoma e della vescica. Il passaggio successivo sarà l'avvio della sperimentazione sull'uomo, utilizzando non un modello vaccinale ma antigeni dei vaccini già fatti nell'infanzia. "Si tratta di una terapia che può essere potenzialmente diretta contro ogni forma di tumore, sfruttando l'immunità dovuta alle vaccinazioni pediatriche, come il tetano o l'epatite contro cui tutti vengono vaccinati da bambini", osserva Gilberto Filaci, direttore dell'Unità di Bioterapie del San Martino e coordinatore dello studio. Il punto, rileva Filaci, è che "i tentativi fatti per sviluppare vaccini antitumorali hanno spesso fallito perché i tumori riescono a impedire o spegnere le risposte immunitarie contro le proprie componenti molecolari. Ma i tumori però nulla possono contro le risposte immunitarie già esistenti, come quelle che si sviluppano quando ci si vaccina da bambini". Da qui l'idea dello studio. Questa strategia innovativa "presenta numerosi vantaggi - spiega Filaci -. Può infatti essere applicata a ogni paziente, perché l'unico requisito è che sia stata ricevuta almeno una vaccinazione pediatrica che possa essere sfruttata per reindirizzare contro il tumore la risposta immune. Inoltre, l'approccio è possibile contro ogni forma di tumore e la procedura di somministrazione è molto semplice perché è sufficiente pungere il tumore per iniettare le nanoparticelle caricate con l'antigene giusto". "Naturalmente rimane molta strada da fare prima che questo nuovo approccio terapeutico possa essere somministrato ai pazienti, ma - conclude l'esperto - cercheremo di percorrere rapidamente le tappe per raggiungere il traguardo". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Weinstein chiede un nuovo processo, "accusatrice inattendibile"

La sentenza di Los Angeles è attesa il 23 febbraio

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

 Harvey Weinstein chiede di rifare il processo in corso a Los Angeles, in cui è imputato per aver aggredito e stuprato una ex modella nel febbraio 2013 ai margini del festival Los Angeles Italia. Secondo gli avvocati che difendono l'ex potente produttore cinematografico, la corte non ha ammesso prove che confutano l'attendibilità della principale accusatrice. Per questo, hanno chiesto al Tribunale di Los Angeles di ricominciare daccapo, con una nuova giuria. A dicembre, Weinstein - già condannato a 23 anni a New York per un reato simile - è stato riconosciuto colpevole a Los Angeles per aver stuprato un'attrice russa residente in Italia, rimasta anonima, durante una rassegna dedicata al cinema italiano. "Per sua stessa ammissione ai pm, Jane Doe n.1 - come e' stata indicata la donna, ndr - ha mentito sulla natura del suo rapporto con il fondatore del festival e quindi non è attendibile", si legge nella mozione depositata. L'istanza sarà esaminata il 23 febbraio, lo stesso giorno in cui è attesa la sentenza. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Polestar 0, obbiettivo zero emissioni entro il 2030

Il progetto per un'auto sostenibile anche nella produzione

Motori Eco Mobilità
Chiudi Polestar 0, obbiettivo zero emissioni entro il 2030 (ANSA) Polestar 0, obbiettivo zero emissioni entro il 2030

Polestar 0, come la quantità di emissioni prodotte nell'intero ciclo vita dal veicolo del brand svedese atteso nel 2030.
    Com'è ormai noto, se è vero che le auto elettriche risolvano il problema delle emissioni allo scarico, è altrettanto vero che per produrle si inquina molto di più rispetto ad un tradizionale veicolo a combustione.
    Con il progetto "0", Polestar intende creare un'auto a zero emissioni nell'intero ciclo vita, ovvero dalla produzione alla rottamazione. Per raggiungere un obbiettivo tanto ambizioso, il brand del Gruppo Volvo ha coinvolto 8 aziende specializzate, provenienti da Germania, Svizzera, Portogallo, Finlandia e Svezia. Si occuperanno dello sviluppo di inverter elettrici, della galvanotecnica, come di ogni tipo di materiale per interni ed esterni, le costruzioni in legno, i rivestimenti e i tessuti, la laminazione sottile dell'alluminio, anche riciclato.
    Il progetto Polestar 0 è stato lanciato nel 2021 nella convinzione che l'industria automobilistica necessiti un reset totale. Polestar riconosce la necessità di affrontare con urgenza le emissioni derivanti dalla produzione, da risolvere lungo l'intera catena di fornitura: dall'estrazione delle materie prime alla produzione dei materiali e dei veicoli, alla consegna e al termine del ciclo di vita, senza basarsi su schemi di compensazione fuorvianti. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercedes al massimo del luxury con Maybach

Maybach e Manufaktur per i clienti della stella più esigenti

Motori Prove e Novità
Chiudi Mercedes al massimo del luxury con Maybach (ANSA) Mercedes al massimo del luxury con Maybach

Le auto Mercedes, storicamente, sono legate al al mondo del lusso, e in questo momento storico, in cui sono stati investiti 566 miliardi di euro in luxury cars nel 2022, è ancora più evidente l'importanza di questo mercato.

Ma non sono solamente le soluzioni tecnologiche che rendono uniche alcune Mercedes, come il Dolby Atmos, meglio definito come il suono del lusso, capace di una resa sonora multicanale che, dal vivo, fa realmente la differenza. Anche gli allestimenti realizzati su misura della clientela più esigente fanno parte del DNA della casa della stella a tre punte.
Infatti, nel corso della nostra visita della rinnovata concessionaria Mercedes-Benz Roma, in via Zoe Fontana, abbiamo potuto toccare con mano alcune delle vetture di rappresentanza per antonomasia. la prima è stata la S 580 Manufaktur da 245.938 euro, realizzata sulla base della Classe S a passo lungo, con una verniciatura speciale in nero opaco, e forte di altri dettagli che la rendono ancora più lussuosa.
Poi è stata la volta della Maybach S 680 Edition 100, ancora più lunga di circa 30 cm della Classe S a passo lungo, per una zona posteriore particolarmente abitabile nel massimo del comfort. Con la sua livrea bicolore grigia e blu, sarà costruita in soli 100 esemplari, dal costo di 321.000 euro l'uno, e, tra questi, solamente 1 arriverà in italia.
Ancora più esclusiva, la Maybach S 680 Virgill Abloh, dal costo di 472.697 euro, realizzata con la partecipazione dal compianto fondatore del brand di moda Off-White, che sarà prodotta in sole 150 unità, di cui 2 previste per il mercato italiano. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Benessere, 12 tendenze mondiali 2023

Global wellness institute, scienza nel beauty e terme

Lifestyle Beauty & Fitness
Chiudi l 2023 e' l'anno dei rimedi scientifici, con l'uso della tecnologia ed effetti dimostrati, le novita' dal Global Wellness institute (ANSA) l 2023 e' l'anno dei rimedi scientifici, con l'uso della tecnologia ed effetti dimostrati, le novita' dal Global Wellness institute

Il nuovo report mondiale sul wellness 2023 a cura del Global Wellness Institute, presentato a New York elenca dodici nuove tendenze che includono, oltre al nuovo social wellness che invade ogni segmento, nuovi prodotti beauty più scientifici e meno 'clean', la voglia di ritornare all'origine dei trattamenti di meditazione e rilassamento (partendo verso i luoghi originali di nascita di tali metodiche, inflazionate nel mondo), il boom di trattamenti in acqua calda o ghiacciata e delle nuotate libere e selvagge con tanto di guida, dalle diete per il grasso bruno ai 'ritiri sportivi amatoriali' di gruppo ai nuovi parchi wellness che uniscono quartieri alle iniziative di benessere nei luoghi di lavoro, inclusa la fede religiosa.  
Viaggi benessere originali
Al secondo posto dei nuovi trend del wellness si segnalano i viaggi benessere nei luoghi in cui i trattamenti hanno avuto origine. Il turismo del benessere è inflazionato e ha perso autenticità perché ovunque nel mondo si può praticare, ad esempio, lo yoga oppure i riti ayahuasca amazzonici o un massaggio hawaiano. “Nasce una nuova critica del benessere come profondo appropriatore culturale, crescono i movimenti per la giustizia sociale e una maggiore enfasi sull'autenticità, - spiegano gli autori del report. - I viaggiatori sono ora alla ricerca di esperienze culturali molto più profonde e mostrano interesse ad andare alla fonte dell'antica guarigione e della conoscenza per imparare a prendersi cura sia della terra che di sé stessi”. I viaggi wellness si fanno indigeni per il 2023 e le esperienze di benessere radicate nelle varie e differenti  cultura stanno esplodendo a livello globale. “In Giappone, i tradizionali ryokan o locande termali, stanno vivendo un incredibile rinascita come esperienze basate sulla natura che cambia con le stagioni. I resort stanno esplorando nuovi menu di benessere basati sulle tradizioni curative locali, che si tratti della medicina tradizionale araba e islamica in Medio Oriente o del druidismo in Inghilterra. L'India, che ha dato al mondo del benessere lo yoga, è pronta ad attirare i viaggiatori alla fonte con un imminente centro di medicina tradizionale nato in collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità”, si legge nella ricerca.
Benessere a lavoro
Al terzo posto il Global Welleness Institute segnala  un incremento di iniziative concrete per il benessere sui luoghi di lavoro. “A fronte del 70% dei lavoratori che hanno avuto esperienze di ‘burnout’ nel 2021 e del 38% che dichiara di odiare il loro compito lavorativo, le imprese devono correre ai ripari sul fronte del benessere dei propri dipendenti”, spiegano gli autori dello studio.   Così succede che per il benessere dei lavoratori il Portogallo ha recentemente introdotto una legge che garantisce il ‘diritto a disconnettersi’ dalle e-mail fuori orario di lavoro a che aumenta il numero delle società che stanno organizzando riunioni in luoghi rilassanti e socializzanti come nei club e nelle spa. Le riunioni alternate ai bagni di ghiaccio, sono solo un esempio dei trattamenti più richiesti al momento.
Beauty-scienza
Il ritrovato amore per la scienza occupa il 4° posto della classifica wellness e invade la cosmetica: la clean beauty (l’uso di prodotti ‘senza’ chimica e con pochi estratti naturali) è in calo. Cresce invece l’interesse per i rimedi efficaci, supportati da prove scientifiche e potenziati con dispositivi hitech. La bellezza si fa seria e punta alla scienza, al centro della nostra vita da quando abbiamo preso dimestichezza con le regole di prevenzione e cura della recente pandemia. “la scienza la fa da padrone. Nel mondo della bellezza, lo spostamento verso prodotti supportati dai dati non è mai stato così evidente, - spiega Jessica Smith del GWI. “Stiamo assistendo a un voltafaccia verso la clean beauty e a tutte gli slogan un po’ scivolosi e al greenwashing. Cresce così il desiderio di usare prodotti beauty supportati dalla scienza. I consumatori vogliono più educazione e trasparenza, più tecnologie di bellezza orientate ai risultati, più scienza nelle formulazioni degli ingredienti  e le formulazioni biotecnologiche sono ora ritenute più efficaci degli estratti naturali. Si apre la strada alle innovazioni hitech”.
Benessere di quartiere
Quinto posto per il benessere urbano. C’è enorme bisogno di infrastrutture wellness per i cittadini. Non sono più percepite come un lusso, ma una necessità per vivere più sani e più felici. “Aumentano nel mondo i progetti di spazi pubblici pedonali che collegano i quartieri e aiutano anche a superare le divisioni razziali ed economiche, oltre che a stare meglio come la realizzazione dell'11th Street Bridge Park a Washington” . A Singapore il governo sta cercando di creare un "paradiso del benessere urbano" con programmi e iniziative wellness che mostrano le risorse naturali e di benessere uniche della città. A Monterrey, in Messico, una collaborazione di successo tra organizzazioni private e pubbliche, DistritoTec, sta creando una nuova fiorente comunità con il benessere al centro.  “Un modello che il Messico intende replicare” precisano gli analisti.
Diete anti grasso bruno
Al posto numero 6 il wellness per il calo del peso corporeo. Il nuovo trend è puntare al grasso ‘bruno’ che brucia molte più calorie mentre quello ‘bianco’ è inefficiente e consuma pochissimo. Come? La metodica del momento è la terapia del freddo (fortemente di tendenza) in cui alcune ricerche ipotizzano che il tessuto adiposo bruno può essere reclutato, ampliato e attivato dall'esposizione ad ambienti freddi (crioterapia) così da aumentare il metabolismo. Seconda metodica il digiuno intermittente e una pletora di di farmaci che stimolerebbero la termogenesi.
Wellness e governi
Settimo posto per le iniziative dei governi in chiave wellness. Abbiamo già citato alcune regole intraprese, per esempio, in Portogallo (come il diritto alla disconnessione). Seguono i regolamenti contro il fumo e il consumo di zucchero e gli investimenti in campagne per uno stile di vita più salutare: la medicina lifestyle.
Wellness blu
Al posto numero 8 i ricercatori segnalano un trend in evidente crescita: il wellness blu. Le acque naturali, selvagge, ghiacciate o bollenti, sono al centro. “La pandemia ha stimolato una fame di esperienze in natura che non mostra segni di diminuzione,-  spiegano gli autori. - Ma quando parliamo dell'ondata di fame di natura di solito rimaniamo sulla terraferma. Nel 2023 invece, le persone salteranno nelle acque selvagge del mondo per un po' di "benessere blu", con un'ondata globale senza precedenti di nuove destinazioni termali, nuoto selvaggio e di fondo che diventerà presto globale”. Le sorgenti termali calde di ogni parte del mondo sono nuove mete turistiche senza precedenti e se dall'Australia agli Stati Uniti sono in corso 50 nuovi progetti in chiave ‘acqua wellness’ l’Europa è pronta da sempre. L’Italia tutta offre la possibilità di godere le acque roventi delle località termali e, con la fame di social wellness anche le proposte si coniugano  con eventi di  intrattenimento dal vivo, lezioni di benessere acquatico, yoga nelle sorgenti termali, bar sull'acqua.  Sul lato ‘acqua ghiacciata’ anche si segnala un crescente interesse per il nuoto selvaggio, freddo e di fondo, una volta dominio esclusivo di atleti seri. Ora si formano gruppi amatoriali di nuoto ‘wild’, Antesignani i Bluetits Chill Swimmers (Inghilterra) che offrono nuotate di gruppo inclusive e che favoriscono la connessione tra persone. Programmi di nuoto selvaggio con guida sono stati inaugurati anche in Svezia e a New York. E c’è anche chi abbandona le classiche piscine in cemento per nuotare in stagni, laghi e coste marine tutto l’anno.
Ritiri sportivi per principianti e professionisti
Al nono posto (anche qui in chiave social wellness) si segnalano nuovi ‘ritiri sportivi’ per gruppi. Una nuova forma di ospitalità wellness offerta dagli hotel di lusso per gli appassionati dell’attività fisica, anche seguiti da atleti professionisti e rinomati. Decimo posto per il benessere ‘multisensoriale’: le Spa sono tatto, la wellness music è suono, la  cromoterapia è colore, il cibo sano è gusto e il calore è temperatura corporea.  Ora questi stimoli vengono mescolati e accentuati coniugandoli anche alla meditazione.
Biohacking
Posto numero 11 per il nuovo ‘biohacking’: ovvero il vecchio sogno di controllare la nostra biologia e sfidare la malattia, il decadimento e la morte in modo da poter diventare ‘superumani’.  Aiuterebbero digiuno, canto, yoga, arti marziali, manipolazioni della temperatura corporea e medicine antiche tradizionali , ora anche aiutate dalla tecnologia ultra moderna. Dall’intelligenza artificiale alle interfacce cervello-computer, dai sensori corporei ai xenobici, nanobotici, probiotici e così via (incluse le tecnologie blockchain) che ci consentono di monitorare e tracciare la salute e manipolare i nostri input sensoriali.
Wellness religioso
Ultimo posto, dodicesimo, per il neo-wellness religioso da rispettare nei luoghi di lavoro. “Non sorprende che la pandemia abbia portato a una rinascita della fede. Ciò che sorprende è che il mondo aziendale lo sta abbracciando. Mentre le iniziative di diversità, equità e inclusione nei luoghi di lavoro si sono concentrate su razza, genere, orientamento sessuale e popolazioni emarginate, ora sta emergendo un aspetto che è stato sorprendentemente lasciato fuori dalla conversazione: la fede, - spiega l’analista Brian Grim. - La religione è un identificatore importante per oltre l'84% delle persone nel mondo e le popolazioni religiose stanno superando le popolazioni le non religiose di 23 a 1. L'inclusività intorno alla fede ha un impatto illuminante sul reclutamento, sulla fidelizzazione e sui ricavi delle imprese ed è un potente fattore di salute e resilienza dei dipendenti”. Il report segnale nuove iniziative in Intel (che ha incluso nelle ERG delle risorse umane non solo le fedi maggiori, ma anche atei, agnostici e piccole fedi) oppure in Google che dalla passata politica "nessuna religione", ha lanciato l'Inter Belief Network (IBN), in modo che i dipendenti potessero stabilire sottocapitoli per fedi tra cui buddismo, cristianesimo, induismo, islam ed ebraismo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ford Mustang 2024 venduta all'asta per 565 mila dollari

E' il primo modello della settima generazione della muscle car

Motori Attualità
Chiudi Ford Mustang 2024 venduta all'asta per 565 mila dollari (ANSA) Ford Mustang 2024 venduta all'asta per 565 mila dollari

La Ford Mustang 2024 arriverà sul mercato americano quest'estate, ma la prima prodotta è stata recentemente battuta all'asta da Barrett-Jackson, a Scottsdale, in Arizona, per 565.000 dollari. Il ricavato andrà a favore di una associazione per la lotta contro il diabete.
    Non è la prima volta che una Ford Mustang viene messa all'asta per solidarietà; infatti, nel 2019 una Shelby GT 500 fu venduta per 1,1 milioni di dollari. La variante 2024 della muscle car dell'ovale blu avrà motorizzazioni con potenze che andranno dai circa 310 CV della EcoBoost, agli oltre 490 CV della Dark Horse. La vettura in questione potrà essere scelta con la trasmissione manuale a 6 marce, o in abbinamento con il cambio automatico a 10 rapporti. Si tratta della settima generazione di una delle muscle car più conosciute, che, con il modello precedente ha conquistato anche la clientela europea confrontandosi con vetture sportive blasonate senza timori reverenziali. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Presentata in Nord America la Mazda CX-90

Motori elettrificati nuova piattaforma e trazione integrale

Motori Prove e Novità
Chiudi Presentata in Nord America la Mazda CX-90 (ANSA) Presentata in Nord America la Mazda CX-90

Realizzata su una nuova piattaforma, la Mazda CX-90 è stata lanciata in Nord America nel nuovo colore Takuminuri di Mazda, denominato Artisan Red. Il motore è in posizione anteriore longitudinale, ed adotta il sistema Kinematic Posture Control, che ha debuttato sulla MX-5 Miata, ed evita il sollevamento del corpo vettura nelle curve strette. In questo modo migliora l'aderenza, e gli occupanti, che arrivano fino ad un massimo di 8, possono mantenere una postura naturale.
    Un ulteriore apporto alla dinamica è fornito dalla trazione integrale.
    Di conseguenza, è possibile sfruttare in sicurezza le potenzialità del nuovo 6 cilindri 3.3 turbo da 340 CV e 369 Nm, dotato di sistema mild hybrid. In alternativa, è possibile scegliere il nuovo propulsore e-Skyactiv plug in hybrid da 323 CV e 369 Nm, che sfrutta il motore termico a quattro cilindri da 2,5 litri ed una batteria da 17,8 kWh, per viaggiare in determinate situazioni solamente in modalità elettrica.
    Tutti i propulsori della CX-90 sono abbinati a un nuovo cambio automatico a otto velocità. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Unasca: bonus patente strumento per colmare carenza autisti

Fissata dal Ministero data d'avvio della piattaforma informatica

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 01 FEB - Per il bonus patente è stata fissata dal Ministero la data d'avvio della piattaforma informatica e il periodo di fruibilità. Le autoscuole si potranno accreditare sulla piattaforma informatica dalle ore 12 del prossimo 6 febbraio, mentre dalle ore 12 del 13 febbraio 2023, chi intenda conseguire o abbia già conseguito i titoli richiesti, potrà presentare le domande per la concessione del "buono patente autotrasporto".
    È del 30 gennaio il decreto dirigenziale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che rende noto che dal 6 e 13 febbraio, sarà operativa la piattaforma raggiungibile dal link https://patentiautotrasporto.mit.gov.it/bonuspatente/ Per poter beneficiare del "buono patente autotrasporto" è necessario che i richiedenti abbiano sostenuto o possano sostenere, nel periodo compreso tra il 1° luglio 2022 e il 31 dicembre 2026, la spesa per la formazione necessaria al conseguimento di uno dei titoli e delle abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all'esercizio dell'attività di autotrasporto di persone e di merci. Nel dettaglio, il MIT ha stanziato 3,7 milioni di euro per il 2022 ed ulteriori 5,4 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026. Il contributo sarà pari all'80% della spesa sostenuta (con il limite massimo di 2.500 euro) e verrà riconosciuto una volta sola.
    "Pur con alcuni limiti - commenta Emilio Patella, Segretario nazionale Autoscuole UNASCA -, il buono patente è un passo importante per cercare di colmare la carenza di autisti. È uno strumento che permette di non far pesare interamente sui futuri conducenti le spese necessarie ad una formazione professionale che ha risvolti positivi sulla mobilità e la sicurezza stradale.
    A nostro avviso, occorre aiutare le famiglie anche per le patenti di auto e moto, intervenendo sull'IVA, o rendendo detraibili le spese sostenute per la formazione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercedes, tempo di restyling per GLE e GLE Coupé

Motorizzazioni elettrificate ed aggiornamenti tecnologici

Motori Prove e Novità
Chiudi Mercedes GLE restyling (ANSA) Mercedes GLE restyling

La Mercedes GLE, anche nella sua variante sportiva, la GLE Coupé, è stata oggetto di un restyling importante che ha interessato esterni, interni, e la tecnologia di bordo.
    Con la rivisitazione del modello, lanciato nel 2018, la gamma di motori è diventata interamente elettrificata mediante i sistemi mild hybrid a 48 volt con generatore di avviamento integrato, e plug-in hybrid di quarta generazione.
    Inoltre, la maggior parte delle GLE in gamma presenta un incremento di potenza, con la GLE 400 e 4MATIC che ha guadagnato ben 30 kW.
    A livello di tecnologia a supporto del guidatore, il pacchetto di assistenza alla guida offre ulteriori funzioni specifiche migliorate nell'efficacia, come l'Active Distance Assist DISTRONIC, l'Active Steering Assist e il Traffic Sign Assist. Mentre il pacchetto parcheggio con telecamera a 360 gradi supporta il conducente nelle manovre di ingresso e uscita dai parcheggi. Inoltre, con la funzione 'cofano trasparente', mediante il programma di guida in fuoristrada attivo, il display centrale consente di osservare in maniera virtuale al di sotto della parte anteriore del veicolo, per superare percorsi scoscesi.
    Mercedes Benz ha ridefinito il pacchetto Off-Road Engineering con componenti che includono una protezione antincastro e, in combinazione con le sospensioni pneumatiche AIRMATIC (optional), un'altezza da terra superiore di 30 millimetri. Non manca il Trailer Manoeuvring Assist che, tramite il Trailer route planner, consente di trovare percorsi ottimizzati quando si viaggia con un rimorchio. Si tratta di un aiuto utile, in quanto la GLE vanta una capacità di traino ancora più elevata, fino a 3,5 tonnellate, che sfrutta un gancio di traino completamente elettrico selezionabile tramite un pulsante nel portellone posteriore o un pannello sul display centrale.
   

Esternamente, sia la GLE che GLE Coupé presentano nuovo paraurti anteriore con due feritoie orizzontali con inserti cromati che attraversano la griglia del radiatore. I fari LED High Performance sono di serie, e cambia anche l'interno delle luci posteriori. I dettagli estetici AMG Line, come la griglia a diamante con pattern Mercedes-Benz cromato, la grembiulatura anteriore AMG con elemento cromato, i pannelli laterali AMG e i rivestimenti dei passaruota nel colore del veicolo, e la grembiulatura posteriore AMG, sono divenuti di serie sulla GLE Coupé. Debuttano due nuove livree, il blu sodalite metallizzato, e l'alpine grey solid MANUFAKTUR.
    Nell'abitacolo spiccano il volante di ultima generazione con superfici sensoriali sulle razze orizzontali. sono disponibili l'impianto audio premium Burmester surround sound system con il Dolby Atmos, e l'ENERGIZING AIR CONTROL, che passa in modo intelligente dalla modalità di aria fresca a quella di ricircolo dell'aria.
    L'hardware ed il software del sistema di infotainment MBUX sono stati migliorati, Apple Car Play e Android Auto sono ora disponibili in modalità wireless, l'assistente vocale diventa capace di apprendere, attivando i servizi online dell'App Mercedes me, e con la funzione MBUX Smart Home, GLE e GLE Coupé diventano un centro di controllo mobile per la casa. Non mancano, infine, gli aggiornamenti over the air.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tom Brady sul futuro nel cinema, 'vediamo cosa si può fare'

Quarterback ospite alla prima del film '80 For Brady'

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

 Dai campi di football agli studios hollywoodiani? Alla vigilia del suo annuncio su Instagram di un ritiro definitivo dalla carriera sportiva, Tom Brady non esclude un futuro nel cinema. Intervistato da Entertainment Online durante la prima del film '80 For Brady', in cui interpreta se stesso, il quarterback, 45 anni, ha parlato di ciò che può essere potenzialmente in serbo per lui e non lascia nulla fuori.
    "Vedremo - ha detto a proposito di un futuro sul grande schermo -, fate delle offerte e vediamo cosa si può fare". "Sto ancora cercando di capire - ha aggiunto - la prendo alla giornata. I miei amici mi dicono che il futuro accade un giorno alla volta, ecco cosa è la vita. Stasera mi sto divertendo. E' davvero una notte magica per me e molte persone hanno lavorato tanto a questo progetto, quindi sono felice di essere qui per sostenerle".
    Non ha inoltre escluso che possa esserci un sequel di '80 For Brady'. Il film, diretto da Kyle Marvin, vede protagoniste quattro amiche ottantenni che si mettono in viaggio per Houston per vedere Tom Brady giocare al Super Bowl. Ha come protagoniste Jane Fonda, Lily Tomlin, Rita Moreno e Sally Field. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tendenze wellness, epidemia di solitudine, fitness diventa rito collettivo

Report mondiale 2023, la socialità più importante di tutto

Lifestyle Beauty & Fitness
Chiudi Basta wellness individuale, il fitness diventa social nei templi del benessere, attesata il nuovo report GWI (ANSA) Basta wellness individuale, il fitness diventa social nei templi del benessere, attesata il nuovo report GWI

I rimedi per il benessere in chiave ‘self care’  interessano meno, come pure massaggi, personal trainer e basta con l’ossessione per il proprio corpo e con i metodi di fitness digitali da seguire a casa o da soli al parco. Siamo di fronte a un nuovo rifiuto dell’ossessione su sé stessi. Complice la pandemia passata, i tempi sono profondamente cambiati: siamo nel pieno di una nuova epidemia di solitudine e le nuove proposte fitness, trattamenti estetici, cure termali, (sempre eterni) yoga e metodi mindfulness più apprezzati diventano riti ultra-collettivi e perfino potenziati con elisir a base di erbe ‘socializzanti’ per condividere davvero (non più con i social network) esperienze e sensazioni, rompere la timidezza, rilassarsi e sentirsi parte di una comunità. Il netto cambio di passo lo segnala il nuovo report mondiale sul wellness 2023 a cura del Global Wellness Institute, presentato  a New York. Lo studio elenca dodici nuove tendenze che includono, oltre al nuovo social wellness che invade ogni segmento, nuovi prodotti beauty più scientifici e meno 'clean', la voglia di ritornare all'origine dei trattamenti di meditazione e rilassamento (partendo verso i luoghi originali di nascita di tali metodiche, inflazionate nel mondo), il boom di trattamenti in acqua calda o ghiacciata e delle nuotate libere e selvagge con tanto di guida, dalle diete per il grasso bruno ai 'ritiri sportivi amatoriali' di gruppo ai nuovi parchi wellness che uniscono quartieri alle iniziative di benessere nei luoghi di lavoro, inclusa la fede religiosa.  
Wellness anti-solitudine
“Sappiamo che la solitudine è alle stelle, che porta alla morte e incide negativamente sulla propria salute e benessere. La pandemia ha dimostrato di essere il punto di rottura. La più grande tendenza del wellness è lo sviluppo di nuovi spazi ed esperienze che riuniscono le persone nella vita reale, creativamente e con intenzione, dove la connessione sociale è il centro fondamentale del concetto, - spiega Susie Ellis, direttore, CEO del Global Wellness Summit a capo della nuova indagine condotta in oltre 200 paesi. – i club del nuovo ‘benessere sociale’ prenderanno sempre più piede per migliorare la salute mentale e fisica cancellando l’isolamento, la crescente difficoltà a socializzare e la timidezza”. Il report elenca 12 nuovi trend e il social wellness è al primo posto in tutto il mondo. “Affrontare la solitudine è una tendenza enorme che invade lo spazio dedicato al benessere. Nascono startup per connettere le persone come nuove app e piattaforme social che puntano ad esperienze realmente socializzanti organizzando ad esempio cene tra estranei o incontri, molti fitness e wellness, tra condomini. – si legge nell’indagine. Il futuro del benessere? “Un netto passaggio dalla solitudine nella cura del sé alla socialità, all'appartenenza a gruppi, dall'ego all'empatia. Il mondo del benessere sta finalmente affrontando il più grande caposaldo mancante della salute: il benessere sociale, con un'ondata di nuovi spazi, modelli di comunità e concetti che mettono al centro la connessione umana reale”.
I nuovi club di ‘wellness sociale’ propongono esperienze di benessere come rompighiaccio sociale. Antesignani il Remedy Place di Los Angeles (il più rinomato al mondo). Inaugurato nel 2019 dal chiropratico Jonathan Leary, offre pacchetti completi dall'ossigenoterapia iperbarica ai bagni di ghiaccio ringiovanenti per i muscoli ai trattamenti a base di vitamine insieme a frequenze sonore (di 7,83 hz e 40 hz) per restituire energia al cervello e facilitare il relax e lo stare insieme. Anche ‘Othership’ al Six Senses Place di Toronto offre sauna e bagni di ghiaccio collettivi con serate di musica, performance artistiche e guide per svolgere attività di gruppo divertenti e rilassanti. La nuova modalità di intrattenimento in chiave wellness si diffonde in tutto il mondo. “Con lo smart working, le persone hanno bisogno di luoghi quotidiani in cui stare e appartenere, - spiegano gli analisti GWI. “I giovani abbandonando alcolici e bar e cercano spazi sociali più sani. Con la "comunicazione" umana che si è trasformata in emoji, il mondo del benessere ora ci insegnerà come connetterci ed entrare in empatia più profondamente. Nasce il "fitness relazionale" e, segnalano gli analisti , si intravede l’uso di nuovi elisir socializzanti basati sul consumo di estratti botanici alternativi alla cannabis e che guiderebbero l’apertura mentale a fare amicizia, vincendo timidezza ed freni sociali. Il report cita l’incremento del consumo mondiale di erbe come la kanna (pinta grassa africana ribattezzata la pianta anti-timidezza) o la kava (ipnotica) e la psilocibina (da funghi allucinogeni).



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto: Acea, nel 2022 elettriche (+3%) e ibride (+2,8%)

In ultimi mesi carburanti alternativi superano i tradizionali

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 01 FEB - Il mercato delle auto elettriche e ibride ha continuato a crescere in tutta l'Unione europea nel 2022. La quota di vendite dell'elettrico è salita l'anno scorso al 12,1%, 3% in più rispetto al 2021. È stato un anno positivo anche per le auto ibride (22,6%), in salita del 2,8% rispetto all'anno precedente. Lo rileva un rapporto di Acea (l'Associazione europea dei produttori di automobili). Le vetture alimentate con carburanti tradizionali a benzina e diesel hanno continuato a perdere terreno rispetto all'anno precedente (-3,5% e - 3,2% rispettivamente) ma, insieme, rappresentano ancora più della metà delle vendite di auto nell'Ue nel 2022 (36,4% per la benzina e 16,4% per il diesel). I veicoli ad alimentazione alternativa hanno rappresentato più della metà (53,1%) del mercato automobilistico dell'Ue nell'ultimo trimestre dell'anno scorso, con oltre 1,3 milioni di mezzi immatricolati. Su base trimestrale, è la prima volta che i tradizionali tipi di alimentazione vengono superati. Il rapporto di Acea rileva, inoltre, che vendite di auto a benzina hanno registrato una crescita del 4,1% nel quarto trimestre del 2022. Tutti e quattro i mercati chiave hanno contribuito a questo miglioramento, in particolare l'Italia (+17,4%) e la Francia (+3,5%). Nonostante questo, la quota di mercato della benzina è scesa al 32,5%, dal 35,5% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il diesel, invece, ha registrato un leggero calo negli ultimi tre mesi dell'anno (-0,4%), mentre la sua quota di mercato è scesa al 14,4%, contro il 16,4% del quarto trimestre del 2021. Da ottobre a dicembre, le immatricolazioni di nuove auto elettriche a batteria nell'Ue sono aumentate del 31,6% a 406.890 unità. La Germania ha fatto da apripista con 198.293 unità (+66,1%), seguita dalla Francia che ha registrato un aumento del 12,6% a 62.155 unità. Dopo un terzo trimestre debole, le vendite di auto ibride in Ue hanno registrato un forte aumento (+29,5%) nell'ultimo trimestre del 2022, sostenuto da un incremento del 73,5% in Germania, che da sola ha rappresentato più della metà delle immatricolazioni in Ue.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Legno e ingranaggi, a Milano in mostra gioielli contemporanei

Allo spazio Visionary Ornament, 7 artisti dal 10 al 12 febbraio

Lifestyle Lusso
Chiudi  (ANSA)

E' una panoramica sulle nuove tendenze del gioiello contemporaneo, tra materiali di recupero e antiche tecniche orafe che sembravano dimenticate, l'esposizione "Autori in mostra - L'equilibrio tra arte e mestiere", che si terrà allo spazio Visionary Ornament di Milano dal 10 al 12 febbraio.
    In mostra, sette diverse visioni di ornamento contemporaneo di sette artisti e artiste che lavorano a Milano, Ferrara, Firenze, Orbetello e Napoli: i lavori di Maria Elena Abbate, Simona della Bella, Stefano de Robert, Raimondo Oliviero, Ebi Rahbarian, Maddalena Rocco e Bruno Villan.
    Abbate si muove tra design contemporaneo e materiali di recupero come il plexiglas, il legno, la cartapesta, la gomma mescolati a perle, pietre semipreziose e metalli. Simona Della Bella, che vive e lavora a Milano,è creatrice di IngranArt: sculture-gioiello ispirate al tempo, realizzate con ingranaggi, quadranti e parti di orologi antichi. Stefano de Robert è un orafo autodidatta che indirizza la sua ricerca nel dare una veste moderna a lavorazioni tradizionali, mentre Raimondo Oliviero realizza a mano gioielli che s'ispirano al tempo alla natura e ai suoi cicli vitali.
    Iraniano, Abolfazhl Rahbarian abbina l'estetica dell'impero persiano alla modernità dello stile "Industrial", mentre la milanese Maddalena Rocco crea gioielli dedicati a figure mitologiche e il napoletano Bruno Villani modella, scolpisce e intarsia materiali vari come il marmo, il bronzo, l'oro, l'argento, il legno e il tufo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Con il 30% di copertura arborea evitabile 1/3 dei morti per caldo

Ricerca, a Roma -200 morti, a Milano -60, a Napoli -75

Salute & Benessere Sanità
Chiudi  (ANSA)

Oltre il 4% dei decessi nelle città durante i mesi estivi è dovuto al caldo, e un terzo di questi decessi potrebbe essere evitato raggiungendo una copertura arborea del 30%. Lo sostiene uno studio pubblicato su The Lancet e condotto dall'Istituto di Barcellona per la Salute Globale (ISGlobal).
    In Italia, secondo la ricerca, la città di Roma potrebbe evitare 200 decessi all'anno estendendo la sua copertura arborea dal 9% attuale al 30%. A Napoli, il 17% di alberi in più eviterebbe 75 decessi all'anno. A Milano, passare dal 6% attuale al 30% eviterebbe più di 60 decessi all'anno. Salendo al 30% di copertura arborea, ci sarebbero 42 morti in meno all'anno a Bologna, 38 a Genova, 3 a Padova, 30 a Palermo, 71 a Torino, 9 a Trieste.
    L'esposizione al calore è associata a mortalità prematura, malattie cardiorespiratorie e ricoveri ospedalieri. La minore vegetazione, la maggiore densità di popolazione e le superfici impermeabili di edifici e strade, compreso l'asfalto, determinano una differenza di temperatura tra la città e le aree circostanti, un fenomeno chiamato isola di calore urbana. Dato il riscaldamento globale in corso e la crescita urbana, si prevede che questo effetto peggiorerà nei prossimi decenni.
    La ricerca spagnola ha stimato i tassi di mortalità dei residenti di età superiore ai 20 anni in 93 città europee (per un totale di 57 milioni di abitanti), tra giugno e agosto 2015, e ha raccolto dati sulle temperature giornaliere rurali e urbane per ogni città.
    I risultati mostrano che, da giugno ad agosto 2015, le città erano in media più calde di 1,5 C rispetto alle campagne circostanti. In totale, 6.700 morti premature potrebbero essere attribuite alle temperature urbane più calde, il 4,3% della mortalità totale durante i mesi estivi e l'1,8% della mortalità durante tutto l'anno. Un terzo di questi decessi (2.644) avrebbe potuto essere evitato aumentando la copertura arborea fino al 30%, riducendo così le temperature. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Key Young Choi è nuovo presidente e Ceo di Kia Italia

Da 22 anni in Kia con ruoli anche in Corea, Egitto e Russia

Motori I protagonisti
Chiudi Key Young Choi è nuovo presidente e Ceo di Kia Italia (ANSA) Key Young Choi è nuovo presidente e Ceo di Kia Italia

Il nuovo presidente e Ceo di Kia Italia è Key Young Choi. Laureato in Corea con un Mba e da 22 anni presente in Kia, Choi ha occupato diversi ruoli in Corea, Uae, Egitto, Russia e Svezia.
    Il board di Kia Italia vede quindi da oggi Key Young Choi presidente e Ceo, con Giuseppe Bitti managing director e Coo e Yongjin Park Cfo. Le novità si inseriscono in un contesto, quello del mercato italiano, sempre più strategico in ottica dei risultati commerciali ottenuti ma anche dal posizionamento dei prodotti e del brand, in sintonia con il Plan S.
    La crescita della quota di mercato arrivata al 3,29% nel 2022 rispetto al 3,01% del 2021, è un indicatore del consolidamento attuale ma anche delle potenzialità del brand, grazie al lancio di nuovi modelli come new Niro e di quelli futuri come il Suv 100% elettrico Ev9. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Covid: Fiaso, ricoveri in calo -17,6% in ultimi 7 giorni

Dato giù da 7 settimane. In terapia intensiva -20,8% pazienti

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Covid: Fiaso, ricoveri in calo -17,6% in ultimi 7 giorni (ANSA) Covid: Fiaso, ricoveri in calo -17,6% in ultimi 7 giorni

Calano ancora i ricoveri Covid: sono diminuiti del 17,6% rispetto alla settimana precedente. Sono così sette le settimane con segno negativo negli ospedali. Giù anche le terapie intensive con -20,8% di pazienti. È quanto emerge dalla rilevazione degli Ospedali sentinella aderenti alla rete della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere del 31 gennaio 2023.
    E' maggiore il calo registrato nei pazienti ricoverati 'Per Covid', ovvero con insufficienza respiratoria o polmonite, un dato -23% effetto anche della diminuzione dei contagi nella popolazione. L'81% dei pazienti è vaccinato da più di sei mesi, con una età media di 69 anni, nella gran parte affetto da altre patologie. Scendono del 13,6% i pazienti ricoverati "Con Covid" ovvero pazienti che sono arrivati in ospedale per la cura di altre patologie, sono positivi al virus ma non hanno sintomi respiratori e polmonari.
    I pazienti in terapia intensiva diminuiscono questa settimana del 20,8%. Il 26% non è vaccinato, il 74% dei ricoveri avviene "Per Covid", ovvero per le conseguenze gravi dell'infezione da Sars-Cov-2 e si tratta di soggetti mediamente giovani, 57 anni l'età media, mentre sale a 70 l'età media dei soggetti vaccinati da oltre sei mesi. L'assenza di vaccinazione, o la non corretta tempistica nel richiamo, resta quindi un importante determinante dei ricoveri.
    Scende invece del 36,4% la percentuale dei ricoveri Covid di minori di 18 anni nei quattro ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali della rete sentinella Fiaso. Anche questa settimana nessun ingresso di bambini in terapia intensiva Covid. L'86% dei pazienti pediatrici con infezione da Sars-Cov-2 è di età compresa tra 0 e 4 anni. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

In Italia per sposarsi, oltre 11mila matrimoni stranieri

Toscana destinazione top, cresce turismo wedding

Lifestyle Società & Diritti
Chiudi  (ANSA)

 Il turismo del wedding premia l'Italia che nel 2022 è stata scenario di oltre 11mila matrimoni stranieri. Emerge dall'Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici. La Toscana, con le sue bellezze paesaggistiche e artistiche, si conferma la regione italiana più richiesta dalle coppie straniere, col 21% del totale: la seguono in ordine di frequenza Lombardia, Campania, Puglia, Sicilia, Lazio. Nel 2022 gli Stati Uniti sono stati il principale Paese di provenienza (29,2%) delle coppie straniere che hanno deciso di celebrare il matrimonio in Italia, ma oltre il 57% degli eventi sono stati generati da coppie di sposi residenti in Paesi europei.
    Sulla base della durata del soggiorno delle coppie e degli invitati alla cerimonia (3,3 notti in media), per il 2022 si stimano 619mila arrivi e oltre 2 milioni di presenze turistiche collegate al destination wedding, producendo un fatturato stimato di 599 milioni di euro, circa l'11% in più rispetto ai livelli stimati nel 2019. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo


Modifica consenso Cookie