Economia

Superbonus: Cna, impatto positivo per 57% Pmi ma è SOS costi

Dalla fiammata delle materie prime rischi sulla ripresa edilizia

(ANSA) - ROMA, 02 APR - Il 57% delle imprese artigiane, micro e piccole dei comparti della installazione di impianti, dell'edilizia e dei serramenti intervistate dalla Cna registra un impatto positivo, sulla propria attività, dell'introduzione delle agevolatazioni come il superbonus 110%. "Ma su questa ripresina - sottolinea una nota - pende una sorta di spada di Damocle: la fiammata delle materie prime". E quasi il 70% del campione teme una riduzione dell'effetto espansivo delle agevolazioni legata all'aumento dei costi.
    Secondo l'indagine del centro studi Cna, gli incentivi stanno avendo "un effetto benefico anche sulla organizzazione delle imprese, mettendole nelle condizioni di accrescere competenze e catalogo" con il 27,8% che ha assunto nuovo personale.
    A minacciare la portata espansiva delle agevolazioni però c'è il rincaro dei materiali che "il 72% delle imprese addebita, in parte o del tutto, ai comportamenti speculativi della catena di fornitura". Quasi quattro imprese su cinque (il 79%) del campione segnalano aumenti nei prezzi. Nel settore delle costruzioni gli aumenti più importanti riguardano i metalli (+20,8% annuo), con punte che superano il +50%; i materiali termoisolanti (+16%); i materiali per gli impianti (+14,6%) e il legno (+14,3%). (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



      Modifica consenso Cookie