Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Nazarbayev, giusta la scelta di abbandonare le armi nucleari

Kazakhstan aveva il quarto arsenale al mondo ereditato dall'Urss

MOSCA

(ANSA) - MOSCA, 30 NOV - Il primo presidente del Kazakhstan, Nursultan Nazarbayev, è intervenuto a una conferenza internazionale online sulla sicurezza globale e il dialogo nucleare. Lo ha riferito il servizio stampa della Fondazione Nursultan Nazarbayev. La conferenza, organizzata dalla fondazione e dall'Istituto di Economia e Politica Mondiale del Kazakhstan, mirava a promuovere la creazione di un'Alleanza Globale di Leader per la sicurezza nucleare e un mondo libero dalle armi nucleari.
    Come primo presidente del Kazakhstan, Nazarbayev ha dichiarato di aver dedicato "una parte significativa delle sue attività di politica estera all'idea di realizzare un mondo libero dalle armi nucleari". Nazarbayev ha ricordato la decisione del Kazakhstan di abbandonare quello che una volta era il quarto arsenale nucleare più grande del mondo (ereditato dall'Unione Sovietica). Dopo la sua indipendenza nel 1991, il Kazakhstan ha aderito al Trattato di non proliferazione delle armi nucleari nel 1993 e al Trattato per la messa al bando totale degli esperimenti nucleari nel 2001. "La storia ha dimostrato che la decisione era quella giusta. Il nostro coraggioso esempio ha dimostrato che è possibile puntare al progresso e alla prosperità in modo pacifico", ha detto.
    Quest'anno, ha aggiunto, è il 75esimo anniversario da quando sono state sganciate le prime bombe atomiche sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki. "Da allora sono cresciute diverse generazioni e i disastri di Hiroshima e Nagasaki sono stati lentamente dimenticati. Ma l'analisi dell'architettura nucleare globale dimostra che questo è un approccio sbagliato e pericoloso", ha sottolineato Nazarbayev.
    Tra i partecipanti della conferenza si segnalano l'ex direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) e premio Nobel per la pace Mohamed El Baradei, l'ex presidente finlandese Tarja Halonen e l'ex presidente afghano Hamid Karzai. (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie