Doping: Vezzali, 'Nado Italia sia ancora più indipendente'

Sottosegretaria, 'Stimolare battaglia a partire dalla scuola'

(ANSA) - ROMA, 05 MAG - "Nel rispetto dei principi sanciti dal codice mondiale antidoping, dobbiamo stimolare sempre di più questa battaglia, che è anzitutto culturale e che deve, inevitabilmente, partire dalla scuola. E a tal fine, per dare sempre maggiore forza all'azione, credo che l'autorità antidoping italiana, la Nado Italia, debba essere ancora più autonoma così che il sistema anti doping sia indipendente rispetto alle organizzazioni sportive e agli interessi nazionali". Così la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali, in audizione alle Commissioni riunite Cultura di Camera e Senato sulle linee programmatiche del Governo in materia di sport. "Sono felice che, negli ultimi anni, sia cresciuta l'attenzione, anche da parte della politica, sulla insopprimibile necessità di estirpare il doping nello sport, in considerazione delle sue conseguenze sulla salute degli sportivi, sulla regolarità delle competizioni e sul futuro dello sport", ha proseguito Vezzali. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie