Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Altri Sport
  4. Scherma: Isola, talento va allenato nello sport e nella vita

Scherma: Isola, talento va allenato nello sport e nella vita

Atleta azzurra ospite di Intesa Sanpaolo Assicura in Area X

(ANSA) - TORINO, 19 OTT - Nell'eterna diatriba tra chi sostiene che il talento sia innato e chi è convinto che vada coltivato, la storia di Federica Isola conferma la seconda teoria. L'atleta 22enne, tornata da Tokyo con la medaglia di bronzo a squadre nella spada, ha raccontato i suoi inizi a Giulia Zonca e Massimo Caputi in Area X, spazio innovativo dedicato alla diffusione della cultura della protezione nel centro di Torino.
    "I primi anni volevo smettere - ha detto - Se mio padre non mi avesse costretta ad andare avanti avrei senz'altro lasciato la scherma". La passione scatta più avanti, con le prime gare.
    "Sono molto competitiva e nell'under 17 ho iniziato a capire che potevo ottenere risultati. Ma non sono mai stata la più forte tra tutti i miei compagni". Quello che ha fatto la differenza, secondo l'atleta, è la costanza e la determinazione. "Posso sopportare allenamenti anche molto lunghi, questo è il mio talento. Ma non c'è solo un tipo di talento, ce ne sono tanti.
    Il talento va allenato, ma a volte non si manifesta così chiaramente". Una lezione per i giovani che si scoraggiano in fretta. "A volte mi stupisco per i miei compagni di università che si disperano per un esame fallito. Se c'è una cosa che lo sport insegna, è a rialzarsi, perché c'è sempre un'altra possibilità". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie