Hi-tech

Apple Store, torna l'obbligo della mascherina negli Usa

Ripristino valido da oggi. In Italia non era mai scomparso

Dietrofront di Apple, che da oggi richiede sia ai clienti vaccinati che non vaccinati, così come ai dipendenti, di indossare la mascherina in molti dei suoi negozi al dettaglio negli Stati Uniti. La misura, dovuta all'ascesa nel Paese della variante Delta, arriva dopo che il CDC, Centers for Disease Control and Prevention, ha raccomandato di indossare dispositivi di protezione individuale nei luoghi chiusi, anche per chi ha completato il ciclo vaccinale.

Lo stato della California, dove ha sede Apple, ha invitato tutte le persone a indossare mascherine nei luoghi particolarmente affollati, visto che la variante del virus ha rimesso in discussione le minori percentuali del rischio contagio, anche per i vaccinati. Dopo un anno di chiusure e riaperture, tutti i 270 Apple Store statunitensi avevano riaperto, progressivamente, nella prima settimana di marzo. Solo qualche giorno fa, il CEO Tim Cook aveva dichiarato alla CNBC la volontà della società di posticipare il ritorno in ufficio, da settembre a ottobre, sottolineando però che la situazione viene costantemente monitorata e che una decisione certa, al momento, non c'è. "Dopo aver esaminato attentamente le ultime raccomandazioni del Centers for Disease Control and Prevention e aver analizzato i dati sulla salute e la sicurezza in zona, stiamo aggiornando le nostre linee guida sull'uso delle mascherine protettive nel negozio. A partire dal 29 luglio, saranno necessarie protezioni per il viso, sia per i clienti che per i membri del team, anche vaccinati" si legge nella nota della compagnia. Attualmente, gli Apple Store in Italia richiedono di indossare una mascherina, su ingressi regolamentati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie